mercoledì 31 agosto 2016

Recensione: La ragazza corvo

Cari lettori approfitto della pausa pranzo per pubblicare questa recensione. La sessione di esami non mi da tregua e per un altro mese dovrò studiare, ma a fine Settembre torno attiva, non temete!
Comunque oggi vi parlo del libro La ragazza corvo, edito da Corbaccio. Quando ve ne ho parlato nel WWW Wednesday (a proposito oggi non verrà pubblicato), vi ho visti molto interessati e quindi eccovi il mio pensiero.


LA RAGAZZA CORVO
Corbaccio | 749 pp. | €18,90
Stoccolma: in un parco cittadino la polizia scopre il cadavere di un giovane straniero. Il commissario di polizia Jeanette Kihlberg conduce le indagini, dando la caccia a un misterioso quanto efferato omicida e lottando contro le resistenze interne alla polizia stessa, restia a impiegare le proprie forze per cercare l’assassino di un immigrato sconosciuto. Ma con la scoperta di altri due corpi barbaramente uccisi, Jeanette capisce di trovarsi di fronte a un serial killer e si rivolge alla psichiatra e profi ler Sofi a Zetterlund, con cui lavora giorno e notte incrociando con lei non solo la vita professionale ma anche quella personale. E a mano a mano che procedono nelle indagini, appare chiaro che la catena di omicidi è solo la manifestazione più evidente e raccapricciante di un disegno criminoso e diabolico che coinvolge settori insospettabili della società svedese. «La ragazza corvo» è uno psicothriller adrenalinico, intenso e avvolgente, che mette a nudo il male radicale e l’altrettanto radicale bisogno di vendetta che può covare in ogni essere umano.





La ragazza corvo è sicuramente un libro che si fa subito notare, sia per la copertina abbastanza enigmatica e artistica, sia per la trama che ci fa già pregustare una lettura ricca di suspense.
Il mio rapporto con questo libro è stato un alternarsi di amore e odio, perché se in alcune parti la lettura mi ha ammaliata e fatta stare con il fiato sospeso, in altre invece mi ha decisamente annoiata. In questo caso andare avanti è stata abbastanza dura. Questo è forse il pericolo di scrivere un libro così lungo, circa 700 pagine.



La storia ci trasporta nella fredda Stoccolma, dove il ritrovamento dei corpi di alcuni ragazzi, in uno stato simile all’imbalsamazione e con evidenti segni di tortura, mette in attivazione la polizia locale, guidata dal commissario Jeanette Kihlberg. Il tutto si complica con la scoperta di una rete di pedofili dietro a nuovi omicidi, apparentemente collegati a quelli dei giovani stranieri. Con l’aiuto della psicologa Sofia Zetterlund, Jeanette riuscirà a far emergere la verità, portando alla luce un’organizzazione segreta che mette i brividi.
Con abile maestria Erik Axl Sund ci introduce in un modo fatto di falsità, di perversione, dove i bambini non sono altro che strumenti nelle mani degli adulti, che siano i genitori o meno non ha alcuna importanza. Il lettore si sente impotente davanti a tanta atrocità e si ritrova a inorridire davanti a tale crudeltà. Sicuramente per questo La ragazza corvo è un libro per pochi, per chi non ha paura e per chi è pronto ad affrontare un mondo spietato.
Ho apprezzato particolarmente questo aspetto, perché ritengo che l’autore abbia avuto il coraggio di scrivere con uno stile diretto e crudo, con l’intento di mettere i brividi ai lettori. E vi assicuro che ha fatto centro.
Oltre ai fatti, l’autore ha voluto mettere in primo piano la mente di una delle protagoniste. Così a capitoli alternati riusciamo anche ad entrare nella psiche di Sofia. E come ci si aspetta da un buon thriller psicologico, caschiamo in un vortice senza fondo, dove tutto si fa confuso e dove realtà e finzione si mescolano. Il lettore si ritrova privo di forze. Ogni qual volta sembra arrivare alla conclusione, tutto quello che ha pensato si sgretola in un attimo.

Unico difetto, in mezzo a tanta bravura, a mio parere è la lunghezza del romanzo. L’ho trovato troppo prolisso in alcuni punti. Sono consapevole che per scrivere una storia così articolata siano necessarie tante pagine, ma secondo me l’autore avrebbe dovuto eliminare alcuni dettagli, inutili, per far scorrere più rapidamente la trama. Invece troppo spesso mi sono ritrovata disorientata e ho perso il filo della storia.

La ragazza corvo è un thriller come pochi, pesante, non solo per la mole del libro, ma per la malvagità che aleggia tra le sue pagine. Come ho già detto, è un libro spietato, devastante, che vi lascerà con l’amaro in bocca e tanta rabbia. 


VOTO:


Che ne pensate di questo libro?

martedì 30 agosto 2016

Prossime uscite: Settembre 2016 (e come si allungò la wishlist)

Buongiorno carissimi lettori ^^ Ormai Agosto è quasi completamente andato... e anche l'estate T.T
Ne approfittiamo quindi oggi per mostrarvi alcuni tra i libri che usciranno a breve.. dando principalmente spazio a quelli che vorremmo aggiungere alle nostre librerie :P


Partiamo prima di tutto dalle nuove avventure del nostro maghetto. Il nuovo capitolo della saga, nonostante le fazioni tra chi lo adora e chi lo brucerebbe, uscirà il 24 settembre... ma prima di allora, il 6 settembre, usciranno nuove storie sul mondo magico, in formato ebook!




Guida (poco) pratica a Hogwarts
Pottermore Presents Hogwarts: An Incomplete and Unreliable Guide - Una raccolta che ci farà conoscere la Scuola di Magia e Stregoneria più famosa del mondo ancor più da vicino, svelando dettagli sui fantasmi che la popolano, cosa succede quando il Cappello Parlante non sa in che Casa smistare uno studente e molto altro ancora.
Tuttavia, il Ministero della Magia era fortemente convinto che la costruzione di una nuova stazione per maghi nel centro di Londra avrebbe messo a dura prova la famosa ostinazione dei Babbani a non notare gli incantesimi neanche quando gli esplodono in faccia. – J.K. Rowling

Racconti di Hogwarts: potere, politica e poltergeist
Short Stories from Hogwarts of Power, Politics and Pesky Poltergeists - Questo secondo e-book esplora le radici più oscure del mondo della magia. Nelle sue pagine, J.K. Rowling svelerà di più sul Ministero della Magia e sugli orrori della Prigione di Azkaban, e ci mostrerà qualcosa di nuovo su Horace Lumacorno/Slughorn.
Nessun Primo Ministro Babbano ha mai messo piede nel Ministero della Magia, per ragioni illustrate in modo alquanto succinto dall'ex Ministro Dugald McPhail (in carica dal 1858 al 1865): "I loro poveri cervellini non reggerebbero al colpo"– J.K. Rowling

Racconti di Hogwarts: prodezze e passatempi pericolosi
Short Stories from Hogwarts of Heroism, Hardship and Dangerous Hobbies - L'ultimo volume di Pottermore Presents è dedicato allo staff di Hogwarts, e contiene anche un nuovo brano originale scritto da J.K. Rowling sulla Professoressa Minerva McGranitt/McGonagall.

Minerva era la dea romana della guerra e della saggezza. William McGonagall è invece considerato il peggior poeta della storia britannica. C'era qualcosa d'irresistibile nel suo cognome, e nell'idea che una donna così intelligente potesse essere una lontana parente di quel poeta un po' ridicolo. – J.K. Rowling

LA MALEDIZIONE DELL'EREDE
Harry Potter e la Maledizione dell'Erede
Salani | 368 pp. | €19,80

In La Maledizione dell’Erede, è passato molto tempo dai giorni dei Doni della Morte: Harry Potter non è più un ragazzo ma un padre di famiglia con 3 bambini e ha un impiego, piuttosto noioso, al Ministero della Magia. A suo figlio, Albus Potter, in particolare, spetta la difficile successione della dinastia di maghi. Davvero non possiamo svelare nulla di più, perché, come dice la Rowling, "bisogna sempre mantenere i segreti". Possiamo solo aggiungere che in questa nuova avventura troveremo, oltre alla famiglia di Harry, anche i compagni di una volta divenuti adulti e genitori: Hermione, Ron (sposati e genitori di Rose Wesley) e Draco Malfoy - il quale a sua volta ha un figlio, Scorpius, destinato a salire con il giovane Albus e Rose sull'Hogwarth Express...

-----------------------------------

Continuiamo con un altro libro che mi ispira davvero troppo e spero di poter leggere *_* Sembra davvero tanto tanto intrigante e attinente a uno dei miei generi preferiti! Questo lo potrete trovare dal 6 settembre ^^

I CUSTODI DI SLADE HOUSE
I custodi di Slade House
Frassinelli | 180 pp. | €19,00

Voltato l'angolo di una via di Londra, proprio dove occhieggiano le vetrine di un popolare pub inglese, lungo il muro di mattoni che costeggia un vicolo strettissimo, se tutto gira per il verso giusto, troverete l'ingresso di Slade House. Un perfetto sconosciuto vi accoglierà chiamandovi per nome e vi inviterà a entrare. La vostra prima reazione sarà la fuga. Ma presto vi accorgerete che allontanarsi è impossibile. Ogni nove anni, l'ultimo sabato di ottobre, gli abitanti della casa - una sinistra coppia di gemelli - estendono il loro particolare invito a una persona speciale, sola o semplicemente diversa: un adolescente precoce, un poliziotto fresco di divorzio, un timido studente universitario. Ma che cosa succede, veramente, dentro I custodi di Slade House ? Per chi lo scopre, è già troppo tardi...

-----------------------------------

In uscita a settembre una serie di altri romanzi che sembrano, per diversi aspetti, interessanti e da attenzionare... chissà! Dai più profondi ai più divertenti, dai più macabri ai più drammatici!

IL RUMORE DEL TEMPO
Il rumore del tempo

Einaudi | 250 pp. | €18,50

Chi era davvero Dmitrij Sostakovic? Julian Barnes lo racconta con le sue straordinarie doti narrative in Il rumore del tempo. L’autore di Il senso di una fine e di Il pappagallo di Flaubert ci porta nella mente di uno dei più grandi compositori del ventesimo secolo, uno che da molti fu definito vigliacco e esserlo non è semplice perché sei costretto ad esserlo per tutta una vita. Ad un eroe basta estrarre una pistola, compiere un gesto esemplare, mentre un vigliacco deve essere fermo, costante, impegnarsi a non cambiare mai. La vita contrastante di Sostakovic è infatti piena di incongruenze e di aspetti quasi frustranti che però sono garanzia di successo per un romanziere ovvero per Julian Barnes. Il compositore che visse durante il duro regime di Stalin si rifiutò, come fecero gli altri grandi musicisti dell’epoca, di andare in esilio. E così fu proprio il tempo che visse a dettargli il lavoro da fare perché fare i conti con i gusti di Stalin non era facile e nemmeno essere servo della macchina propagandistica del potere sovietico. Il compositore così sopravvisse a tutto: alle temibili purghe e alla stroncatura di Stalin della sua unica opera. Divenne così il compositore del regime, sebbene lui non amasse nulla di quel tempo politico definito rigidamente dal dittatore, e fu messo sempre in luce per oscurare il grande Igor Stravinskij. Tutto è contraddizione nella vita di questo strano uomo che dai suoi colleghi e dai russi stessi veniva visto come un vigliacco, un servo del regime. Sostakovic per esempio amava Stravinskij, ma non poteva dirlo né farlo trasparire. Il rumore del tempo così è l’esaltazione di questa vita strana, poco apprezzata, ma incredibile nella sua imperfezione.


L'ILLUSIONE DELIRANTE DI ESSERE AMATI
Risultati immagini per L'ILLUSIONE DELIRANTE DI ESSERE AMATI
Garzanti | 200 pp. | €14,90

Laura Wilmote si rende conto che qualcosa non va. Davanti a lei c’è C., sua amica da quanto erano ragazze, ed è vestita esattamente come lei. Laura è una scrittrice e autrice televisiva di successo. Conduce un programma di cultura sulla televisione francese e sta lavorando su una puntata sul tema della gelosia. Da qualche mese C. ha cominciato a lavorare con lei. Laura l’ha rivista per caso e le due donne si sono raccontate gli anni passati dal loro ultimo incontro. C. è una donna insoddisfatta, che non è riuscita a realizzare i suoi desideri e ha un lavoro precario. Laura invece ha fatto studi prestigiosi e adesso vive come aveva sempre sognato, grazie alla scrittura. La protagonista, in parte per amicizia, in parte per un inconfessato senso di colpa nei confronti della vecchia amica, le ha procurato un lavoro nel la sua emittente. Adesso però C. si sta comportando in modo strano. Vuole essere come Laura. Di più, vuole essere Laura. Finché non rivela il perché di questo atteggiamento: è innamorata di lei, ed è convinta al di là di ogni dubbio che anche Laura nutra gli stessi sentimenti. E non sembra disposta ad arrendersi di fronte alle proteste di Laura, anzi, inizia a farsi sempre più insistente, addirittura inquietante nella sua cecità di fronte alla realtà.


LE RAGAZZE
Risultati immagini per le ragazze emma cline
Einaudi | 340 pp. | €18,00

Evie ha quattordici anni e un disperato bisogno che qualcuno al mondo si accorga di lei. Quando un giorno, al parco, vede un gruppo di ragazze farsi strada tra la gente come squali che tagliano l'acqua, non riesce a distogliere lo sguardo. È incantata dai vestiti alternativi, dalle mani coperte di anelli, dal senso di sicurezza e assoluta libertà che loro trasmettono. È l'inizio di un'ossessione. Evie, solitaria, insicura, sviluppa per loro una sorta di venerazione, in particolare per Suzanne, la più grande, e spasima per sentirsi accettata nel gruppo. Così. quando viene invitata nella comune hippy in cui le ragazze vivono tutte insieme con un carismatico guru, neanche lontanamente riesce a intuire quanto si stia avvicinando al cuore del male. Era l'estate del '69.


ECCOMI
Guanda | 600 pp. | €22,00

Un romanzo-mondo, caratterizzato da molteplici registri narrativi, dal comico al tragico, dal familiare all’universale - Nel Libro della Genesi, quando Dio chiama Abramo per ordinargli di sacrificare suo figlio Isacco, Abramo risponde: «Eccomi». Ma com’è possibile per Abramo proteggere suo figlio e al tempo stesso adempiere alla richiesta di Dio? Come possiamo, nel mondo attuale, assolvere ai nostri doveri a volte contrastanti di padri, di mariti, di figli, di mogli, di madri? In che modo possiamo difendere la nostra identità personale quando la nostra vita è così strettamente legata
a quella degli altri? Queste domande sono al centro del nuovo romanzo di Jonathan Safran Foer: un’opera che ha una portata universale e al tempo stesso apre squarci di grande intimità. Ambientata a Washington durante quattro, convulse settimane, Eccomi è la storia di una famiglia in crisi. Mentre Jacob, Julia e i loro tre figli sono costretti a confrontarsi con la distanza tra la vita che desiderano e quella che si trovano a vivere, arrivano da Israele alcuni parenti in visita. I tradimenti coniugali veri o presunti, le frustrazioni professionali, le ribellioni adolescenziali e le domande esistenziali dei figli, i pensieri suicidi del nonno, la malattia del cane: tutto per Jacob e Julia rimane come sospeso quando un forte terremoto colpisce il Medio Oriente, innescando una serie di reazioni a catena che portano all’invasione dello stato di Israele. Di fronte a questo scenario inatteso, tutti sono costretti a confrontarsi con scelte a cui non erano preparati, e a interrogarsi sul significato della parola casa.


Conoscete questi libri?
Quali leggerete? 

giovedì 25 agosto 2016

Recensione: Amore e altri imprevisti

Cari lettori oggi vi voglio far leggere questa recensione, aspetta da un po' sul pc e credo sia ora di tirarla fuori.
Oggi vi parlo del libro Amore e altri imprevisti di Maria Murnane, già pubblicato con Giunti nel 2015, ma che adesso è stato pubblicato ad un nuovo prezzo, più conveniente! Infatti potrete acquistarlo a €6,90 invece che a €9,90. Questo come altri titoli, fanno parte della collana tascabili della casa editrice, approfittatene!

AMORE E ALTRI IMPREVISTI
Giunti | 320 pp. | €6,90
Per gli amanti del genere chick lit, ritroviamo ancora una volta la nostra Waverly Bryson, più simpatica e divertente che mai, al centro delle intricate vicende di ''Amore e altri imrevisti'', il secondo romanzo d'amore di Maria Murnane, già accolto con grande entusiasmo dai lettori americani dopo il successo del primo episodio ''Amore su carta da zucchero''.
Il futuro non è mai sembrato tanto roseo a Waverly Bryson: la sua linea di biglietti di auguri va a gonfie vele, così come la sua rubrica per cuori infranti; da qualche tempo poi ha una storia a distanza con Jake, l'uomo romantico e premuroso che tutte vorrebbero. Ma nonostante abbia fatto tanta strada da quando Aaron l'ha mollata sull'altare, Waverly ha una paura folle delle relazioni e non riesce a lasciarsi andare completamente con Jake. Come se non bastasse, durante la puntata di San Valentino di un noto programma tv, nella frenesia della diretta, Waverly si lancia in una delle sue memorabili gaffe, raccontando imbarazzanti episodi del suo passato da single. La trasmissione è un successo, peccato che Jake non sia altrettanto entusiasta delle sue performance sentimentali...
In un turbine di malintesi, tra un fidanzato deluso, misteriose lettere anonime con messaggi cifrati e precipitosi viaggi coast-to-coast, Waverly dovrà ricorrere a tutta la sua positività per non precipitare a sua volta e mandare di nuovo tutto all'aria.



Un libro frizzante, ironico e sorprendente, sono queste le prime parole che mi vengono in mente pensando al libro di Maria Murnane. Libro che la Giunti ci ripropone in una versione tascabile ed economica, in un formato più piccolo ma sicuramente comodo da portare in borsa.

Amore e altri imprevisti è il libro adatto alle donne che cercano una lettura veloce e divertente, ma che non manchi di romanticismo. Insieme a Waverly, la protagonista, le lettrici potranno provare emozioni contrastanti e poter sognare di trovare l’amore. Una storia intensa, che vi terrà compagnia per un paio di ore e che vi regalerà sicuramente qualche risata.
Ho apprezzato parecchio questo libro, mi sono sentita trasportare dal sentimento e soprattutto sono riuscita a godermi ogni singola pagina, spesso ridendo davanti a tutti a causa delle continue gaffe della protagonista.
Waverly è una donna insicura, che dopo essere stata lasciata all’altare ha paura di fidarsi degli altri e soprattutto di lasciarsi andare ai sentimenti. Come darle torto dopo la brutta esperienza? Ma Jake, il nuovo ragazzo con cui si sente, sembra essere l’uomo perfetto. Per Waverly però non sarà affatto facile riuscire a fidarsi e le sue continue “Waverlynate”, le sue personalissime gaffe, sicuramente non l’aiuteranno nel tenersi stretto quel povero uomo. Conosceremo così la protagonista e il suo mondo, fatto di amicizie e di lavoro, e forse solo in secondo piano di amore.
Un libro che consiglio ad un pubblico femminile e che vi terrà in buona compagnia per un paio di ore. Da leggere e assaporare pian piano, accompagnando Waverly nella sua sfortunata e divertente vita. 


VOTO:



La conosci questa? #26

Buongiorno carissimi lettori ^^ Ultimamente ho molto tempo per scrivere un sacco di post e mi sto dando da fare u.u Come procedono le vostre letture? Intanto oggi, dopo un bel po' di tempo, vi proponiamo la nostra rubrica per scoprire nuovi vocaboli italiani e inserirli nel nostro bagaglio di conoscenze! I primi due li abbiamo scoperti giocando a Cranium, gli altri solo per voi :P


La conosci questa? è una rubrica che nasce dalla nostra idea di ricercare vocaboli italiani, poco usati e poco conosciuti. Infatti, sono tantissime le parole italiane che sono riposte nel vocabolario senza che quasi nessuno ne sappia l'esistenza. Con questa rubrica vogliamo riportare alla luce nuove parole e sfidarvi... voi conoscete queste parole?

GIUMELLA

Cavità formata dalle mani accostate insieme con le dita riunite e leggermente incurvate verso l’alto; soprattutto nella locuz. fare giumella, e meno com. fare giumelle (delle manidelle palme): bevono facendo giumella delle palme (Carducci). Anche, quanto entra o può essere contenuto in tale cavità: una gdi risodi farinadi fagioli, ecc. Come locuz. avv., non com., a giumelle, in abbondanza.


CALLIPIGIA
Dalle belle natiche, dalle natiche formose: attributo di Venere, testimoniato nel culto della dea in Siracusa. L’agg. è usato anche come epiteto scherz. riferito a donna, e talora (nella forma callipige o callipigio) riferito a uomo.


GALLONE

Tipo di passamaneria, a forma di nastro schiacciato, di varia altezza, spesso dorato o comunque di seta a fili intrecciati. Nelle uniformi militari, striscia di stoffa che, singola o con altre, di altezza e forma svariate, costituisce l’insegna del grado (che si porta cucita sulla manica) di ufficiali, sottufficiali, graduati di truppa. Di solito usato al plur.: guadagnarsi i gda caporaleda sergente; fig., bagnare i g., festeggiare una promozione offrendo da bere ad amici e colleghi. 


Conoscete queste parole? 
Ne conoscete altre desuete? 

mercoledì 24 agosto 2016

Release Blitz: ADAM di Giovanna Roma

Cari lettori sono tornata, anche se per poco, sul blog ^^ avrei dovuto pubblicare questo post due giorni fa, ma per alcuni motivi ho dovuto rimandare ad oggi e per questo chiedo scusa all'autrice.



Ma andiamo a scoprire di cosa si tratta! Oggi voglio parlarvi del nuovo libro di Giovanna Roma: Adam, libro primo della serie dark contemporary Deceptive Hunters.
Prima vi presenterò un po' il libro, in fondo invece troverete il booktrailer e il form per la partecipazione al giveaway, che avrà inizio proprio oggi dalle ore 18:00.


ADAM
Giovanna Roma | €2,99
Ho sempre saputo come sarebbe stata la mia vita.
La mia storia è stata scritta da qualcun altro e non è certo una trama felice.
Solo. Letale. Killer.
Circondata dalla feccia della società. Dipendente. Vuota.
Niente legami. Fuori dal lavoro non esiste una vita vera per me.
Soltanto il baratro.
Tutti si proclamano innocenti, finché il mio proiettile non decide per loro.
Io vedo cosa nascondono dietro la maschera. Li scopro animali.
Poi qualcuno si mette in mezzo e complica le cose.
Qualcuno mi ha urlato in faccia e sono stata costretta ad affrontare i mostri nella mia testa.
Inizia la caccia.
Inizio la fuga.
Ora un bivio cambierà per sempre ciò che sono.
Ora tutto sarà diverso. Finalmente sarò solo io e nessun'altra.

***ATTENZIONE***
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Leggerlo potrebbe scioccarvi, persino disturbarvi.




-----------------------------------------

IL BOOKTRAILER
Godetevelo tutto *-*




-----------------------------------------

Non vi basta? Ne volete ancora? Siete curiosi di leggere estratti, teasers esclusivi e magari spoilerare? Ho il posto che fa per voi.

Sto parlando del || Fanclub || Discussion & Spoiler Group || 
Teasers esclusivi || News in anteprima || Aggiornamenti live || Unitevi al Fanclub per parlare con le altre lettrici dei miei libri e sapere come procedono i miei romanzi.


-----------------------------------------

Infine come vi anticipavo, vi lascio il form per il giveaway. Potete vincere una copia digitale del libro Adam. Avete tempo fino a mezzanotte!!





Che ne pensate di questo nuovo libro?

Recensione: Coraline

Buon pomeriggio carissimi lettori ^^ Oggi vi proponiamo la recensione di un piccolo romanzo che ho letto nel giro di un paio d'ore. Ci tengo a precisare che credo sia molto importante leggere la prefazione dell'autore in cui spiega perchè e come ha scritto questa storia: soltanto entrando nell'ottica giusta ci si pone nella giusta prospettiva. Buona lettura!

CORALINE
Mondadori | 182 pp. | €10,50


In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n'è anche un'altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopre che al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c'è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre. O quasi.



Non era stato coraggioso, restando lì fermo a farsi pungere – disse Coraline al gatto. – Non era stato coraggioso perché non aveva avuto paura: quella era l'unica cosa che potesse fare. Ma quando era tornato a riprendersi gli occhiali, sapendo che lì c'erano le vespe, aveva avuto veramente paura. Quello era stato vero coraggio. – Mosse il primo passo lungo il corridoio. Sentiva odore di chiuso, di polvere e di umidità. Il gatto avanzata lentamente accanto a lei. – E perché mai? – le domandò il gatto, con un tono che rivelava scarso interesse. – Perché – disse Coraline – quando hai paura di qualcosa, ma la fai comunque, quello è coraggio.


Tra macabro, fantasia, sogni e paure, Gaiman ha fatto centro. Una favola un po' più dark (ho adorato le atmosfere inquietanti e grottesche) che riesce a catturare non soltanto l'attenzione dei più piccoli ma anche degli adulti (badate bene questa è la chiave di lettura del libro: se credete di stare di fronte a un thriller dark esclusivamente per adulti non farete altro che restarne delusi, usate il giusto punto di vista). Una favola che ci trasporta in un mondo magico insegnandoci cosa sia il vero coraggio e come questo non dipenda assolutamente dall'età ma dalla consapevolezza della paura stessa. La protagonista è infatti Coraline, una bambina curiosa, attenta e intelligente, che passa le sue giornate andando in esplorazione nelle vicinanze di casa. E se la casa stessa fosse ancora un punto da esplorare e in parte ricca di sorprese? Molto spesso è possibile scoprire nuovi mondi a noi vicini semplicemente rimanendo tra gli ambienti quotidiani facendoci ricordare come questi siano essenziali e interessanti, oltre che assolutamente rassicuranti, in confronto a corridoi bui ricchi di insidie nascoste. Durante un giorno di pioggia, Coraline decide di fare un giro di ricognizione a casa e scopre una quattordicesima porta che, come la madre le fa notare aprendola, non porta assolutamente da nessuna parte essendo di fatti murata. Ma sarà davvero così? Sembra proprio di no. La porta funge da passaggio per un mondo uguale e diverso contemporaneamente: Coraline si ritrova nella sua stessa casa ma qualcosa non quadra...Chi è quella donna che dice di essere l'altra sua madre? E quell'uomo che assomiglia in maniera spaventosa a suo padre? E perchè hanno dei bottoni neri al posto degli occhi? Un mondo parallelo, un mondo per certi versi più affascinante e divertente, un mondo in cui è possibile ottenere qualsiasi cosa si voglia. Ma la seduzione nasconde dietro finzione. La perfezione nasconde delle crepe. Forse alla fantasia è preferibile, a volte, la realtà. Alla perfezione l'imperfezione. 

Lei ti prenderà la vita, tutto quello che sei e tutto quello a cui tieni, e ti lascerà solo nebbia e foschia. Ti porterà via la gioia. E un giorno ti sveglierai e anche il tuo cuore e la tua anima non ci saranno più. Sarai solo un involucro, un fuscello, della consistenza di un sogno al risveglio, o del ricordo di qualcosa di dimenticato.
— Vuota — sussurrò la terza voce. — Vuota, vuota, vuota, vuota, vuota

E quei bottoni nascondono dietro un piano malvagio per adescare la coraggiosa Coraline. Sarà in grado di non lasciarsi ingannare? Riuscirà a mantenere salda la propria identità? La posta in gioco è altissima: il ritorno a casa e il ritrovamento dei suoi veri genitori che, per quanto possano apparirle disinteressati e impegnati dal lavoro senza sosta, rimangono pur sempre le persone che la amano veramente. In un mondo fatto di cibi deliziosi e attenzioni troppo esagerate, esasperate perchè inverosimili, Coraline dovrà sfuggire all'attrattiva di restare lì, alle grinfie dell'altra madre che cerca in qualsiasi modo disperatamente di acciuffarla e tenerla per sempre nel mondo che lei ha creato a immagine e somiglianza dell'altro ma distorcendolo. Siate coraggiosi in questo viaggio, Coraline ne avrà bisogno. Lei è lì, pronta a insegnarci cosa sia il vero coraggio, pronta a farci capire come la normalità non necessariamente debba essere considerata noiosa, pronta a spronarci e a far cadere le tende della perfezione mostrandoci il marcio che ci può essere al di sotto.

Una favola che terrà gli occhi incollati alle pagine. Breve, audace, ben strutturata e con un sacco di elementi apprezzabili. Storia originale e ricca di insegnamenti disseminati lungo la strada. Un buon primo inizio nella lettura di questo autore, vedremo le prossime!
PS: Non perdetevi il film di animazione!




VOTO:


Che ne pensate di questo libro?

martedì 23 agosto 2016

La nostra prima storia

C'è stato un libro con cui siamo entrati per la prima volta nel mondo della letteratura. C'è stato un libro che ci ha permesso di scoprire il grande potere che hanno le storie. C'è stato un libro che ci ha insegnato ad amare uomini, donne, creature fantastiche non reali. C'è stato un libro con il quale tutto è iniziato. Entrare nel mondo della letteratura ha sempre un inizio. Che sia una fiaba, una storia di eroi e mostri, un percorso immaginario tra boschi incantati e incantesimi, poco importa. Quello rappresenterà l'inizio di un viaggio senza fine in un mondo che solo noi lettori conosciamo bene.
Con questo post vogliamo lanciarvi una sfida: riuscite a ricordarvi il vostro primo libro? E non stiamo parlando del primo libro che avete letto con cognizione di causa e consapevolezza ma di quelli che, in maniera spontanea e inconsapevole, hanno acceso la fiamma della vostra passione. Questo post nasce da un'idea che mi è venuta quando, sistemando alcuni scaffali con un sacco di materiale scolastico vecchio, ho ritrovato alcuni volumi che credevo ormai andati. Ecco quali sono i primi libri che, con l'aiuto di adulti affettuosi e poi piano piano autonomamente, ho letto per la prima volta, è questo il mio inizio.

 



Sfido chiunque d voi a dirmi che la sera nessuno gli leggeva delle fiabe. Questo era persino il mio libro preferito (uno dei pochi di cui ho memoria in realtà) sia per le storie che per le illustrazioni grandi a volte quanto un'intera pagina. Dalla regina delle nevi al giro in mongolfiera, da cenerentola all'isola del tesoro, dai pirati alle avventure nelle foreste tropicali. Lo rileggerai volentieri per capire quali ricordi tornerebbero alla mente!


Di questi due invece non ricordo assolutamente nulla ahahah ma sono certo di averli letti nella mia vta >.< Per rinfrescarmi la memoria ho letto le trame e li ho risfogliati: devo dire che in questi la trama si complica ed è leggermente più matura ma le illustrazioni continuano a rimanere! Chissà leggendoli adesso cosa penserei. 



E il vostro inizio quale è?
Quali libro rappresenta la vostra porta d'ingresso nel mondo libresco? 

lunedì 22 agosto 2016

Coloring Books: dai colore al mondo letterario!

Buongiorno carissimi lettori e buon inizio settimana ^^ Oggi vi proponiamo un post in cui parleremo di una delle nuove mode (concedetemi il termine) che si sta diffondendo con clamore e ottima accoglienza tra gli adulti, sopratutto lettori.


Stiamo parlando dei coloring books. Di cosa si tratta?
Sono degli opuscoli ricchi di immagini che bisogna colorare dando a chiunque la possibilità di divertirsi senza faticare (non è sicuramente richiesto un lavoro intellettuale) ma in maniera più costruttiva rispetto a qualsiasi gioco per il telefonino. Probabilmente il successo di tale idea, su cui ultimamente puntano molto anche le case editrici, è la possibilità non solo di colorare un disegno già fatto e di ottenere in qualsiasi caso un ottimo risultato, ma anche di dar vita ai personaggi che più abbiamo amato rendendoci in parte creatori di loro stessi. O più semplicemente è un modo per passare il tempo, un antistress per colorare qualsiasi cosa essendo di fatti album di disegni che riguardano non soltanto libri ma anche oggetti casuali e paesaggi. Ne esistono di diversi tipi e dimensioni: l'unica cosa che serve è avere un bel po' di colori pronti all'uso e usare o la memoria, se si vuole restare fedeli ai libri (nel caso di coloring tratti da romanzi), o l'immaginazione e la fantasia lasciando che siano i colori a guidarti. E chissà che non ne esca qualche capolavoro da appendere in camera! Vi proponiamo alcuni esempi che abbiamo ritrovato in giro sul web.. alcuni sono davvero adorabili. Forse è il momento di iniziare!

  
 
 
 


Voi ne avete mai colorato uno? Che ne pensate?
Quale colorereste?

venerdì 19 agosto 2016

Recensione: Unrivaled, la sfida

Buongiorno carissimi lettori ^^ Come procedono le ultime settimane di agosto? Quante avete letto durante le vacanze? Non disperate, il tempo sembra poco ma basta saperlo sfruttare adeguatamente! Oggi vi lascio la recensione dell'ultimo romanzo che ho letto... purtroppo nulla di particolare!

UNRIVALED

HarperCollins | 284 pp. | €16,00

Tutti desiderano diventare qualcuno nella vita. Layla Harrison vuole fare la giornalista; Aster Amirpour sogna di essere un'attrice di successo; Tommy Phillips ha intenzione di diventare una rockstar. Madison Brooks ci è riuscita: ha afferrato il destino e lo ha piegato al proprio volere molto tempo fa. Ora è la più acclamata stella di Hollywood, e ciò che ha fatto per diventare il personaggio di cui tutti parlano è solo una macchia sull'asfalto, polvere sotto i tacchi delle sue Louboutin. Finché Layla, Aster e Tommy non ricevono un invito speciale per entrare nel mondo esclusivo della vita notturna di Los Angeles e partecipare a una spietata competizione di cui Madison Brooks è l'obiettivo. Ma proprio quando le loro speranze si accendono come stelle che bucano lo smog della California, Madison Brooks scompare... e le aspettative dei quattro ragazzi si spengono, oscurate da una nebbia di bugie.



Le uniche luci che brillano sono quelle dei locali notturni affollati, dei paparazzi in attesa dell'arrivo delle più rinomate personalità di Los Angeles, delle piste da ballo frenetiche accompagnate da musiche ipnotizzanti e ritmiche. Si scorgono soltanto piccole lanterne disseminate ma non in grado di far brillare di luce propria il percorso narrativo tracciato. Il romanzo infatti si presenta con un ottimo substrato che però rimane potenziale e non sfruttato appieno, è come se la storia rimanesse sospesa, incapace d sbilanciarsi da un lato rimanendo piuttosto neutrale. La verità in fondo è che non mi ha lasciato nulla. Non è nato con la funzione di essere un libro rivoluzionario, un libro filosofeggiante e rivelatore, ma come un romanzo thriller che destasse curiosità, mistero e piacere nel leggerlo. Ma i fili che avrebbero dovuto trascinarci nella lettura risultano essere fragili, incapaci di trainarci e farci divorare (cosa che dovrebbe fare un buon thriller) le pagine che si susseguono. Questa proprietà sembra emergere soltanto a un certo punto verso gli ultimi capitoli (per poi sparire quasi immediatamente) mentre, dal mio punto di vista, il resto della narrazione appare lento e piatto. Manca l'adrenalina, la suspense, il magnetismo. Lo stesso prologo che ci lancia nella storia descrivendoci un mistero intorno a cui ruoterà poi l'intero romanzo è debole e spento. Eppure l'idea di fondo non mi è dispiaciuta: l'autrice ci porta nel mondo dei VIP caratterizzato da sotterfugi, menzogne, recitazione pubblica, segreti e misteri da svelare. Emblema di questo mondo sono i club notturni dove si svolgono feste, cerimonie pompose, tutto all'insegna della ricchezza e della fama. Ma cosa si nasconde in realtà dietro questo mondo scintillante e dorato? Se fosse solo una crosta sotto la quale scavare? Lo sa bene Madison cosa significa far parte di quel mondo, e sembra proprio che proprio per quello sia stata costretta a rinunciare alla sua stessa identità. E cosa succede se alcuni ragazzi normali si invischiano in questo mondo? Ne rimarranno soggiogati, incatenati, fino a perdere la loro innocenza. Tommy, Aster, Layla sono i principali tre protagonisti, ognuno con una personalità diversa, obiettivi e decisioni contrastati, in combutta tra di loro e con se stessi per farsi accettare da quel mondo e vincere. Tommy vuole sfondare nel mondo della musica, Layla vuole vincere per potersi permettere la scuola di giornalismo, Aster vuole diventare un'attrice famosa. Sono infatti dei promoter che dovranno far aumentare gli introiti dei vari club di Ira, ricco magnate del mondo dorato. Ma a quale prezzo? Qualsiasi: la perdita degli ideali, il superamento di alcuni limiti, la perdizione. Soltanto i più forti e i più tenaci riusciranno a sopravvivere. Viene quindi denunciata la maschera del mondo hollywoodiano, l'apparenza che prevale sull'essenza e le conseguenze nefaste di questa decisione. Punto a favore per il romanzo insieme a una discreta caratterizzazione dei personaggi (forse troppo stereotipati e prevedibili) a cui viene lasciato un certo spazio (forse troppo a volte a discapito della storia). Ma la storia purtroppo, continuando a ripensarci, mi appare strutturata in maniera confusionaria come se si fosse perso l'orizzonte, il punto di arrivo. Troppe idee? Incapacità di dedicarsi a tutte in maniera organica? Alla fine l'autrice sembra aver fatto un mix di ingredienti che però non portano assolutamente da nessuna parte!
Confusionario, povero di originalità e capacità creativa, con uno stile troppo semplice se non addirittura banale a raccontare una storia scontata. Voglio proprio vedere cosa si inventerà l'autrice per continuare la saga.. allungare il sugo spesso non è la scelta migliore (parere personale: l'intera storia in un unico libro sarebbe stata più avvincente sicuramente!).




Sconsigliato, pure se volete una lettura leggera senza troppe pretese. Personalmente c'è di meglio e spesso la "fama" di un libro è solo apparenza. Come in questo caso. 

VOTO:

Che ne pensate di questo libro?

mercoledì 17 agosto 2016

WWW Wednesday #8

Buon pomeriggio carissimi lettori ^^ L'estate sta letteralmente volando, siamo già a metà agosto T.T
Come stanno procedendo le vostre letture? Avete letto tanto? Dopo un po' di tempo, ecco che parliamo delle mie letture passate, presenti e future ^^ Lasciatemi le vostre!

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

Ho deciso di immergermi in una lettura leggera e, si spera, intrigante! Sono a circa un terzo del libro ma non voglio ancora sbilanciarmi. Presto troverete qui sul blog la mia recensione! Sarà adatto a me il mondo di Los Angeles e i suoi intrighi nascosti nei club più esclusivi?

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Ho finito di leggerlo parecchio tempo fa e soltanto adesso per impegni vari sto riuscendo a leggere altro. Assolutamente consigliato,  è stato una scoperta. Trovate la mia recensione qui


What do you think you'll read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)
 

In attesa del loro arrivo a casa. Il primo lo volevo leggere da tantissimo tempo dopo averne sentito parlare benissimo in giro (e la stessa storia mi ispira parecchio!) anche se di Gaiman sembrano innumerevoli i libri belli. Voi ne avete letto qualche altro? Quale mi consigliate?
Il secondo invece lo voglio leggere da quando è uscito il trailer del film di Tim Burton perchè ammetto che non lo conoscevo prima. Spero non deluda le aspettative!


Quali sono le vostre letture della settimana?

mercoledì 10 agosto 2016

WWW Wednesday #7

Finalmente torno a pubblicare la rubrica del Mercoledì WWW Wednesday. Per vari motivi l'ho dovuta abbandonare per alcune settimane, quindi oggi inserirò un po' di libri nelle letture passate.


What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

Da un po' di giorni sto leggendo La ragazza corvo di Erik Axl Sund. È un libro di oltre 700 pagine, quindi sto impiegando un po' di tempo per leggerlo. Mi sta prendendo molto, quindi penso possa solo migliorare (almeno lo spero). Ringrazio la Corbaccio per avermi donato la copia cartacea. 


What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

  

  


Come vedete dall'ultima volta che ho pubblicato la rubrica ho letto un bel po' di libri. 
Ho finito la lettura del primo libro di Veronica Garreffa La guardiana dei draghi e il cristallo di Lunus (qui la recensione). Poi mi sono dedicata alla lettura di Emancipated (recensione), donatomi dalla CE Harper Collins, che ringrazio. Se bella vuoi apparire (recensione)invece è un omaggio dell'autrice, un libro molto divertente, che apprezzato molto. 
Aspettando i libri inviatomi da altre CE, mi sono dedicata a due letture personali Ke amico 6? e Nei luoghi oscuri, entrambi due libri molto interessanti.
Infine ultime due letture L'indizio (recensione) e Amore e altri imprevisti, entrambi omaggi delle rispettive case editrici. 

What do you think you'll read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)

Ho un po' di letture in arretrato, quindi non so quale leggerò subito. Deciderò sul momento, dopo che avrò finito con La ragazza corvo.



Quali sono le vostre letture della settimana?
 









Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...