martedì 4 agosto 2015

Recensione: So che ci sei

Buongiorno lettori, ma soprattutto care lettrici! La recensione di oggi è rivolta a voi, quindi non perdetevela!
Ho letto So che ci sei di Elisa Gioia, edito da Piemme, il mese scorso ma tra sessione estiva e compliblog non ero ancora riuscita a completare di scrivere la recensione. Finalmente ce l'ho fatta e non rimane che farvela leggere ^^
Prima però ci tengo a ringraziare la casa editrice per avermi dato la possibilità di leggere questo piccolo capolavoro!

SO CHE CI SEI
Piemme | 406 pp. | €18,50
C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro.
È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi.
Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto.
Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina.
E, soprattutto, la consapevolezza che l’amore vero non ha bisogno di “ultimi accessi” di status o faccine sorridenti. È tutto da vivere, là fuori, a telefoni rigorosamente spenti.

Fate anche voi il test: Sei un/una WhatsApp-aholic? 



<<Vuoi il per sempre? Vuoi sapere se fra dieci anni sarai ancora insieme a lui? Be', ti do una notizia dell'ultima ora, Gioia>> disse infervorata. <<Non lo potrai mai sapere, non ci sono certezze nella vita, è così precaria che l'unica cosa che puoi fare è buttarti di nuovo, fidarti e amare la persona che hai al tuo fianco come se non avessi un domani. Ogni. Singolo. Giorno.>> 
Tratto da So che ci sei di Elisa Gioia 


So che ci sei è il libro perfetto da portare in vacanza e da leggere in spiaggia o in veranda al fresco. E' una lettura leggera e divertente, ma allo stesso tempo intensa ed emozionante. Un libro rivolto ad un pubblico femminile, che saprà immedesimarsi nella protagonista e insieme a lei provare emozioni e sentimenti.
Raramente riesco a sentirmi così vicina ai personaggi di un libro, Elisa Gioia è riuscita a creare una persona molto simile a me. Sarà stato anche questo a farmi vivere la storia con un'intensità maggiore.

Gioia è la nostra protagonista, giovane ragazza italiana che tornando da Londra vede sgretolarsi i
sogni di un futuro con Matteo, che senza prendersi il disturbo di farsi vivo pensa di lasciarla con un semplice foglio di carta. Già da qui iniziano a delinearsi i profili dei primi personaggi. Matteo sicuramente entra subito a far parte della lista degli “uomini stronzi”.
Forse solo con il tempo Gioia riuscirà a dimenticare il suo ex o forse grazie all'aiuto di qualcun altro, che possa riempire quel vuoto che la avvolge da un po' ormai. Christian è la persona apparentemente perfetta: bello da impazzire, dolce da far sciogliere i cuori più duri,... Ma cosa più eclatante, sembra provare qualcosa per Gioia, la ragazza comune con mille complessi e problemi.
Questo nuovo avvicinamento ad un altro uomo porterà la nostra protagonista a controllare assiduamente i social network sperando di vedere spuntare la frase “Sta scrivendo...”
Chi di noi ragazze non l'ha mai fatto? Almeno io lo faccio anche fin troppo spesso e ciò è uno dei mille punti che mi accomunano a Gioia.



La trama non è delle più originali, ritroviamo una storia già letta e riletta in tanti libri del genere. Ma sicuramente il far provare emozioni ai lettori, non è una cosa molto comune. Cosa che invece ho trovato in questo libro.
Elisa Gioia usa uno stile chiaro e lineare, che permette la lettura del libro in un paio di giorni. Il lettore è trasportato tra le pagine senza intoppi e senza stancarsi. Inoltre non mancano le parti comiche, che faranno sorridere le lettrici.
Consiglio assolutamente questo libro a tutte le donne e ragazze che vogliono vivere una bella storia romantica e divertente!

Penso che Elisa Gioia possa essere paragonata sicuramente a Kristan Higgins, scrittrice che come sapete apprezzo molto e che riesce sempre a entrarmi nel cuore. Lo stesso vale per Elisa.
Adesso non mi rimane che aspettare il secondo libro dedicato a Gioia!

VOTO:






Nessun commento:

Posta un commento



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...