giovedì 13 luglio 2017

Recensione: Il silenzio della pioggia d'estate

Buongiorno miei cari lettori ^^ siete già in vacanza? Io sto impazzendo, la laurea si avvicina e ho ancora mille cose da fare.
Ma a proposito di vacanze e di estate, oggi vi lascio la mia recensione del bellissimo libro Il silenzio della pioggia d'estate di Dinah Jefferies, un libro molto romantico e dal gusto orientale. Ultimamente sto leggendo vari libri sull'India e inizio ad amare questo Paese *-*

IL SILENZIO DELLA PIOGGIA D'ESTATE
Newton Compton | 416 pp. | €9,90

1930, Rajputana, India.
Dopo la morte del marito, Eliza, una giovane fotoreporter, si sente persa. A tenerle compagnia c’è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico decide infatti di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale. È l’occasione della sua vita e deve sfruttarla a ogni costo. Ma, al suo arrivo, una sorpresa l’attende: giunta al palazzo, conosce il fratello del principe, Jay, un ragazzo giovane, affascinante e dai modi gentili. Uniti dal desiderio di migliorare le condizioni della popolazione locale, che vive in estrema povertà, Jay ed Eliza scopriranno di avere più cose in comune di quanto potessero mai immaginare. Eppure la società indiana, molto tradizionalista, e le loro famiglie la pensano diversamente. E questo li costringerà a una scelta: fare ciò che tutti si aspettano da loro oppure seguire ciò che dice il cuore…


L’India è un paese magico, ricco di colori e con una storia alle spalle caratterizzata dal colonialismo inglese. Penso che descrivere i luoghi di un mondo così variopinto debba essere difficile, ma Dinah Jefferies è riuscita perfettamente in questo. Le sue descrizioni sono così reali e dettagliate da farti dimenticare cosa hai intorno e trasportarti direttamente tra la gente della sua storia. I suoi personaggi, così come per gli scenari, ci vengono descritti minuziosamente aiutando la nostra immaginazione a vivere appieno la storia.
È la prima volta che leggo qualcosa di questa autrice, ma non poteva andare meglio. Ho amato il suo stile narrativo e la sua grande abilità nel trasmettere le emozioni.
Jay ed Eliza sono i protagonisti del libro, sebbene l’epilogo della loro storia sia scontato la lettura
rimane comunque appassionante. I due si amano, nonostante i pregiudizi e nonostante la riluttanza di chi gli sta intorno. Jay è un principe indiano, con dei doveri da rispettare a cui piace stare tra la sua gente e soprattutto aiutare chi non ha poco. Eliza invece è inglese, viene da un mondo completamente diverso, da cui va via dopo la morte del marito. Dopo tanti anni ha la possibilità di tornare in India, a Rajaputana  per l’esattezza, per sfruttare l’opportunità di fotografare la vita della famiglia reale e scoprire così una cultura diversa.
I due protagonisti sono diversi, come diverse sono le loro storie, ma l’amore è un sentimento universale che non fa distinzione. Portare avanti la loro relazione è difficile, Jay dovrebbe sposare una donna del suo Paese e con lei fare dei figli; Eliza invece è vedova e nell’India degli anni ‘30 questo era segno di sciagura. Ma tutto ciò non può fermare i loro sentimenti.
Il silenzio della pioggia d’estate è un libro romantico, che ci regala tante emozioni e appassiona, pagina dopo pagina. Durante la lettura ci ritroviamo a tifare per l’amore dei due protagonisti. Quello scritto da Dinah Jefferies è qualcosa di unico, la sua storia tanto suggestiva è in grado di farci passare delle ore in ottima compagnia. La lettura inoltre scorre veloce e lineare, nonostante i temi trattati e il periodo in cui è ambientata la storia.  Se poi avete voglia di scoprire l’India, credo che questo possa essere il libro che fa al caso vostro. 
 



Che ne pensate di questo libro?

Nessun commento:

Posta un commento



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...