martedì 3 marzo 2015

Recensione: L'incanto di Fantasia

Buongiorno carissimi lettori, dovevo pubblicare questa recensione ieri ma il mio pc ha ben deciso di non accendersi -_- ho dovuto ripristinarlo, insomma un casino!
Ma importante che adesso sono qui a parlarvi di questo libro. Si tratta dell'ultimo lavoro di Caterina Armentano, autrice di cui ho già letto un libro molto profondo e che tocca una tematica quanto mai attuale, la violenza sulle donne: Libero arbitrio (qui la mia recensione).
Il libro però di cui vi parlo oggi è completamente distante da quello precedente, infatti si tratta di una raccolta di racconti per piccoli lettori... ma eccovi qui tutte le informazioni.

L'INCANTO DI FANTASIA

0111 Edizioni | 174 pp. | €15,00


In una notte sinistra e tempestosa, mentre i tuoni e i lampi dirompono tra cielo e terra, Minerva abbandona l’Olimpo per far visita a una bambina, relegata in una caverna da un intero villaggio. La piccola non ha un nome e ha una grave disabilità: non sa parlare, per questo si esprime tracciando disegni sui muri della caverna che la ospita. Minerva rimane affascinata da tante meraviglie, decide così di farle un dono. Le verrà dato un nome: Fantasia. La bambina capirà ben presto di poter dar vita a creature straordinarie, quelle del libro incantato che lei stessa creerà e che magicamente si animeranno: pere magiche, colori fatati, folletti dispettosi, draghi con poteri straordinari, re razzisti, fratelli intrepidi, chiavi che conducono in mondi alternativi, pozioni che inducono il sonno eterno.
Fantasia si prenderà cura di tutte le sue creature, rivelandosi migliore di coloro che l’hanno abbandonata, dimostrando che la sua capacità di amare è più forte della Paura, della Solitudine e dell’Abbandono.



L'autrice Caterina Armentano torna con una raccolta di racconti, ma rispetto al libro precedente che ho letto dell'autrice, il tema è sicuramente molto più leggero.
Questa volta Caterina si cimenta nella scrittura per l'infanzia, scrivendo diverse fiabe all'interno del suo libro, ma tutte legate da una singola storia iniziale, che potrete leggere nella trama.
E così nelle pagine troviamo creature magiche e storia fantastiche, ma ricche di insegnamenti. Perché come ogni fiaba che si rispetti, anche quelle di Caterina hanno una morale da insegnare ai piccoli lettori. Come la storia de Il principe arcobaleno, che insegna ai bambini a non giudicare le persone dal colore della loro pelle o dal luogo in cui essi hanno vissuto. Storia che a me è piaciuta particolarmente proprio per il tema in essa affrontato.
Oppure come la storia de I cinque cavalieri erranti, dove l'autrice insegna quanto sia importante aiutare gli altri e non essere egoisti, quanto tutto ciò possa ripagare.
Lo stile di Caterina ancora una volta è stato di mio gradimento, nonostante il genere mi ha comunque invogliata a leggere tutte le storie e a finire il libro. Si tratta anche di poche pagine, con un carattere molto grande quindi si può tranquillamente leggere in brevissimo tempo.
Leggere questo libro, mi ha riportato a tanti anni fa, a quando storie del genere mi facevano fare bei sogni e mi tenevano col fiato sospeso. E' stata davvero una bella “avventura” leggerlo e ringrazio Caterina per avermene dato l'opportunità.
Si tratta come ben potete capire di una lettura molto leggera, che magari molti di voi lettori non considereranno neanche, ma se avete dei bambini in casa oppure vi piace per un momento della giornata, tornare piccoli, questo è un libro che sicuramente vi consiglierei!


VOTO:









3 commenti:

  1. Grazie, Christy. Sono felice che le mie fiabe ti abbiano fatta viaggiare nel tempo!

    RispondiElimina
  2. Grazie, Christy. Sono felice che le mie fiabe ti abbiano fatta viaggiare nel tempo!

    RispondiElimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...