martedì 29 dicembre 2015

Natale 2015: Propositi da lettore per il nuovo anno!

Questo sarà l'ultimo post dell'anno. Un anno ricco di libri, storie, personaggi, eventi letterari, iniziative, articoli e giveaway. Speriamo che il nuovo anno sia ricco quanto quello appena passato e che ci farete compagnia ancora ^^ Ci tengo proprio a ringraziarvi tutti per averci seguito e per essere sempre i migliori followers del mondo!

Passiamo adesso ai propositi da lettore per il 2016 :P
L'anno scorso mi ero fatto diverse promesse alcune delle quali sono riuscito a mantenere. In questo post (qui) indicavo 7 libri che avrei voluto leggere durante quest'anno: bene vi annuncio che di quelli ne ho letti solo 3 >.< insomma non sono proprio bravo a mantenere le promesse! Ma quel che è fatto è fatto, quindi andiamo a vedere alcuni titoli che vorrei leggere nel 2016 (insieme a quelli che non ho letto nel 2015 ahahah). Ce la farò a vincere questa sfida? :P

Peter Pan ( James M. Barrie)

Nel crepuscolo londinese una figuretta vola sui tetti delle case: è Peter Pan, l'unico bambino che non cresce mai. Il motivo della visita in città è presto detto: deve riacciuffare la sua ombra ribelle, fuggita mentre ascoltava di nascosto le storie che Mrs. Darling racconta ogni sera ai piccoli Wendy, John e Michael prima di dormire. Sarà l'inizio di una meravigliosa avventura, con una tribù di ragazzi smarriti che vivono su un'isola non riportata dalle mappe (non le vostre, perlomeno!), indiani, fatine dispettose, pirati senza una mano, coccodrilli affamati e sirene ammaliatrici.






Alice nel paese delle meraviglie (Lewis Carroll)

Nato come libro per bambini, ma letto e riletto anche dagli adulti, "Alice nel Paese delle Meraviglie" è un romanzo geniale: una storia fantastica e sottilmente satirica, in cui il magistrale intrecciarsi di invenzioni linguistiche, ribaltamenti di senso, trucchi logici e situazioni assurde stimola a guardare la realtà da punti di vista inusuali. Nel Paese delle Meraviglie, insieme ad Alice e attraverso i suoi occhi, incontriamo il Coniglio Bianco, il Bruco, la Lepre Marzolina, il Cappellaio Matto, il sonnolento Ghiro, il Gatto del Cheshire, la Regina di Cuori e una miriade di altre creature, rappresentate in tutta la loro stranezza dai disegni di John Tenniel. Seguendo Alice nelle sue paradossali avventure in questo mondo onirico sotterraneo, metafora dell'assurdità della vita adulta, sentiremo certamente stuzzicare la nostra curiosità e la sfida del ragionamento logico, ma arriveremo infine alla conclusione liberatoria che non per forza bisogna cercare sempre un significato, soprattutto se un significato non c'è.

Dracula (Bram Stoker)

Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l'archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema. Ispirato alle figure storiche del principe romeno Vlad II detto Dracul («il diavolo») e di suo figlio Vlad III, l'Impalatore, Dracula-Nosferatu (colui che non muore, il morto vivente) è un personaggio più che mai inquietante. Nel tratteggiarlo Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere. Da queste pagine si sprigiona così una magia che giunge fino alle soglie dell'incubo. Dracula rappresenta infatti in modo del tutto originale l'eterna vicenda della lotta tra il Bene e il Male, sullo sfondo di una storia che scaturisce direttamente dall'inconscio e, come tale, parla in termini che si impongono immediatamente alla fantasia di ciascuno di noi, per entrare nei nostri sogni più spaventosi. Né bastano esorcismi razionalistici a toglierle l'irresistibile suggestione, la possente ossessività che la pervade.

Al faro (Virginia Woolf)


Romanzo sperimentale, intonato alla ricerca di libertà formale che accomuna i grandi scrittori di questo secolo, "Al Faro" è un libro sulla memoria e l'infanzia; un'elegia alla luce che ha illuminato le figure della madre e del padre reali, che nel romanzo diventano il signore e la signora Ramsay. A tema è lo scontro tra il sì materno ("sì, andremo al faro") e il no paterno ("no, al faro non si può andare"), come esso risuona nel cuore del figlio James, e nella mente della figlia Virginia, che a distanza di anni si misura, scrivendo, con la potenza di quei fantasmi. L'effetto è liberatorio. Prima, confessa Virginia Woolf, "pensavo al babbo e alla mamma ogni giorno". Ora "li depone", li seppellisce. È la sua catarsi.

Anna (Niccolò Ammaniti)

In una Sicilia diventata un'immensa rovina, una tredicenne cocciuta e coraggiosa parte alla ricerca del fratellino rapito. Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un'isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela. E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono più, dovrà inventarne di nuove. Con "Anna" Niccolò Ammaniti ha scritto il suo romanzo più struggente. Una luce che si accende nel buio e allarga il suo raggio per rivelare le incertezze, gli slanci del cuore e la potenza incontrollabile della vita. Perché, come scopre Anna, la "vita non ci appartiene, ci attraversa".


Un qualsiasi libro di Stephen King (si accettano suggerimenti)


Infine, prima dei numeri estratti, vi auguriamo un Buon Anno nuovo e tanti festeggiamenti!!!


Adesso annunciamo i nuovi numeri della Tombola 2015:

32 (il capitone)
77 (i diavoli)
45 (il vino buono)
3 (la gatta)


7 commenti:

  1. Ogni anno e dico ogni anno mi faccio una lista di buoni propositi e inevitabilmente non mantengo..ormai mi sono rassegnata...

    RispondiElimina
  2. Il mio buon proposito è sempre lo stesso: leggere di più e soprattutto leggere libri di qualità. ^-^

    RispondiElimina
  3. già ogni anno se ne mantengono sempre pochi di buoni propositi e devo dire che ho fatto solo ora ambo alla tombola! buon risultato! :(

    RispondiElimina
  4. Di questi ho letto solo Dracula. Tu farai molto meglio XD
    Buona fortuna allora :)

    RispondiElimina
  5. Anch'io non riesco mai a raggiungere i miei obiettivi >_> tra questi ho letto Alice nel paese delle meraviglie, mentre mi piacerebbe leggere qualcosa di Stephen King e Dracula, che in realtà avevo iniziato ma non sono riuscita a terminare ç_ç

    RispondiElimina
  6. I buoni propositi sono sempre qualcosa di irrealizzabile probabilmente ci fanno sicuramente crescere in qualità, ma talvolta forse puntiamo troppo in alto comunque non importa l'importante secondo me è darsi degli obiettivi e poi se ci riusciamo o no quello poco importa l'importante è cercare di fare il nostro meglio. Sui libri sicuramente ho una lista di libri che continuo ad acquistare e poi per varie ragioni famigliari di lavoro eccetera non riesco a leggere ed accumulo accumulo ma non importa prima o poi ci riuscirò..... Questi libri li ho letti tutti fuorchè quello della Wolf al faro ma l'ho messo in Wl sembra bello

    RispondiElimina
  7. Peter Pan piacerebbe tanto leggerlo anche a me!
    Stessa cosa per King v.v spero di farcela quest'anno :)
    In bocca al lupo con i buoni propositi, e ancora buon anno!

    RispondiElimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...