martedì 11 settembre 2012

Recensione: Biancaneve e il cacciatore

Finalmente riesco a postare una delle due recensioni già pronte!
Molti di voi, aspettavano questa recensione, finalmente vi posso accontentare. Adesso che ho letto il libro, voglio vedermi il film, così posso cercare le differenze che solitamente purtroppo ci sono tra libro e film.
Intanto vi presento il libro, anche se molti già lo conoscono.

BIANCANEVE E IL CACCIATORE 
AUTORE: Lily Blake, Evan Daugherty, John Lee Hancock e Hossein Amini
EDITORE: Mondadori
COLLANA: Chrysalide
PAGINE: 235
PREZZO: 16,00

TRAMA:
Re Magnus è in guerra contro un terribile nemico. Ma armi e battaglie non lo distraggono dal doloroso ricordo della moglie perduta. Di lei gli rimane solo la piccola Biancaneve. Fino al giorno in cui, nella Foresta Tenebrosa, il re incontra una donna bellissima, capace di farlo innamorare di nuovo: la malvagia Ravenna. È la regina del Male, che con le sue arti di magia nera, assorbe dal cuore delle fanciulle l’eterna giovinezza, uccidendole. La prossima vittima è Biancaneve. Ma sotto il candore della pelle e l’ingenuità dello sguardo, la ragazza cela un animo guerriero. Ed Eric, il cacciatore destinato a sopprimerla, si troverà di fronte una donna coraggiosa, affascinante, e decisa a combattere, nonché una banda di nani ribelli che darebbero la vita per lei. La perfida Ravenna ha i giorni contati.



Biancaneve e il cacciatore è un libro che mi ha fin da subito conquistata, sarà per la copertina (secondo me fantastica), sarà per la trama, o per il semplice fatto di essere una fiaba modificata.
Una storia davvero particolare, tutto verrà cambiato rispetto alla fiaba che si racconta ai bambini.

Il libro inizia con una battaglia, l'esercito di Re Magnus dovrà fermare l'oscuro esercito degli uomini ombra, per proteggere i villaggi. Fortunatamente, la battaglia viene vinta da Re Magnus, padre di Biancaneve. La morte della moglie, per il re è stata devastante non avrebbe più nessun motivo di tornare salvo dalle battaglie, l'unica sua ragione di vita è la figlia.
Dopo aver sconfitto l'esercito nemico, trova in un carro una giovane donna, rinchiusa dagli uomini ombra, che finalmente può essere liberata. Ma dietro l'aspetto affascinante della donna, si nasconde una terribile figura, quella della malvagia Ravenna. La quale con l'inganno riesce a far innamorare il re e farsi accettare da Biancaneve, con lo scopo di farsi portare all'altare e diventare la regina del regno. Ma quella che doveva essere una notte d'amore, si trasforma in una notte di sangue. Ravenna uccide il re e riserva la stessa sorte per tutti i sudditi, tranne per una piccola fanciulla, infatti Biancaneve viene risparmiata e rinchiusa nelle prigioni del castello.

Soltanto dopo 10 lunghi anni la giovane, più bella che mai, riesce a fuggire e a rifugiarsi nella Foresta Tenebrosa, dove le piante si avvinghiano attorno alle gambe e vi sono strane creature, si dice che nessuno sia mai uscito vivo da lì. Ma Biancaneve deve fuggire! La regina vuole il suo cuore. Poiché Ravenna riesce a mantenersi giovane grazie al cuore delle giovani, ne rubba l'anima, l'energia e la bellezza. Ma Biancaneve, a differenza di tutte le altre, è l'unica in grado di darle la giovinezza eterna.
Il cacciatore facendo un patto con la perfida regina, darà la caccia a Biancaneve nella foresta, ma successivamente appena verrà a conoscenza del perché Ravenna vuole la fanciulla, combatterà al fianco della sua principessa.
La protagonista sarà aiutata oltre che dal cacciatore, anche dai nani. Faranno da contorno al racconto anche altre fantastiche creature: le fate, un cavallo bianco che sprigiona luce,...

Biancaneve vincerà la battaglia contro la perfida Ravenna? Porterà la pace nel suo regno?

In questo libro vedremo una Biancaneve molto dark, molto combattiva. Sarà lei stessa a dare coraggio al suo popolo e a portarlo alla battaglia finale.
Tutti i vari personaggi sono descritti nei minimi particolari, sia fisici che psicologici. La scrittura è molto scorrevole, ciò permette una lettura veloce senza pause. In alcuni capitoli la protagonista diventa Ravenna.
Mi aspettavo un po' più di romanticismo, vi sono solo pochi sguardi, non aspettatevi nessun matrimonio finale e nessun “e vissero felici e contenti”.

Consiglio questo libro soprattutto ai più giovani e agli amanti del fantasy o delle fiabe. Ovviamente il finale è un po' scontato conoscendo la storia di Biancaneve e i sette nani, ma come ho già detto non ci sarà nessun matrimonio. Biancaneve rimarrà single?


VOTO: 4/5


VOI AVETE LETTO IL LIBRO O VISTO IL FILM?

1 commento:



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...