mercoledì 10 ottobre 2012

Recensione: I segreti del Lazarus Club

Lettori, finalmente ho finito di scrivere questa recensione. Ammetto che è stata un po' dura, perché mi è piaciuto davvero tanto questo libro e quindi ho cercato di farvi capire tutto quello che ho sentito io leggendolo. Spero di esserci riuscita!

I SEGRETI DEL LAZARUS CLUB

AUTORE: Tony Pollard
EDITORE: Gargoyle Books
PAGINE: 528
PREZZO: 14,90

Londra, 1857. La città vittoriana del progresso, della tecnologia e della scienza è sconvolta da una serie di efferati omicidi di prostitute. L' ispettore Tarlow consulta il chirurgo George Phillips per avere un' opinione su uno dei cadaveri rinvenuti. Quando un cuore umano viene ritrovato avvolto in un fazzoletto recante le iniziali del nome del dottore, il poliziotto comincia a nutrire dei sospetti, specialmente dopo aver scoperto che Phillips non disdegna le case di malaffare. Nel frattempo, nel porto della città fervono i lavori di ultimazione della Great Eastern, il gigantesco bastimento a opera dell' ingegnere Isambard Kingdom Brunel. 
Proprio Brunel, un giorno, fa la sua comparsa nella sala di Anatomia dell' ospedale St. Thomas, dove il dottor Phillips è intento a sezionare un cadavere davanti ai suoi studenti. L' eccentrico e geniale ingegnere mostra subito un enorme interesse verso l' attività del chirurgo. Tra i due inizia, così, un' assidua frequentazione e il celebre progettista invita il giovane medico ad affiliarsi al Lazarus Club. A far parte di tale club sono alcune tra le menti scientifiche più brillanti dell'epoca, le quali - nelle periodiche riunioni - confrontano le loro avanzatissime idee e presentano le loro audaci invenzioni. Phillips viene designato segretario, pertanto dovrà redigere i verbali di tutti gli incontri che hanno luogo. Ma c'è chi usa il club per fini segreti e personali... e il dottor Phillips finisce per trovarsi nella spinosa condizione di doversi, da un lato, discolpare da un' accusa ingiusta e, dall' altro, di evitare che una creazione straordinaria, destinata a mutare il destino dell' umanità, raggiunga mani sbagliate...


Inghilterra 1857, è questo il luogo e il periodo in cui è ambientato il thriller di Tony Pollard.
Una storia raccontata dal dottor George Philipps, una sorta di diario segreto, che ci svelerà i segreti più oscuri di un famoso club, in cui si riunivano le più grandi menti del tempo, il Lazarus Club.

Tutto inizia, con il macabro ritrovamento di un corpo nudo e privato degli organi interni, nelle scure acque del Tamigi. Chi può commettere degli omicidi così tremendi?
George Philipps è un dottore, si occupa principalmente dell'autopsia dei cadaveri. Ma è periodo di peste e le vittime non possono essere analizzate, causa: pericolo di contagio. Questo provoca una crisi di cadaveri, sono pochi e il lavoro scarseggia.

Ma la storia vera e propria inizia quando il protagonista viene invitato, dall'ingegnere Isambard Brunel, ad assistere ad una riunione davvero particolare. Queste riunioni sono periodiche e avvengono in una stanza privata di un locale, dove uno per uno i partecipanti presentano le proprie idee, i propri lavori. Ci saranno personaggi molto illustri di quell'epoca, come Darwin che cerca di spiegare la sua teoria sull'evoluzione, ma chi può capire di che parla in quegli anni? Infatti il Dottor Darwin viene deriso e preso per pazzo. Si cerca di costruire le fognature del Tamigi, c'è perfino chi vuole inventare una macchina in grado di volare. Ma il progetto più ambito è la costruzione di un “cuore metallico”, in grado di tenere in vita la gente. Almeno lo scopo dovrebbe essere questo, ma invece c'è chi lo vuole per sé per altri scopi peggiori, costruire i siluri e scatenare una guerra.
Tutti questi segreti porteranno ad una lunga avventura che vedrà occupato lo stesso Philipps, in oscuri progetti. Riuscirà a portare tutto alla luce e a mettere fine ai suoi incubi?

I segreti del Lazarus Club è davvero uno dei migliori thriller che abbia mai letto, riesce a catturarti dalla prima all'ultima parola. Sono poco più di 500 pagine piene di suspance e colpi di scena. Quando pensi che tutto si stia risolvendo, ecco che arriva un altro problema, e un altro ancora,... e così via. Non si arriva mai ad una fine vera e propria, anche se si pensa di essere arrivati alla soluzione manca sempre un tassello del puzzle. Ti ritrovi avvolto nel mistero, nei dubbi, negli omicidi.

Tony Pollard, per i miei gusti, usa una scrittura impeccabile. In grado di attirare il lettore, senza farlo stancare mai. Sciolta e minuziosa. Vi sono ampie descrizioni dei luoghi, degli abiti,... riesce a trasportarti in quell'epoca.
Che altro posso dire? Lo consiglio a tutti gli amanti del genere, non ne rimarrete delusi! Il mio voto è super positivo.

VOTO:


Ringrazio la Gargoyle Books, per avermi fornito una copia del libro e per avermi dato la possibilità di leggerlo ed amarlo.



2 commenti:

  1. prossimo acquisto lo comprerò :) mi hai convinta :)

    RispondiElimina
  2. Te lo consiglio veramente tanto! Soprattutto visto che ti piace questo genere ;)

    RispondiElimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...