giovedì 20 aprile 2017

Nuove uscite: Rizzoli, Corbaccio, Golem, TimeCrime

Buongiorno carissimi lettori ^^ oggi voglio fare un riassunto delle ultime uscite di alcune CE, ho deciso di raggrupparle per evitare di pubblicare troppi post. I libri che vi presento sono usciti in questi ultimi mesi, tra Marzo e Aprile.
Ho trovato ognuno di questi libri molto interessante, spero che possano incuriosire anche voi. Ovviamente fatemi sapere cosa mettere in wishlist!

RIZZOLI


UN ALBERO AL CONTRARIO
Rizzoli | 322 pp. | €18,50

Quando varca la soglia della comunità, Ginevra ha solo due grossi sacchi neri. Dentro c’è tutta la sua vita di undicenne: giocattoli, vestiti e quaderni accumulati in anni passati tra istituti e famiglie affidatarie, in cerca di un posto da chiamare “casa”. Adesso non sa cosa aspettarsi: e se i bambini e gli educatori fossero cattivi come li immagina nei suoi incubi? O, peggio, se la mandassero via ancora una volta? Per fortuna, quel mondo bizzarro è pronto a stupirla: c’è la signora Tilde, che le prepara grandi tazze di cioccolata calda; c’è Verde, la compagna di stanza, chiamata così perché ha i capelli tinti di color asparago; c’è Bao Kim che non sa parlare bene, ma ha sempre voglia di ridere e giocare. E poi c’è Agape, bello come una creatura marina, che le stringe la mano ogni volta che ne ha bisogno, facendole provare qualcosa di nuovo e speciale. Con loro Ginevra sente di non essere sola: in comunità tutti hanno storie dure alle spalle, ma insieme si fanno coraggio, e quando si ritrovano intorno al tavolo sanno che è a questo, in fondo, che serve una famiglia. Un romanzo toccante e vitale, che insegna a sperare e a non lasciarsi abbattere. Perché anche senza radici si può trovare la forza per crescere.
SULLA STRADA GIUSTA
Rizzoli | 350 pp. | €18,00

Da una scogliera a picco sul Mar Glaciale Artico, un uomo respira finalmente la libertà. Intorno ha solo il silenzio e davanti l’orizzonte infinito e limpido. Appena qualche mese prima non l’avrebbe mai creduto possibile. Ave- va trentun anni e un lavoro stabile: il sogno di molti, ma non il suo. Così un giorno ha detto basta e si è messo in cammino su sentieri sconosciuti, per cercare una risposta ai confini del mondo, senza ancora sapere se quello alla vita di prima sarebbe stato un arrivederci o un addio. Dal Sudamerica a Budapest, dall’India alla Scandinavia, tra paesaggi mozza- fiato e momenti di intima condivisione, Francesco vive esperienze inattese che gli mostrano chi è davvero, un giorno dopo l’altro. Lontano da casa o tra la propria gente, l’importante è metter- si in gioco. Dopo il successo del blog Wandering Wil e i tantissimi lettori incontrati in Rete, Francesco Grandis è riuscito nell’impresa di pubblicare la sua storia. Sulla strada giusta è un “urlo nel silenzio” per svegliarci dal torpore della routine e ricordarci che se non insegui la felicità non avrai chance di trovarla.















































----------------------------

CORBACCIO


GLI EREDI

Corbaccio | 324 pp. | €17,60
«Mi creda, avrà bisogno ancora di un sacco di caffè oggi. Sarà una cosa lunga.» Nella saletta colloqui del seminterrato del reparto psichiatrico dell’ospedale Frank Bennell, stimato criminologo alla soglia della pensione, chiede aiuto a Robert Winter, psicologo con cui ha collaborato in numerosi casi di omicidio. Però i due esperti dei lati oscuri della natura umana questa volta sono messi a dura prova. La donna che si trovano davanti, sopravvissuta a un grave incidente su una strada di montagna immersa nella nebbia e battuta dalla pioggia, sembra oscillare tra realtà terribili e allucinazioni. Si chiama Laura Schrader, trentadue anni, capelli biondi; sull'auto accanto a lei una pistola vecchio modello col caricatore vuoto e un baule in cui si nasconde una dura verità. Nel suo sguardo diffidenza e terrore. Perfino Winter, il quale nella sua carriera ha ascoltato dai suoi pazienti storie così plausibili da rendere difficile smascherarle, non sa come mettere in ordine i pochi elementi ricavati con tanta fatica dalla donna: l'uomo che l'ha salvata chiamando i soccorsi e poi è sparito nel nulla, bambini dagli occhi di ghiaccio, misteriose uccisioni… Fatica a collegarli a quanto si vede nella foto che gli ha mostrato il collega: qualcosa di terribile, che supera ogni immaginazione. In una lunga notte, fuori dalla clinica, sotto un cielo nero e gonfio di odio sta succedendo qualcosa. Ma cosa? Bisogna credere a quella donna per arrivare in tempo. Se sarà ancora possibile. Un romanzo forte come un pugno allo stomaco, con un ritmo serratissimo. Un altro Incubo, radicale, definitivo, ma anche provocatorio, che ci costringe a riflettere da un altro punto di vista sulle nostre responsabilità verso il mondo dopo di noi.



----------------------------

GOLEM


IL TEMPO DEGLI INGANNI
Golem edizioni | 255 pp. | €16,50
La testa del Mago, un ambiguo protagonista de Il volto del male, viene recapitata a Mick the Mack. Cosa significa? È una minaccia? E, soprattutto, chi l’ha spedita? Tra Torino e la Calabria una serie di eventi e di personaggi vecchi e nuovi scuoteranno l’animo del lettore che, a un certo punto, non saprà più se si trova di fronte a finzione o realtà. Una storia dai contorni torbidi dove criminalità organizzata, politica, centri sociali, servizi e loschi personaggi si muovono, privi di scrupoli, in un sottobosco alla ricerca del solo loro interesse materiale.


----------------------------

TIMECRIME

IL COLLEZIONISTA
TimeCrime | 426 pp. | €14,90
Il lavoro di Lila Emerson consiste nel badare alle case altrui in assenza dei proprietari. Un'occupazione all'apparenza semplice e senza particolari implicazioni. Questo almeno è quello che ha sempre pensato fino al giorno in cui, guardando fuori dalla finestra, assiste a un omicidio: una giovane donna precipita nel vuoto, da un appartamento in cui verrà poi trovato il cadavere di un uomo, Oliver Archer. Le prove fanno da subito supporre che si tratti di un caso di omicidio-suicidio, ma Ashton Archer, fratello dell'uomo e noto pittore, è convinto dell'innocenza di Oliver, incapace, a suo dire, di commettere una tale atrocità. La sola persona che può aiutarlo nella ricerca della verità è Lila, unica testimone oculare, ma quello che nasce tra i due è qualcosa che va oltre una complicità investigativa. I loro destini si ritrovano così indissolubilmente legati in un gioco più pericoloso di quanto immaginassero, dove le dinamiche criminali s'intrecciano al traffico illegale di oggetti d'arte, in un mondo oscuro in cui la vita può valere meno di un cimelio. Una storia in cui Eros e Thanatos s'intrecciano nel più sordido degli abbracci, e l'arte cela il crimine più efferato dietro i bagliori della sua bellezza.

Che ne pensate di queste nuove uscite?




mercoledì 19 aprile 2017

Nuove uscite: Bonfirraro Editore

Buongiorno carissimi lettori ^^ Come avete trascorso le vacanze? In compagnia di un libro? Purtroppo per noi i giorni di sereno ozio e libertà sono finiti T.T
Per rallegrarci la giornata, vi presentiamo una prossima novità della casa editrice "Bonfirraro" con cui il nostro blog ha iniziato una collaborazione *_*
In più oggi si tratta del libro di un nostro compaesano xD


TENDE ROSSE
Bonfirraro editore | 160 pp. | €15,90
Giovanni ha diciotto anni, lavora in una bottega di frutta e verdura in un mercato popolare di Palermo, vive solo con la madre da quando il padre è stato allontanato per violenze. Un giorno assiste all’inseguimento di due malviventi da parte di alcuni poliziotti e da quel momento la sua vita cambia, diventano involontario protagonista di un fatto si sangue di stampo mafioso. Da semplice spettatore egli diverrà collaboratore di giustizia, spinto da un sentimento di ribellione alla cultura criminale di cui il mercato è intriso. Come una barca che gira una boa in alto mare, Giovanni vedrà in pochi giorni la sua vita del tutto stravolta. Con Valeria, giovane ragazza non vedente, vivrà un’intensa storia d’amore, esplosiva e sofferta, e si troverà a indagare, insieme a lei e a un amico libraio, sui misteri di un losco traffico della malavita, scoprendo, tra un colpo di scena e l’altro, che “l’inferno” può davvero esistere. Un giallo avvincente in cui nulla accade per caso, in cui un mistero ha la capacità di innescare una catena di eventi imprevedibili che rischiano di rivelarsi molto pericolosi.



Un giallo ben congeniato, dunque, con uno stile semplice, piano e cadenzato, che si inserisce nel solco della triade selleriana Camilleri – Piazzese – Savatteri, ma dalla quale si distingue profondamente proprio per la scelta di parlare comunque della mafia, “cancro” che permea ogni angolo di questa Sicilia dolce- amara, in cui la giustizia fatica a fare il suo corso e applicare le leggi è molto complesso, a causa di un tessuto sociale intriso da quei mali che nel tempo sono diventati un vero e proprio ostacolo al cambiamento.
Ed è così, infatti che lo stesso autore spiega le sue scelte: «Ho voluto raccontare così la mia città, anche in alcuni aspetti forse poco noti come la Palermo sotterranea e quella zona grigia dove la vita di ogni giorno può venire a contatto con la criminalità organizzata».
«Tutti conosciamo la storia ufficiale dopo le stragi del 1992 – ha dichiarato l’editore Salvo Bonfirraro – ma cosa c’è ancora da scoprire e da denunciare tra le pieghe nascoste della società attuale? Agnello è stata per noi una piacevole scoperta proprio perché ci ha condotto tra le nebbie attuali di una città solare che crea un mondo indistinto dove il coinvolgimento è sempre possibile, per chiunque, pur non negandoci un lieve barlume di speranza».


L'AUTORE:
Angelo Agnello nasce a Palermo nel 1954, dove si laurea ed esercita la libera professione di Ingegnere. Scrive qualche articolo per riviste locali. Per Mondello Lido scrive “Mondello in gabbia”, descrivendo la possibilità di eliminare la recinzione che circonda la spiaggia di Mondello e raccoglie le firme in una petizione online. Fonda un’associazione che si occupa del restauro dell’antica Torre della Tonnara di Mondello. Nel 2000 si avvicina alla scrittura. Scrive qualche racconto e soggetti per due fumetti. “Tende Rosse” è il suo primo romanzo.



Che ne pensate di questo libro?
Vorreste leggerlo?

martedì 18 aprile 2017

Nuove uscite SEU (Scrittori emergenti uniti)

Cari lettori oggi, oltre alle recensioni già online, voglio presentarvi le nuove uscite pubblicizzate dall'associazione SEU (Scrittori emergenti uniti). Precisamente quelli che vi presento sono quattro libri di generi diversi, scritti da autori emergenti italiani.


Il primo libro che vi presento è un'antologia su tematiche socio-didattiche, scritto a quattro mani da Claudio Secci e Eva Muzzupappa, edito da Edizioni della Goccia

COSÌ NON VALE
Edizioni della Goccia | 107 pp. | €10,00
“Così non vale” nasce dalla collaborazione fra lo scrittore Claudio Secci e la psicoterapeuta Eva Muzzupappa. Attraverso i racconti di Claudio e gli inserti clinici di Eva, si mira a sensibilizzare il problema della dipendenza da gioco d’azzardo ed il suo trattamento.

Estratto dal libro
Non credo esista qualcosa di più rassicurante e soddisfacente dell’osservare un figlio mentre dorme, col suo sorriso che esprime benessere e bei sogni. Ti senti pieno di quell’espressione di spensieratezza, ti compiaci di aver dato riparo e protezione alla tua creatura, alla quale non manca proprio nulla per essere felice. Dalla prospettiva di un papà troppo impegnato di giorno a lavorare, e di sera a dilapidare soldi al bar, potrebbe non risultare evidente cosa manca al proprio figlio. Nell’attimo in cui ti allontani dal suo letto vieni assalito da una tremenda nostalgia. Vieni scaraventato quarant’anni indietro e ti ricordi quando potevi vivere accoccolato sotto le ali dei tuoi genitori, limitandoti a cercare di non essere sgridato e di spingerti sempre al limite delle tue possibilità.
Stefano è uno splendido bambino di nove anni che non ci ha mai dato problemi. È docile, non troppo pretenzioso né capriccioso. Io e mia moglie possiamo ritenerci assolutamente fortunati, per quanto un figlio in salute dovrebbe già essere motivo per esserlo. Probabilmente lui non può dire altrettanto di me. Sono mancato molto come padre, e non sono sicuro che riuscirò a recuperare. Mi sento svuotato di tutto, come se fossi nato oggi. Ho “solo” la mia famiglia che mi ha graziato nel riaccettarmi e nel salvarmi. Ho la patria potestà ancora per miracolo, grazie alla clemenza del giudice. Mia moglie ha deciso di contare ancora su di me, sia come padre che come marito. Giorgia, un'insegnante non di ruolo dopo quindici anni di supplenze, tutto poteva meritarsi tranne che un marito come me. Tutto è cominciato due anni fa, quando conobbi Lollina quasi per caso, in un contesto fatto di abitudini. Oppure non proprio per caso, perché quando frequenti ripetutamente un luogo, prima o poi te lo vesti addosso.

----------------------------

Passiamo al fantasy Lucifer - L'angelo che divenne diavolo, scritto da Laura Santella. Potrete leggere il libro sia in cartaceo, sia in eBook. 


LUCIFER
L'ANGELO CHE DIVENNE DIAVOLO
181 pp. | €10,99 (cartaceo) | €1,99 (eBook)
Come può l'angelo più devoto del Signore diventare il Diavolo in persona? Come può "il portatore di luce" trasformarsi nel Male più assoluto? Quale conflitto interiore può aver sconvolto lo spirito più splendente che viveva nei Cieli?
Questa è la vera storia della caduta di Lucifero ricostruita passo dopo passo. Rivivremo la guerra tra Satana e Michele, capiremo quali ombre hanno oscurato le anime degli "angeli caduti" e conosceremo la misteriosa figura di Lilith, la vera prima donna. In un turbinio di emozioni e tradimenti, assisteremo alla battaglia più famosa di tutti i tempi e capiremo chi è il vero nemico dell'uomo in questi giorni bui.
Guidati da testi ebraici, cristiani e apocrifi, ripercorreremo il mutamento di questa figura famosa e sconosciuta allo stesso tempo. Siete pronti a conoscere la vera storia di Lucifero?

----------------------------

Terzo libro che vi presento è un romanzo storico di Cinzia Del Bigallo

TU CHE SUSSURRI ALLA MIA ANIMA
(Parte I)
335 pp.
Già molti secoli prima che i bianchi arrivassero nel Nuovo Mondo, migliaia di etnie popolavano quegli sconfinati territori. Questi popoli, fin dalla notte dei tempi, si sono affidati ai propri sensi per interagire con gli altri esseri viventi. Ascoltavano il richiamo degli animali. Respiravano il profumo della natura. Guardavano con gli occhi della mente. Gustavano il dolce sapore della vita, che come l’acqua, crea la propria strada, trascinando via ogni impedimento, insegnando che questa e l’amore, toccano le corde segrete dell’anima, facendo vibrare il mondo che li circonda. Maria, ragazzina di sedici anni, ha in sé racchiuso un dono, tramandatole da sua madre e dalla sua ava Maya del popolo Taino. La sua storia si svolge nella Sicilia del secondo periodo borbonico (1833); Maria Castillo, questo è suo nome completo, unica figlia di Giuseppe Castillo e Rosalia Escobedo, nasce inaspettatamente, sfidando fin da subito il destino, lottando per rimanere in vita. Accanto a sé ha il suo spirito guida Maya, che l’accompagna nei suoi primi quattro anni di vita, facendole vivere quel periodo fanciullesco come qualunque bambina della sua età. La morte della mamma, però, cambia tutto. La forte somiglianza di Maria con la madre, non solo fisica ma anche spirituale, porta il padre ad allontanarla, non essendo pronto a rivivere esperienze particolari vissute con la moglie e, per difendersi, dolorosamente la caccia, affidandola alla dama di compagnia di Rosalia e governante della piccola, Anita, alla quale ordina di portare la figlia alla sua masseria di campagna. Lì Maria cresce libera, non essendo costretta a rispettare le rigide regole dell’epoca per diventare una perfetta signorina. Anita deve contrastare il carattere deciso e intraprendente della ragazzina, che non si sottrae mai a misurarsi con i compagni di gioco del sesso opposto. Al compimento dei dodici anni però, la vita di Maria viene messa in subbuglio. Strani sogni, accompagnati da una voce che parla una lingua sconosciuta, visioni di luoghi e immagini surreali, la portano a pensare, tenendo per sé questo segreto, di diventare pazza. La notte antecedente il suo sedicesimo compleanno, in uno di questi sogni, vede il pericolo incombere su suo padre: lugubri uccelli lo avvolgono minando la sua vita, ma un lupo protettore apparso improvvisamente li allontana. Tutta l’attenzione di Maria è ora inesorabilmente rivolta verso di lui. Avvolto dalla nebbia, il lupo si trasforma in uomo, che celato, si dissolve lasciandole solo il ricordo dei suoi occhi glaciali.

----------------------------

Infine vi presento un fumetto fantasy, molto breve di Enrico Santodirocco e Martina Carminetti.

ONDA DI SANGUE
LE MEMORIE DI DUBA (Parte I)
50 pp. | €4,99 (cartaceo) | €2,99 (eBook)
Cresciuto da una tribù nei pressi di Wafu-miji, una delle terre più selvagge di Leonia, Duba sperimenta fin dalla più tenera età l’emarginazione e la solitudine. Unico bianco in una popolazione nera, si convince presto ad abbandonare i confini sicuri del suo villaggio in cerca di se stesso. Il viaggio lo porterà a scoprire la verità sconvolgente dietro al suo passato, mettendolo sulla strada che conduce alla Gabbia dei re…






Che ne pensate di questi libri?

Infine, vi segnaliamo che il 24 aprile si terrà l’intervista (dalle 21 alle 22) agli autori Cinzia Del Bigallo, Angela Gagliano e Francesco Ambrosio sul seguente evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1278079085642675/ 

Recensione: Il marchio perduto del templare

Buongiorno carissimi lettori ^^ Iniziamo nuovamente dopo le vacanze di Pasqua con una nuova recensione! Un romanzo storico....ma non solo ^^ Ringrazio ancora l'autore per la copia omaggio **

IL MARCHIO PERDUTO DEL TEMPLARE
Risultati immagini per il marchio perduto del templare recensione
Newton Compton | 288 pp. | €9,90| 3,99


Nella Roma medioevale di Innocenzo III, una città in piena decadenza vessata dal malaffare e dal crimine, sei cavalieri templari, che durante la prigionia in Terra Santa hanno votato l’anima al diavolo, sono pronti a sacrificare due piccoli gemelli e a scatenare l’Apocalisse. Il loro capo, Lucifuge, ha bisogno di un antico libro, la Clavicula Salomonis, per compiere la cerimonia finale. Uno dei templari, Shane de Rue, ha però rubato e nascosto il prezioso grimorio, tradendo i suoi compagni e privandosi poi dei propri ricordi per impedire a chiunque di ritrovarlo. Ma le immagini di una battaglia cruenta in Terra Santa continuano a tormentarlo, come una maledizione. Solo Lilith, una strega dai poteri straordinari, potrebbe liberarlo dall’anatema che lo ha colpito: parola di Don Graziano, un prete che ha chiesto l’aiuto di Shane per fermare l’uccisione dei gemelli. Quando i due si recano al Colosseo per incontrare la donna, ecco che Lucifuge li sorprende.



Un romanzo storico che si tinge di nero. Il nero dell’oscurità ancestrale, del peccato, della sanguinosa battaglia tra bene e male. Il nero di una città eterna ormai decaduta, putrefatta, corrotta sino alle fondamenta. Il nero di anime ormai perdute, sopraffatte da se stesse e da un destino assai cruento. Così si presenta il romanzo di Giuliano. Un romanzo storico che travalica questo genere aggiungendo elementi che non stonano ma rafforzano l’intera struttura. Da non dimenticare inoltre la capacità di creare, con uno stile fluido e lineare, scene da pellicola, vivide, vive, forti nella immaginazione del lettore. È un romanzo che parla dell’altro lato, quello spesso nascosto e taciuto. Il lato sporco. Una Chiesa dedita ad intraprendere , oltre a esercitare un potere spirituale, una via di decadenza e corruzione, costringendo la stessa Roma a cadere nel baratro. Un romanzo dunque in cui si mischiano tra loro elementi storici, battaglie e imprese degne di nota, elementi fantastici, una magia nera pronta a svolgere il suo compito, elementi esoterici e affascinanti nel loro mistero. È un susseguirsi di eventi e colpi di scena che incalzano e non danno tempo di interrompere la lettura. Sono proprio gli eventi narrati i protagonisti della storia mentre i vari personaggi sono quasi un pretesto per l’impalcatura. Essendo un amante quasi ossequioso della parte introspettiva e caleidoscopica sui personaggi, potrebbe essere assolutamente un mio problema, una sensazione sbagliata, considerato anche il tipo di romanzo e di storia che viene narrata. Si tratta infatti di un vero e proprio thriller storico-fantastico e, come è giusto che sia, bisogna dare spazio alla suspense e ai colpi di scena. Tuttavia avrei preferito qualche maggiore dettaglio sulle personalità che vengono presentate, uno spazio maggiore alla sfera psicologica cercando di indirizzarla sempre verso l’obiettivo finale: creare suspense sino all’ultima pagina. Tornando al romanzo, l’ho trovato intrigante, anche se in qualche punto c’è stato un calo di tensione, come un continuo andare su e giù, senza riuscire a trovare una linea di continuo che scaricasse continuamente elettricità. Tra passato e presente emerge la figura di Shane de Rue, uomo eclettico: assassino, cavaliere templare, nobile romano. Un uomo che non ha certezze ma solo visioni confuse nei suoi sogni. Una figura tormentata da un passato che è pronto a bussare alla sua porta ma da cui cerca disperatamente di difendersi. Tutto aleggia intorno alla Clavicula Salomonis, un potente grimorio che nasconde le informazioni per portare a termine una missione pronta a cambiare tutto, a stravolgere qualsiasi cosa. Cosa ne sa lui di questo mistero? C’è qualcosa che si cela in mezzo ai suoi ricordi? Chi è realmente lui? Come conoscersi senza avere memoria del passato? Indugerete probabilmente durante la lettura ma il mio consiglio è di arrivare sino alla fine per cogliere il senso di questa storia. 


VOTO:



Voi lo avete letto?
Che ne pensate?


Recensione: Deathdate

Buongiorno carissimi lettori, come avete passato la Pasqua? Io ho mangiato tantissimo, quindi in questi giorni mi toccherà insalata e fare tanta palestra xD

Oggi voglio lasciarvi la mia recensione del libro Deathdate di Lance Rubin, edito da DeAgostini. Un libro unico nel suo genere e che, giustamente, ha incantato lettori in tutto il mondo. In fondo è impossibile resistergli, e se lo avete letto sapete già il perché.
Io ho già letto anche il seguito Birthdate, uscito lo scorso mese, ma per il momento non voglio dirvi nulla a riguardo, leggerete tutto nella prossima recensione.

DEATHDATE
DeAgostini | 331 pp. | €14,90
Denton Little ha diciassette anni e una sola certezza: morirà la notte del ballo di fine anno. Ma – escluso il pessimo tempismo – nulla di strano. Perché il mondo di Denton funziona così: tutti conoscono la data della propria morte, e tutti aspettano il fatidico momento contando i minuti. Per questo, fino a oggi, la vita di Denton è stata piuttosto normale: la scuola, gli amici e Taryn, la fidanzata. Ma ora mancano due giorni al ballo... e Denton sente di non avere più un secondo da sprecare. Non soltanto perché vuole collezionare più esperienze possibili in meno di quarantotto ore – la prima sbronza, la prima volta, e il primo tradimento – ma anche perché le cose sembrano essersi improvvisamente complicate. Chi è l’uomo sbucato fuori dal nulla che dice di avere un messaggio da parte di sua madre, morta ormai da molti anni? È soltanto un pazzo? E allora perché suo padre ha iniziato a comportarsi in modo tanto bizzarro? D’un tratto le ultime ore di Denton Little si trasformano in una corsa contro il tempo, una disperata ricerca della verità. E forse di una via d’uscita.
Dalla straordinaria penna di Lance Rubin, il primo romanzo di una nuova serie distopica. Una lettura brillante, irriverente e provocatoria. Una storia che vi lascerà con il fiato sospeso e che metterà in dubbio tutte le vostre certezze.


Leggere Deathdate è stato come una boccata di aria fresca. È un libro divertente, originale e con tanti piccoli messaggi che fanno riflettere i lettori.
Fin dalla sua uscita ho desiderato scoprire questa storia, ho aspettato un po’ prima di poterlo fare, ma ne è valsa la pena. Deathdate è uno di quei libri che nella vita vuoi aver letto e non puoi poi pentirti di averlo fatto.
Denton Little ha diciassette anni, e ormai gli rimane l’ultimo giorno di vita. 24 h per poter salutare tutti, partecipare al proprio funerale e poi aspettare in casa che si compia il suo destino. Tutti infatti nella sua società sanno, subito dopo la nascita, quale sarà il giorno di morte, in base ad un kit che analizzando il DNA prevede la data di fine vita. Così Denton sa già da anni di essere un “prematuro”, come il suo migliore amico Paolo, che morirà solo un mese dopo.
Ma il protagonista che ha sempre vissuto una vita che lui stesso definisce “normale”, in quest’ultimo giorno di vita sembra andare contro quello che è sempre stato. Provando finalmente le prime esperienze, insieme a Paolo e altri amici. Quello che dovrebbe essere quindi un giorno triste e malinconico, invece si trasforma in un’avventura. Scappare da poliziotti, andare al ballo del liceo, fare sesso per la prima volta, fare quasi a botte con l’ex della tua fidanzata, … sono solo alcuni degli eventi che renderanno l’ultimo giorno di Denton adrenalinico e indimenticabile. Per non parlare del discorso fatto al suo funerale, in cui decide di dire la verità ad ogni persona, sia che essa sia una buona persona, sia che essa non lo sia.

«Professoressa Donovan, se è qui con noi, devo dirle che è una persona crudele. E una pessima insegnante. Penso di aver disimparato quel poco di matematica che sapevo, per colpa sua. Parliamo sempre male di lei, ma non abbiamo mai il coraggio di dirglielo in faccia perché lei ci terrorizza. Perciò ecco qua. Secondo me, le farebbe bene andare da uno psicologo. Non so, è solo un’idea.»
Da qualche parte nella sala si leva un grido di giubilo.
«Non voglio essere cattivo, amici. In un certo senso sono contento che esistano persone così, perché le avversità aiutano a crescere, no? Ma voglio dire le cose come stanno. Voglio che tutti diciamo le cose come stanno. Perché la vita è adesso. Questi momenti sono tutto ciò che abbiamo. No?» Cavoli, come sono profondo.

In tutto questo trambusto, il lettore si divertirà insieme ai protagonisti, nella speranza che quello non sia davvero l’ultimo giorno di Denton. Perché è proprio il sapere di avere a disposizione poche ore, che rende il protagonista consapevole di non voler morire, ma di volersi godere ancora il suo mondo, i suoi amici, la sua famiglia. Per tutto questo credo che Lance Rubin ci voglia lanciare tanti messaggi, primo tra tutti di vivere la vita sempre al massimo, senza rimpianti.
Mi sono piaciuti quasi tutti i personaggi, in particolar modo Paolo e sua sorella Veronica, sono molto diversi tra loro, ma hanno ugualmente qualcosa da raccontare. Paolo nonostante sappia che il prossimo sarà lui, fa di tutto per rendere l’ultimo giorno dell’amico indimenticabile e sarà lui ad accompagnare Denton nella storia.
Deathdate che ci viene presentato come uno young adult, in realtà è molto di più. Ho apprezzato al 100% questo romanzo perché, con la semplicità delle parole e la storia di Denton, Lance Rubin ci regala un piccolo tesoro. Una storia originale, che porta il lettore alla scoperta di qualcosa di nuovo, mai letto.
Questo è sicuramente un romanzo che consiglio a tutti, grandi e adolescenti, per poter apprezzare un poco di più la nostra vita, ma anche per divertirsi insieme a Denton e le sue mille (dis)avventure.


VOTO:



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...