domenica 30 settembre 2012

Facciamo due chiacchiere per... Halloween!!

Ciao a tutti e buona domenica!

Oggi è il 30 Settembre, già siamo in autunno anche se non sembra. Nella mia città ci sono 26° e oggi anzi fa un po' più fresco. Ieri e Venerdì sembrava un forno, c'è afa!!
Infatti, per ora la Sicilia è piena di incendi che purtroppo con questo caldo si espandono ancora di più.

Voglio scrivere questo post per anticiparvi un po' di cosette ^^

  
Cosa volete? Dolcetto o Scherzetto?

Manca un mese ad Halloween e noi stiamo organizzando delle sorprese per voi followers! Vogliamo premiarvi per la continua partecipazione e farvi divertire. Sperando che stiate bene in nostra compagnia. 
Abbiamo già preparato la grafica, i premi e stiamo lavorando per i giochi. Saranno molto semplici così che possiate giocare senza perderci troppo tempo. Spero che l'idea vi piaccia e che apprezziate anche i premi messi in palio. 

L'Halloween Edition durerà in totale 3 giorni, partirà il 28 Ottobre e finirà il 30 Ottobre.

Quindi tenetevi pronti!! Segnatevi la data nel calendario, nell'agenda xD non potete perdere questa occasione!!

Partecipiamo al... "Hogwarts Reading Challenge"

Pochi giorni fa ho scoperto un nuovo blog letterario, un po' come il nostro. Non lo conoscevo, ma dopo averlo spulciato per bene mi è sembrato davvero carino ^^ e poi per gli amanti di Harry Potter penso che sia perfetto!

Il blog in questione è Reading is Believing.
Ve ne parlo, perché voglio farvi conoscere il Reading Challenge che ha organizzato.


Secondo me è una bellissima iniziativa, spero anche voi possiate partecipare!

Vi lascio il link, dove trovate tutto il regolamento.


 Buon divertimento!!



sabato 29 settembre 2012

Voglio leggere... #2

Cari followers, oggi sto postando tutto di sera perché sono stata super impegnata, scusate.

Oggi, come Sabato scorso torno ad aggiornare una rubrica nata proprio la scorsa settimana, già la prima puntata ha avuto i suoi frutti. Infatti, i vostri consigli mi hanno spinta ad acquistare uno dei due libri che volevo leggere, ho acquistato online "La casa del sonno" di Coe e aspetto che mi arrivi il pacco *___*

Oggi torno con altri due libri...


Voglio leggere... è molto simile ad una wish list, però più che considerarla una lista dei libri che vorrei, piuttosto scendo nel particolare, pubblicherò ogni settimana 2 libri che vorrei leggere subito! Chissà se sarò così fortunata da poter accontentare i miei desideri.

I LIBRI CHE VORREI LEGGERE LA SETTIMANA ENTRANTE SONO...

E' l'ultimo libro dell'autore, non ho mai letto i suoi libri precedenti, ma la trama mi incuriosisce e siccome chiedendo pareri mi hanno detto che è un bel libro, voglio leggere...

AUTORE: Massimo Gramellini
EDITORE: Longanesi
PAGINE: 209
PREZZO: 14,90

"Fai bei sogni" è la storia di un segreto celato in una busta per quarant'anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. "Fai bei sogni" è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra. "Fai bei sogni" è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti. Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l'inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell'amore e di un'esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.


Il secondo libro è uscito da pochissimo, ma già quando ve ne ho parlato sul blog mi è piaciuto subito, poi uno di voi followers mi ha scritto sulla pagina Facebook, dicendomi le sue impressioni sul libro, non ho potuto più resistere, devo leggere...

AUTORE: Alex Capus
EDITORE: Garzanti
PAGINE: 256
PREZZO: 16,40

Normandia, 1918. Léon e Louise amano pedalare controvento verso l'oceano.Verso quel piccolo antro tra gli scogli sferzati dalle correnti, il loro rifugio, il loro nido. Lì, di fronte alla vastità dell'orizzonte, tutto è possibile. È possibile amarsi, con la spensieratezza e l'intensità dei loro sedici anni. È possibile immaginare un futuro insieme, lontano dalla guerra, dalle detonazioni, dalla morte. E sancire la loro unione con un giuramento: «Ora e per sempre». Ma per quanto si illudano di tenerla lontana, la guerra è vicina, fin troppo vicina a loro. Sulla strada del ritorno un bomba li divide. Léon la crede morta e anche Louise lo crede di lui. Eppure l'eco di quel giuramento fatto tra le onde è destinata a durare ancora a lungo.
Dieci anni dopo, a Parigi, Léon si è rifatto una vita. Ma una sera tutto cambia: il metrò è affollato eppure, nell'istante in cui i due vagoni si sfiorano, Léon la vede, in piedi vicino alla porta. Gli stessi occhi verdi, le lentiggini e i folti capelli scuri, l'immancabile sigaretta, come allora. Ne è sicuro: quella è la sua Louise. A separarli solo un metro d'aria e due finestrini. E due vite che hanno ormai preso direzioni diverse: lui ha moglie e famiglia, e lei ha scelto di stare da sola, fiera della propria indipendenza. Ma non importa. Anche se il futuro è pronto a dividerli di nuovo, ci sarà sempre un momento, un giorno, un istante in cui si rincontreranno. Perché quel giuramento non ha mai smesso di vivere. E anche se tutto è ancora impossibile, è destinato a durare per sempre. 

Voi avete letto questi libri? Cosa mi consigliate?

E voi cosa vorreste leggere??

Book blogger hunt! Arriva il turno di "Un buon libro non finisce mai"

Salve followers. Forse ultimamente avete visto in altri blog questo concorso. Bene! Adesso è arrivato il nostro turno.

Abbiamo intervistato il blog ...il piacere della lettura. Non conoscevo questo blog, ma con questa scusa del concorso ho avuto il modo di conoscerlo e apprezzarlo. Devo fare veramente i complimenti al creatore per il lavoro e l'impegno.



In palio ci sono oltre 40 premi, tra libri, e-books e gadgets letterari, per ben quattro vincitori! La Book Blogger Hunt è iniziata lunedì 24 settembre e terminerà il 30 dello stesso mese, anche se le partecipazioni ai Giveaways saranno aperte fino al 4 ottobreIl 5 ottobre annunceremo i vincitori!

Le regole per partecipare sono le seguenti:
- Lunedì Juliette e Denise hanno dato il via a una catena di interviste tra bloggers che partiranno dai loro blog e creeranno due percorsi differenti. 

- Voi lettori potrete scegliere quale dei due seguire, infatti entrambi porteranno allo stesso Mega-Giveaway. Cambieranno solo i blog che ne faranno parte.

- Ogni giorno sei bloggers - tre per il percorso di Juliette e tre per quello di Denise -, pubblicheranno delle interviste e nasconderanno nel proprio post il loro numero preferito.

- Voi lettori dovrete semplicemente annotare tutti i numeri, e una volta terminata la catena di interviste dovrete sommarli ottenendo cosi il codice necessario per partecipare al Mega-Giveaway!
- Il form dei giveaway - che troverete nell'ultimo Blog di ciascuna catena - è pieno di punti extra, quindi le possibilità di vincere per ognuno di voi sono davvero altissime!

Come ottenere i punti extra? È molto semplice:
 -Seguendo questo o/e gli altri blog del percorso via GFC,, twitter, facebook o Goodreads (+1 punto)
-Iscrivendoti alla newsletter  di questo o/e gli altri blog del percorso (+3 punti)
 -Commentando una recensione di questo e/o altri blog (+3 per ogni commento)
  -Commentando un post di questo e/o altri blog (+ 2 per ogni commento)
 -Aggiungendo il banner dell'iniziativa sul vostro blog (+5 punti)
-Condividendo l'iniziativa su facebook o twitter(+2 punti per ogni link)

- In ogni Blog troverete un'intervista diversa con divertenti domande e curiosità sui blogger che seguite! Sarà davvero impossibile annoiarsi!

- Ricordate di commentare almeno un post per ogni percorso, per confermare l'effettiva partecipazione all'iniziativa!

- Per non creare confusione Juliette ha creato una pagina in cui potete trovare tutti i Blogs di ogni percorso (qui), quindi una volta terminata la catena di interviste, ricordate di controllare se avete visitato tutti i blog!



POTETE TROVARE L'INTERVISTA FATTA A ME ED EZIO, DAL BLOG "PAROLE ALATE" (QUI).

Ora andiamo all'intervista fatta da noi al blog "... il piacere della lettura".


Ciao, mi fa molto piacere parlare con te. Presentati un po' ai lettori!
Ciao Cris, il piacere è tutto mio! Dunque mi chiamo Silvia, non dico l’età, ma non sono più un’adolescente (e nemmeno una vecchia decrepita, sia chiaro), e ovviamente adoro leggere. A dire il vero amo anche il cinema, il bricolage, l’arredamento, dipingere… insomma mi piacciono le cose creative e creare a mia volta. Ma qui si parla di libri per cui non divaghiamo. Ah, contrariamente a molte, non ho mai pensato di fare la scrittrice, ma mi sarebbe piaciuto fare la giornalista… solo che l’età per sognare è finita da un pezzo!

Da quanto tempo hai il tuo spazio letterario? 
Dal 2004! Sono già 8 anni e ne vado tanto fiera, a breve supererò le 500 recensioni e mi pare un discreto traguardo anche perché in tutto questo tempo ho avuto alti e bassi non lo nego. Però attenzione, nel 2004 ho creato il sito, mentre il blog è tanto più giovane, avrà un annetto.

Com'è nata l'idea di creare “Il piacere della lettura...”, il tuo blog? 
Il blog nasce dall’esigenza di chiacchierare un po’ di più con i lettori. Nella vecchia impostazione il sito aveva una finestrella nell’home page dove annunciavo uscite e news varie, ma mi sembrava una cosa striminzita e fredda. Mi sentivo io stessa limitata. E così ho aperto il blog per potermi sbizzarrire con rubriche, ciacolate e deliri di ogni tipo. Avevo scelto come piattaforma splinder che poi ha chiuso… e prima ancora aveva chiuso la piattaforma che ospitava i commenti delle recensioni del sito… insomma sfighe a ripetizione ;_; ma pazienza, l’importante è non demordere!

Quali consigli vorresti dare ai nuovi blogger che hanno appena creato un blog letterario?  
Ah, non è facile. Posso consigliare una grafica semplice, ma d’impatto e soprattutto personalità. Io mi sono accorta di seguire con più piacere alcuni blog che non vantano nemmeno un numero spropositato di iscritti, ma parlano agli utenti in modo diretto e senza peli sulla lingua. Questo mi piace!

I tuoi libri e autori preferiti?  
Direi che ho più libri preferiti che autori. Tra i romanzoni sentimentali sul podio ci sono Il Cavaliere d’Inverno di Paullina Simons, I Giorni del Tè e delle Rose di Jennifer Donnelly, e La Straniera di Diana Gabaldon. Quest’ultimo però appartiene a una saga così lunga che mi ha iniziato a stufare, soprattutto per l’attesa... sono impaziente per natura!
Tra i thriller nomino (fa tanto GF) Bambino 44 di Tom Rob Smith, e tra i romanzi young adult Delirium di Lauren Oliver e Unwind di Shusterman. Tra i classici adoro Cime Tempestose, mentre nella narrativa ho un debole per Zafon (ma devo prenderlo a piccole dosi perché i suoi libri si somigliano un po’ tutti!). 
Comunque come autrice mi piace molto Tami Hoag e ancora non ho capito perché la Sperling abbia smesso di pubblicarla…

Giudichi mai un libro dalla copertina?  
Purtroppo sì. E purtroppo so che non si fa, ma mi è capitato più di una volta di rimandare una lettura che si è rivelata poi bellissima per uno scoglio puramente estetico. Ma si può?! Sì… si può O_O

Hai mai avuto momenti difficili, durante il tuo lavoro da blogger?  
Da blogger no, nel sito sì, ma solo perché in 8 anni ci sono stati alti e bassi. Credo sia inevitabile visto il lasso di tempo. Per esempio ho traslocato (fisicamente) diverse volte e non avendo Internet non potevo aggiornare per lunghi periodi, così mi arrivavano mail su mail in cui mi chiedevano dove fossi finita. Ma questo succedeva soprattutto 4/5 anni fa, quando gli spazi virtuali in cui si parlava di libri erano tanti di meno. Adesso chi sentirebbe la mia mancanza?! ^_* 
Del resto i momenti difficili per un qualsiasi blogger come noi credo siano quelli correlati alla mancanza di tempo per leggere. Devo ammettere che dopo le vacanze, con il ritorno al lavoro e al solito trantran, riprendere i normali ritmi non è proprio immediato. Almeno per me.

Segui qualche saga? Se sì, quale?  
Purtroppo sì XD Dico purtroppo perché una volta le evitavo come la peste, adesso invece mi sono adeguata. Se vuoi leggere romanzi fantastici, paranormali e via dicendo, la saga è come il cacio sui maccheroni, non manca mai! Fondamentalmente seguo quelle dei romanzi young adult, quelle dei romance non le conto nemmeno, ogni romanzo chiude un cerchio, difficilmente si resta col fiato sospeso, e nei thriller anche, i casi di un ispettore/criminologo/o chicchesia, si chiudono a fine libro. 
A parte quelle che seguo (se v’interessa nel blog ho creato un post apposito “l’insostenibile leggerezza… delle saghe”) sto aspettando con impazienza l’uscita di Shadow and Bones di Leigh Bardugo. Sento che sarà una serie bellissima!

Quali sono le rubriche del tuo blog?  
Fondamentalmente due. Libro VS Film dove metto a confronto un romanzo e la sua trasposizione cinematografica, e Weekley Recap, un post che pubblico il sabato in cui faccio un riassunto di quello che ho letto, comprato, ricevuto in settimana. E’ un post “furbo” perché lo uso per parlare un po’ di tutto quello che mi frulla in testa, per esempio dei film che ho visto, dei titoli che ho aggiunto in wish list, e così via. E’ l’evoluzione di In My Mailbox che ho chiuso perché ho perso interesse verso il blog che ha ideato la tanto nota rubrica.
Poi saltuariamente posto Segnalibri Mon Amour (titolo osceno, non so nemmeno io come mi è venuto in mente O_O), ma d’altronde i segnalibri li amo davvero. Anzi a volte non li uso per paura di rovinarli, pensa un po’ come sono messa. 

Genere letterario preferito? 
Emh… ma questa è una domanda difficile *_* Purtroppo vado a periodi, adesso ti direi il distopico, ma ho avuto il periodo thriller e quello romance… di sicuro non amo il puro fantasy, questo è certo!

Su cosa ti basi per scrivere le tue recensioni?  
Fondamentalmente le scrivo abbastanza di getto, quando sono fresca di lettura. Non ho uno schema preciso, a volte parlo della trama, altre volte solo delle sensazioni che ho provato, altre volte farnetico e basta, anche se alla fine cerco di essere un minimo oggettiva per indirizzare il lettore al meglio. Un libro che a me non è piaciuto, altri potrebbero adorarlo, quindi tento (ma non sempre ci riesco) di dare i mezzi per capirlo.

Hai mai intervistato qualche grande autore o autrice?  
Ho intervistato alcune delle mie autrici di romance preferite e di persona Marissa Meyer, l’autrice di Cinder, una ragazza davvero carinissima.

Preferisci ebook o cartacei? 
Cartacei tutta la vita, anche se leggo gli ebook, con la differenza che quelli che mi piacciono li ricompro cartacei. Sono furba lo so -_-‘’

Le tue 9 cover preferite. 
Ce ne sono così tante che potrei sorteggiarle XD. Anche perché se amo un libro, spesso amo la copertina come se fosse una logica conseguenza… magari quella stessa copertina che prima mi sembrava anonima… (sento che sta uscendo il ritratto di una blogger squilibrata… °_°) 
Comunque per non farmi influenzare dal contenuto ti dico le 9 cover su cui al momento ho messo gli occhi… 


Ho finito con le domande. Grazie per avere risposto. Buona fortuna per il tuo blog!!!
In bocca al lupo anche a te ^^




Che ne pensate dell'interista? Spero vi sia piaciuta!!

Come avete capito il mio numero preferito è il.... 9 scrivetelo da qualche parte e non perdetelo!! 

Continuate a leggere le altre tappe e... BUONA FORTUNA!!!








venerdì 28 settembre 2012

Il mio cuore ti appartiene di Alessio Puleo

Ciao a tutti lettori!
Ieri dovevo parlarvi di questo libro, ma mi è sfuggito scusatemi. Si tratta di un libro uscito ieri, 27 Settembre. L'autore è Alessio Puleo, scrittore del famoso libro "La mamma dei carabinieri" (TROVATE LA MIA RECENSIONE: QUI).

IL MIO CUORE TI APPARTIENE

AUTORE: Alessio Puleo
EDITORE: DeAgostini
PAGINE: 240
PREZZO: 16,00

TRAMA:
Nella classe di Alex c'è una new entry, la bella e seriosa Ylenia. Il ragazzo ne è folgorato, e comincia a fare di tutto per compiacerla: si mostra affidabile, evita di fare tardi con gli amici, studia con profitto. Ma Ylenia custodisce un segreto angosciante e, sebbene provi gli stessi sentimenti, decide di tenerlo a distanza. Dopo lunghe altalene emotive l'amore esplode, trascinato da una girandola di situazioni che condurrà il lettore a colpi di scena finali, dove la vita e la morte si confrontano con una lotta spietata. Una storia romantica e toccante che coinvolge dall'inizio alla fine. Uno spaccato di vita dei ragazzi di provincia, con i loro desideri, le ingenuità e i sogni.

"Una storia d'amore puro e coraggio grande, spontaneo, lontano dai clamori, per ricordarci che ogni vicenda, anche la più triste e definitiva, porta con sé delle risposte e una nuova spinta per ripartire"
Prefazione di FEDERICO MOCCIA



giovedì 27 settembre 2012

Autore della settimana: Massimo Gramellini

Oggi con un po' di ritardo, torniamo con la rubrica del Giovedì, Autore della settimana.

Ecco di cosa si tratta:
Gli autori non saranno eletti in base a un criterio di vendite o altro, ma bensì verranno scelti da voi stessi. Potete proclamare un Autore della settimana, sulla pagina Facebook del blog https://www.facebook.com/pages/Un-buon-libro-non-finisce-mai/225948880775854

L'autore di questo Giovedì è... 

MASSIMO GRAMELLINI



LA VITA:
Nato a Torino da una famiglia originaria della Romagna, all'età di nove anni perde tragicamente la madre Giuseppina che, malata di cancro, si suicida buttandosi dalla finestra di casa. Verrà a conoscenza dei dettagli dell'episodio, attraverso una persona vicina alla famiglia, solo nel 2010, dopo la pubblicazione del suo romanzo "L'ultima riga delle favole".
Dopo gli studi in giurisprudenza, nell'autunno del 1985 incomincia a collaborare con la redazione torinese del Corriere dello Sport-Stadio. Un anno dopo viene assunto come praticante nella redazione sportiva del quotidiano milanese Il Giorno, dove racconta il primo scudetto del Milan di Silvio Berlusconi e i principali tornei di tennis del mondo.
Nel dicembre 1988 si trasferisce alla redazione romana de La Stampa, con frequenti trasferte a Napoli per seguire le attività sportive e non di Maradona. Continua a scrivere di sport fino ai Mondiali del 1990, durante i quali un suo articolo su Gianluca Vialli provoca il silenzio-stampa della Nazionale.
L'anno seguente passa dal calcio alla politica, diventando corrispondente da Montecitorio. Da lì racconta la stagione di Mani pulite e la nascita della cosiddetta Seconda Repubblica. Successivamente si sposa con la giornalista Maria Laura Rodotà e nell'estate del 1993 è inviato di guerra nella Sarajevo sotto assedio. Pochi anni dopo i due divorzieranno. 
Nel 1998 torna a Milano per dirigere Specchio, il settimanale de La Stampa, dove dirige tra l'altro una rubrica di posta sentimentale, Cuori allo Specchio.
L'anno successivo è di nuovo a Roma e dal 12 ottobre 1999 incomincia a scrivere sulla prima pagina de La Stampa, in taglio basso, il Buongiorno: un corsivo di ventidue righe a commento di uno dei fatti della giornata. La rubrica, negli anni, si impone come un cult.


Michele Serra, Massimo Gramellini e Vittorio Zucconi al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia nel 2010.
Nell'ottobre 2005 lascia Roma e ritorna a Torino per assumere la vicedirezione de La Stampa.
Collabora con la trasmissione televisiva Che tempo che fa di Rai Tre, dove ogni sabato sera commenta con Fabio Fazio le sette notizie più importanti della settimana.
Ha pubblicato alcuni saggi che trattano della società e della politica italiana, un almanacco sui 150 anni della storia d'Italia (con Carlo Fruttero) e due serie di racconti sulla sua squadra del cuore, il Toro.
Il 29 aprile 2010 è uscito il suo primo romanzo, L'ultima riga delle favole, una favola esoterica sull’amore che in Italia ha venduto oltre 250 mila copie ed è stata tradotta in vari Paesi.
Il primo marzo 2012 è uscito il suo secondo romanzo, Fai bei sogni, che in meno di due mesi ha già venduto 500mila copie.


OPERE:

-1994 colpo grosso, con Pino Corrias e Curzio Maltese, Milano, Baldini & Castoldi, 1994
-Compagni d'Italia, Milano, Sperling & Kupfer, 1997
-Buongiorno. Il meglio o comunque il meno peggio, Torino, La Stampa, 2002
-Granata da legare, Ivrea, Priuli & Verlucca, 2006
-Ci salveranno gli ingenui, Milano, Longanesi, 2007
-Toro. I migliori derby della nostra vita, Scarmagno, Priuli & Verlucca, 2007
-Cuori allo specchio, Milano, Longanesi, 2008
-Buongiorno. Dieci anni, Torino, La Stampa, 2009
-L'ultima riga delle favole, Milano, Longanesi, 2010
-La patria, bene o male (con Carlo Fruttero), Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2010
-Fai bei sogni, Milano, Longanesi, 2012

CONOSCETE QUESTO AUTORE? CHE NE PENSATE?

Di tutte le ricchezze di Stefano Benni, in libreria da ieri!

Cari followers salve! Vi auguro un buon pomeriggio, io dovrò studiare.

Ieri ho dimenticato di parlarvi un libro, è uscito proprio ieri, 26 Settembre. Per la casa editrice Feltrinelli, un libro scritto dall'autore del libro "Le Beatrici", che sicuramente molte di voi lettrici al femminile conoscerete, Stefano Benni.

DI TUTTE LE RICHEZZE

AUTORE: Stefano Benni
EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 208
PREZZO: 16,00

TRAMA:
Martin è un maturo professore e poeta che si è ritirato a vivere ai margini di un bosco: è una nuova stagione della vita, vissuta con consapevolezza e arricchita dai ricordi e dalle conversazioni che Martin intrattiene con il cane Ombra e con molti altri animali bizzarri e filosofi. In questa solitudine coltiva la sua passione di studioso per la poesia giocosa e per il Catena, un misterioso poeta locale morto in manicomio. Questa tranquillità, che nasconde però strani segreti, è turbata dall’arrivo di una coppia che viene a vivere in un casale vicino: un mercante d’arte in fuga dalla città e Michelle, la sua bellissima e biondissima compagna. L’apparizione di Michelle, simile a una donna conosciuta da Martin nel passato, gonfia di vento, pensieri e speranze i giorni del buon vecchio professore. Il ritmo del cuore e il ritmo della vita prendono una velocità imprevista. Una velocità che una sera, a una festa di paese, innesca il vortice di un fantastico giro di valzer. Leggende, sogni, canzoni, versi di un poeta che la tradizione vuole folle e suicida, telefonate attese, contattisti rock, cinghiali assassini, visite di colleghi inopportuni, comiche sorprese, goffi corteggiamenti e inattese tentazioni – tutto riempie di nuova linfa una stagione che si credeva conclusa, e che si riapre sul futuro come un’alba. Martin e tutti quelli che lo circondano sembrano chiusi in un bozzolo di misteri: si tratta di attendere la farfalla che ne uscirà. 


L'AUTORE:
Stefano Benni (Bologna, 1947) scrittore, poeta, è autore di poemi satirici, di testi per il teatro, per la televisione, di sceneggiature; collabora con periodici e quotidiani europei. Ha fondato e dirige la Pluriversità dell'Immaginario. Ha scritto romanzi di successo tradotti in una trentina di paesi.


mercoledì 26 settembre 2012

Anteprima: Il corpo umano di Paolo Giordano

Torna in libreria, l'autore del libro "La solitudine dei numeri primi", sicuramente tutti voi conoscete questo libro. Ha avuto molto successo. Bene, adesso arriva un altro libro!
Esce il 12 Ottobre, per la casa editrice Mondadori, il nuovo libro di Paolo Giordano.

IL CORPO UMANO

AUTORE: Paolo Giordano
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 312
PREZZO: 19,00

TRAMA:
È un plotone di giovani ragazzi quello comandato dal maresciallo Antonio René. L'ultimo arrivato, il caporalmaggiore Roberto Ietri, ha appena vent'anni e si sente inesperto in tutto. Per lui, come per molti altri, la missione in Afghanistan è la prima grande prova della vita.
Al momento di partire, i protagonisti non sanno ancora che il luogo a cui verranno destinati è uno dei più pericolosi di tutta l'area del conflitto: la forward operating base (fob) Ice, nel distretto del Gulistan, "un recinto di sabbia esposto alle avversità", dove non c'è niente, soltanto polvere, dove la luce del giorno è così forte da provocare la congiuntivite e la notte non si possono accendere le luci per non attirare i colpi di mortaio.
Ad attenderli laggiù, c'è il tenente medico Alessandro Egitto. È rimasto in Afghanistan, all'interno di quella precaria "bolla di sicurezza", di sua volontà, per sfuggire a una situazione privata che considera più pericolosa della guerra combattuta con le armi da fuoco.
Sfiniti dal caldo, dalla noia e dal timore per una minaccia che appare ogni giorno più irreale, i soldati ricostruiscono dentro la fob la vita che conoscono, approfondiscono le amicizie e i contrasti fra loro, cercano distrazioni di ogni tipo e si lasciano andare a pericolosi scherzi camerateschi. Soltanto la notte, sdraiati sulle brande, vengono sorpresi dai ricordi.
Nel silenzio assoluto, che è silenzio della civiltà ma anche della natura, riescono a sentire la pulsazione del proprio cuore, il ronzio degli altri organi interni - l'attività incessante del corpo umano.
L'occasione in cui saranno costretti a addentrarsi in territorio nemico sarà anche quella in cui ognuno, all'improvviso, dovrà fare i conti con ciò che ha lasciato in sospeso in Italia. Al loro ritorno, avranno sorpassato irreversibilmente la linea che separa la giovinezza dall'età adulta.
In un romanzo corale, che alterna spensieratezza e dramma, Giordano delinea con precisione i contorni delle "nuove guerre". E, nel farlo, ci svela l'esistenza di altri conflitti, ancora più sfuggenti ma non meno insidiosi: quelli familiari, quelli affettivi e quelli sanguinosi e interminabili contro se stessi.

Voi avete letto "La solitudine dei numeri primi"? Che ne pensate?

WWW Wednsdays #5

Salve followers!
Oggi è Mercoledì e sapete benissimo che è tempo di una nuova puntata della rubrica "WWW Wednesdays". Volete sapere cosa sto leggendo, cosa ho letto e cosa leggerò? Voi fatemi sapere quali sono le vostre letture!!




WWW Wednesdays è una rubrica americana ideata dal blog "Should Be Reading". Questa rubrica ha cadenza settimanale, precisamente il Mercoledì, come si può capire dal nome stesso.

La rubrica prevede di rispondere a tre domande, è molto semplice. 

-What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
-What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
-What do you think you'Il read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)


INIZIAMO SUBITO...

Prima domanda:
Cosa stai leggendo?

Per ora sto leggendo due libri... del primo ve ne ho parlato la scorsa settimana ed è "I segreti del Lazarus club" di Tony Pollard. Invece il secondo libro che sto leggendo è...

Con Meditazioni al femminile, l’autrice padovana Michela Zanarella conferma la sua cifra stilistica e affida all’originalità delle immagini, all’azzardo delle similitudini, a metafore mai prevedibili e, a volte, addirittura spiazzanti, gli esiti più felici del suo discorso poetico.





Cosa hai appena finito di leggere?

RECENSIONE: QUI
Ty Towson ha quindici anni, ed è il primo tra i pionieri a essere nato e cresciuto in una delle colonie sommerse. Il suo è un mondo post-apocalittico, quasi totalmente ricoperto dall'acqua. Il genere umano si è in gran parte trasferito negli sconfinati abissi oceanici, dove le case hanno la forma di gigantesche meduse attorno alle quali si estendono grandi coltivazioni sottomarine; gli uomini, la cui pelle emana uno strano bagliore, si nutrono di piccoli pesci luminescenti, hanno riserve di ossigeno liquido per respirare e si spostano a bordo di mantascafi, tra i riverberi color smeraldo emessi dai terribili squali lanterna. Ma in questo universo alla rovescia, è l'incontro con Gemma, una giovane abitante delle terre emerse, a cambiare la vita di Ty. Lei è scesa nelle profondità marine alla ricerca del fratello scomparso, e proprio mentre lui si offre di aiutarla, al ragazzo viene dato l'incarico da parte della Lega delle colonie sommerse di sgominare una banda di pirati che, a bordo del sottomarino Specter, sta mettendo in pericolo il suo mondo. Insieme i due dovranno avventurarsi in città remote, alla scoperta di oscuri segreti che nemmeno il buio dell'oceano riuscirà a tenere nascosti.

Quale sarà il prossimo libro che leggerai?
Ho una lista infinita di libri da leggere, ma penso di dover leggere...

Se a ventinove anni Paula decide di lasciare il suo ragazzo durante il pranzo di Natale, proprio mentre le sta chiedendo di sposarlo davanti a tutti i parenti, può capitare che sua madre, già apprensiva di natura, sia afflitta dalla terrificante preoccupazione che la sua bambina rimanga zitella a vita, portandola a inventare l’esistenza di un fidanzato che in realtà è solo immaginario. Se poi, per staccare un po’ la spina dal lavoro, per scappare da quella collega insopportabile che le rende la vita impossibile e per non pensare a quel bel magazziniere di cui si è invaghita senza essere ricambiata, decide di partire tutta sola per la Repubblica Dominicana, può capitare anche che l’animatore più ambito del villaggio perda la testa per lei, facendola sentire una vera e propria principessa. Ma è veramente tutto oro quello che luccica? Tra balli latino-americani, meravigliosi cocktail a base di rum e incontri inaspettati, Paula scoprirà che non sempre il Principe Azzurro arriva in sella a un cavallo bianco…

martedì 25 settembre 2012

Teaser Tuesdays #15


Una nuova puntata di...



Teaser Tuesdays, è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e che posteremo ogni Martedì.

Le regole per partecipare sono molto semplici: 

1. Prendi il libro che stai leggendo
2. Aprilo ad una pagina a caso
3. Trascrivine un breve pezzo, facendo attenzione ad evitare spoilers
4. Riposta titolo e autore del libro

La mia frase di questa settimana:

Ero felice, non ci si accorge mai di esserlo e mi chiesi perchè l’assimilazione di un sentimento così benevolo ci trovi sempre impreparati, sbadati, tanto che conosciamo solo la nostalgia della felicità, o la sua perenne attesa.
Non ti Muovere, Margaret Mazzantini



Esce oggi: L'imprevedibile viaggio di Harold Fly

Oggi, 25 Settembre, esce un nuovo libro per la casa editrice Sperling & Kupfer. La cover di questo libro a me piace tanto, semplice ma d'impatto. Anche voi la pensate come me?

L'IMPREVEDIBILE VIAGGIO DI HAROLD FLY

AUTORE: Rachel Joyce
EDITORE: Sperling & Kupfer
PAGINE: 320
PREZZO: 17,90

Un primo romanzo sulle seconde possibilità che vi lascerà senza fiato. Divertente, tenero, indimenticabile. Una storia che commuove e tocca nel profondo.

TRAMA:
A volte ci vuole un milione di passi per ritrovare se stessi. A volte basta un incontro per trasformare una vita.

Quando viene a sapere che una sua vecchia amica sta morendo in un paesino ai confini con la Scozia, Harold Fry, tranquillo pensionato inglese, esce di casa per spedirle una lettera. E invece, arrivato alla prima buca, spinto da un impulso improvviso, comincia a camminare. Forse perché ha con la sua amica un antico debito di riconoscenza, forse perché ultimamente la vita non è stata gentile con lui e sua moglie Maureen, Harold cammina e cammina, incurante della stanchezza e delle scarpe troppo leggere. Ha deciso: finché lui camminerà, la sua amica continuerà a vivere. Inizia così per Harold un imprevedibile viaggio dal sud al nord dell'Inghilterra, ma anche dentro se stesso: mille chilometri di cammino e di incontri con tante persone, che Harold illuminerà con la sua saggezza inconsapevole e la forza del suo ottimismo. Harold Fry è un eroe senza essere super, un tipo alla Forrest Gump, un uomo speciale capace di insegnarci a credere che tutto è possibile, se lo vogliamo davvero. Toccante, commovente, ma anche venato da un'irresistibile ironia, L'imprevedibile viaggio di Harold Fry di Rachel Joyce è un romanzo semplicemente indimenticabile: la più bella celebrazione dell'amicizia, dell'amore e dei sogni che vi capiterà di leggere per molto, molto tempo. 

Segui L'imprevedibile viaggio di Harold Fry su: #haroldfry Haroldfry.tumblr.com
http://apps.facebook.com/harold_fry



lunedì 24 settembre 2012

Anteprima: Il club dei ricordi perduti

Cari followers, già i compiti mi stanno distruggendo. Come vedete sono molto più assente nel blog, per fortuna Ezio per ora è libero e può aiutarmi.

Voglio presentarvi un libro che presto sarà nella mia libreria, infatti la casa editrice mi farà avere una copia per recensirlo. Il libro è edito Tre60 (casa editrice nata da poco, ma che già ha pubblicato bei libri, davvero!) ed è scritto da Ann Hood. Esce il 4 Ottobre.

IL CLUB DEI RICORDI PERDUTI

AUTORE: Ann Hood
EDITORE: Tre60
PAGINE: 352
PREZZO: 9,90

Il dolore di una madre
Un circolo di lavoro a maglia
Un’amicizia speciale per ricordare
e tornare a sorridere

Un romanzo corale
commovente e dal forte impatto emotivo



Il club dei ricordi perduti è entrato nella classifica del New York Times

è stato pubblicato anche in Inghilterra, Olanda, Germania,
Norvegia, Spagna, Francia, Romania, Taiwan, Cina e Serbia

I diritti cinematografici sono stati acquistati dalla HBO:
la protagonista sarà Katherine Heigl (Grey’s Anatomy, 27 volte in bianco)
e la sceneggiatura sarà affidata a Craig Wright (Six Feet Under)


TRAMA:
Senza nessuno cui dedicarle, le parole sono vuote e inutili. Come vuota e inutile è ormai la vita di Mary Baxter, una brillante giornalista che ha visto il filo della sua esistenza spezzarsi un maledetto giorno di primavera. Tuttavia, con un matrimonio sull’orlo del fallimento e un lavoro che ha perso ogni significato, Mary sorprende per prima se stessa quando decide di seguire l’unico consiglio che le ha dato la madre per superare il dolore: iscriversi a un corso di lavoro a maglia. Scettica ma allo stesso tempo incuriosita, Mary inizia quindi a frequentare la merceria di Alice – una premurosa e saggia vecchietta – dove cinque donne si ritrovano ogni mercoledì sera per creare sciarpe, maglioni, cappellini e calzini. Così, col passare delle settimane, si instaura un profondo rapporto di intimità e amicizia tra Mary e le componenti del «club», che durante le sedute le raccontano il proprio passato. Come Scarlet, che ha deciso di aprire una panetteria dopo aver perso l’amore; o Beth, madre di quattro figli, che si porta dietro un grande rimpianto; e poi Lulu, Ellen, Harriet, ognuna con la sua storia e i suoi segreti, le gioie e le delusioni, i successi e i fallimenti… E saranno proprio quelle donne e la serenità trasmessa dal lavoro a maglia ad aiutare Mary a capire che è sempre possibile uscire dal guscio in cui ci rinchiudiamo, per aprirci di nuovo alla vita e all’amore.


L'AUTRICE:
Ann Hood è nata a Rhode Island ed è cresciuta ascoltando i racconti del padre, ufficiale della Marina, sui suoi oltre vent’anni passati in giro per il mondo. Queste storie l’hanno sempre affascinata, spingendola a diventare assistente di volo. Dopo essersi trasferita a New York, ha conseguito una specializzazione in Letteratura americana e ha cominciato a collaborare con importanti quotidiani e settimanali, come The Washington Post, Glamour e Paris Review.



I giudizi della stampa

«Un romanzo tutto al femminile che racconta con delicata semplicità una storia di riscatto e amicizia.» 
The Washington Post

«La prosa di Ann Hood ha una forza straordinaria.» 
Publishers Weekly

«Toccante. Un vero colpo di fulmine.» 
Vanity Fair

«Un libro che rimane nel cuore del lettore.» 
Newsday


I giudizi delle lettrici

«Il club dei ricordi perduti è un romanzo magnifico che mi ha colpito nel profondo.»
Kasia

«Vorrei avere la stessa forza delle protagoniste di questo romanzo eccezionale. L’ho finito alcuni giorni fa, ma quando ci ripenso mi commuovo ancora!» 
Haley

«Non dimenticherò mai le emozioni che questo libro mi ha regalato.» 
Stacy


CURIOSITA'

Perché ho scritto Il club dei ricordi perduti

Il club dei ricordi perduti è un libro speciale, per me. Qualche anno fa, ho temuto che non sarei mai più riuscita a scrivere. Per tutta la mia vita, infatti, leggere e scrivere sono stati strumenti fondamentali per esprimere i miei sentimenti, le mie speranze, e per affrontare le mie paure. Nel 2002 però ho perso mia figlia di cinque anni a causa di una forma fulminante di meningite. E, d’improvviso, attanagliata dal dolore, è come se avessi perso l’uso delle parole: non riuscivo più né a leggere né a scrivere.
È stato in quel periodo che ho imparato a lavorare a maglia. Credo che quell’esperienza, nella sua semplicità e spontaneità, mi abbia letteralmente salvato la vita. Mi ha aperto un mondo nuovo, un mondo di colori e di tessuti, ma soprattutto di persone e di calore umano. Col tempo ho scoperto che lavorare a maglia ha aiutato anche altre donne in difficoltà: che avessero alle spalle un matrimonio fallito, un lutto o una malattia, aveva dato loro il conforto e la speranza per combattere anche i momenti più bui.
Ed è stato allora che ho cominciato a pensare a questo romanzo, grazie al quale sono rinata. Per questo motivo, Il club dei ricordi perduti è un libro molto importante per me, come scrittrice, come donna e come madre.

Ann Hood








sabato 22 settembre 2012

Recensione: Angels

Eccomi con una nuova recensione della quale approfitto per scusarmi con l'autrice del ritardo...

ANGELS

GDS Editrice | 178 pp. | €12,50
Erika ha sempre desiderato una vita piena di magia, avventura e un vero amore.
Un giorno, in seguito ad un tradimento, decide di trasferirsi, di allontanarsi da una città caotica come Rimini per rifugiarsi in mezzo alla natura, in val di Fassa.
Lì incontra Jason, un ragazzo che tutti evitano e temono a causa dei suoi occhi neri come la pece. Lei invece è attratta da quel ragazzo misterioso e fra loro si instaura un legame che diverrà sempre più forte con il passare del tempo.
Ma un’umana non può innamorarsi di un Angelo della Morte e qualcuno cercherà di ostacolare la loro unione. Erika lotterà per quello in cui crede perché secondo lei l’amore è la forza più grande che governa l’universo.



Un libro fresco, di facile lettura e comprensione che si legge piacevolmente durante le sere d'estate, o almeno così è stato per me. Non pesante, forse troppo veloce nell'intreccio, nel susseguirsi di eventi che sembrano non dare tempo alla protagonista per concepire gli eventi passati e metabolizzare, formulare pensieri e vivere appieno la sua vita: questa è a mio parere l'unica pecca del romanzo che però ha diversi punti forti.
Con uno stile semplice l'autrice ha deciso di raccontare al mondo degli adulti e , forse ancora di più, a quello dei bambini, una storia di cambiamento, di amore, di lotta, di ostinazione, di istinto. La protagonista è Erika, una donna come tutte le altre che sembra avere una vita perfetta, niente di cui lamentarsi, ma questo almeno è quello che gli altri vedono. Ma come si sente lei?
Si sente vuota, non ha realizzato i suoi sogni da adolescente, ha un lavoro che non la appaga molto e il suo sembra essere un fidanzato perfetto ma forse in realtà non è il principe che da piccola aveva sperato di incontrare. Con la lista dei pro e i contro, un dialogo con sè stessa, si apre il libro dell'esordiente autrice italiana, in cui Erika ci confessa le sue paure, incertezze, dubbi e rammarichi. La sua è una storia di cambiamento, di come si può cercare di ricominciare a vivere, a costruire, nel momento in cui una gelida soffiata di vento fa cadere a terra il castello di carte che seppur maestoso e desiderabile, è effimero.
Così cambia vita, decide di trasferirsi in montagna, lontana da tutti e tutto: è una donna che cresce.
Ed è proprio lì che avviene l'incontro su cui ruoterà l'intera vicenda: incontra Jason, un ragazzo misterioso, che molti temono e a cui nessuno si avvicina, nessuno tranne lei.
Ma chi è Jason? Costui si rivelerà essere un angelo della morte.
Iniziano una serie di peripezie che i due dovranno affrontare per far prevalere e vincere il loro amore perchè un'umana e un angelo della morte non possono stare insieme... Vincerà questa legge eterna o loro due?
Un paranormal breve ma efficace che ci parla di angeli, speranze e amore.


VOTO:



Un piccolo estratto...



Occhi neri come la pece. Occhi chiari come il ghiaccio. Maschio e femmina. Luce e oscurità. Movimento e staticità. Angelo della Vita e Angelo della Morte. Ogni cosa e il suo opposto si equivalgono e niente potrebbe aver vita se non esistesse la sua controparte.
Occhi come smeraldi.
Ci vollero un paio di minuti per riprendersi e,con stupore,si rese conto che la persona che la teneva fra le braccia era proprio il ragazzo che tutti temevano; quello che tutti non riuscivano a guardare in faccia perchè terrorizzati dal suo sguardo. Eppure,sembrava così dolce,aveva un volto così angelico


E voi l'avete letto?




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...