mercoledì 29 marzo 2017

#2 Tappa - Blogtour: Birthdate di Lance Rubin - COVER BATTLE

Buongiorno carissimi lettori ^^ sicuramente saprete già che ieri 28 Marzo è uscito finalmente Birthdate (De Agostini), il secondo libro di Lance Rubin, seguito del famoso e bellissimo Deathdate.
Io ho letto giorni fa il primo e mi è piaciuto davvero tanto, infatti appena ho finito ho voluto iniziare subito questo nuovo 😍 quindi nei prossimi giorni potrete leggere le mie recensioni.
Ma oggi siamo qui per la seconda tappa del blogtour dedicato al libro, precisamente oggi parliamo di cover!! Vi ricordo però che alla fine potrete partecipate al giveaway *-* quindi tenete d'occhio tutte le tappe!



Quando è uscito il primo libro Deathdate ricordo che ero rimasta molto affascinata dalla cover italiana, perché credo che richiama perfettamente il tema del libro. Quando però ho visto quella nuova sono rimasta ancora più incantata. Ma analizziamo la cover italiana e quella originale. 


Cover originale                                        Cover italiana
Personalmente preferisco sicuramente quella italiana. Quella originale non mi dispiace e richiama il tema del primo libro, una cover spiritosa così come lo stile del libro. Però quella originale ha qualcosa di magico *-* e poi mi sembra perfetto l'abbinamento dei colori e la scelta di un font semplice.
Anche la scelta di mettere una donna in copertina mi piace, considerando che in questo libro troviamo anche una forte presenza femminile accanto al protagonista.
Nel complesso credo che quella italiana sia più d'impatto!!
----------------------------------------------------

Infine vi lascio il form da compilare per la partecipazione e le tappe del blogtour!!






Voi cosa ne pensate delle cover?
Quale preferite?

lunedì 27 marzo 2017

Recensione: Delitto con inganno

Cari lettori buon inizio di settimana ^^ oggi vi lascio una nuova recensione. Ma questa volta parliamo di libri gialli, un genere che come sapete mi piace molto. Ho letto Delitto con inganno qualche settimana fa e mi ha stupita, non mi aspettato sinceramente una storia così ben scritta. Ringrazio la Newton Compton per avermi donato una copia di questo libro <3


DELITTO CON INGANNO
Newton Compton | 256 pp. | €9,90
È un inverno molto freddo e nevoso a Valdiluce. L’ispettore Santoni si trova a dover indagare su un evento accaduto una quindicina di anni prima e che all’epoca sconvolse la cittadina. La drammatica vicenda costringe l’ispettore, assistito dal fedele Kristal Beretta, a recuperare notizie su come avvennero i fatti, ma anche a ripercorrere la sua storia privata, dato che all’epoca era un adolescente innamorato proprio della bellissima Clara Meynet, la ragazza al centro del crimine. La giovane è scomparsa in circostanze mai chiarite, e non è stata più ritrovata. Durante le indagini, nonostante una certa ritrosia degli abitanti a collaborare, una serie di coincidenze riportano alla luce elementi che convincono l’ispettore ad avventurarsi nelle viscere del monte Sassone, luogo ameno e minaccioso dimenticato da decenni, attraverso un dedalo di tunnel, gallerie e cunicoli che nascondono spaventosi misteri. La selvaggia e potente natura dei luoghi, protettrice di un macabro segreto, testimonia che la verità è rimasta sepolta per anni sotto una fitta coltre di neve, ghiaccio e paura…

Delitto con inganno è il nuovo libro di Franco Matteucci, autore italiano di gialli già conosciuto dai lettori del genere. Personalmente questa è la prima indagine dell’ispettore Santoni che leggo, e giunta alla fine posso affermare di esserne rimasta colpita in positivo. 
Fin da subito si percepisce l’abilità dell’autore nel scrivere gialli. Grazie alle sue magiche descrizioni, sono riuscita perfettamente a immaginare tutto, sentendomi una spettatrice presente agli eventi. 

Marzio Santoni, conosciuto da tutti come Lupo Bianco, l’ispettore protagonista di questa serie di libri, questa volta si ritrova a dover indagare su una scomparsa avvenuta quindici anni prima, e che allora, ancora giovane, ha vissuto in prima persona. Visto che la ragazza scomparsa era la sua prima cotta. La giovane di cui si era invaghito e che non aveva mai avuto la possibilità di baciare. Clara Maynet è scomparsa misteriosamente nel bosco, e per anni l’indagine è rimasta arenata, a causa della mancanza di indizi. 
Ma adesso, a seguito di un altro omicidio, la strada per scoprire la verità su Clara sembra diventare più chiara. Dovrà essere l’ispettore, con la sua grande esperienza, a saper cogliere ogni minimo segnale.  
Tra boschi incantevoli, montagne minacciose e caserme militari sospette si concentra questa storia, dalla trama intricata ma scorrevole. Che incuriosisce il lettore, portandolo ad indagare insieme ai protagonisti. 
Franco Matteucci dimostra padronanza del genere, sapendo lasciare i giusti indizi sparsi qua e là. Spetterà al lettore saperli mettere insieme per poter scoprire la verità. 
La prima parte del libro è incentrata sul passato, in quegli anni in cui Marzio e Clara si incontrano, fino alla scomparsa della giovane e l’inizio delle indagini. In questo modo veniamo a conoscenza anche di come sia nata la scelta del protagonista di diventare ispettore. Mentre la seconda parte torna nel presente, dove troviamo un protagonista cresciuto, in vacanza con la sua quasi ex, che non appena torna a Valdiluce dovrà fare i conti con la morte di un suo caro amico, da cui poi si svilupperà la trama. Ho apprezzato ugualmente entrambe le parti, perché credo che la prima sia fondamentale per poi poter avere un’idea più nitida di cosa si parli e comprendere poi meglio la seconda. 
Una cosa molto originale che ho riscontrato è la grande attenzione agli odori. Infatti in ogni descrizione, di luoghi o di persone, spicca un riferimento all’odore che sentono i protagonisti. Questo è molto curioso e non mi capita spesso di trovarlo nei libri, però in questo caso è davvero importante, visto che Santoni proprio grazie al suo olfatto riesce a collegare elementi fondamentali. 
Delitto con inganno è un giallo dall’impronta classica, che sa comunque stupire il lettore e incuriosirlo. Un romanzo ben sviluppato, con ottime descrizioni e un protagonista forte, ma con un unico obiettivo, che finalmente dopo anni può portare a termine. 


VOTO:






sabato 25 marzo 2017

Presentazione "Infinity - Soul in a mistery" - La mia prima esperienza da relatrice!

Cari lettori è arrivato finalmente il week end e per me è ora di raccontarmi questa fantastica esperienza! Purtroppo non ho potuto parlarvene prima sempre a causa degli esami universitari, ma finalmente eccomi qui *-*
Non so da dove partire per raccontarvi le emozioni che ho provato per questo evento, ma cercherò di scrivere tutto pian piano, senza tralasciare nulla. Almeno spero!

Vi lascio il link della recensione del libro: Infinity - Soul in a mistery



Il tutto inizia mesi fa quando Alessandra Cigalino, l'autrice della serie paranormal romance Infinity, mi chiede di accompagnarla in questa avventura e quindi di affiancarla durante la presentazione del capitolo conclusivo della serie.
Inizialmente ho avuto un po' paura di accettare, vista la mia timidezza e la mia paura di parlare in pubblico. Ma alla fine, a pochi giorni dall'evento, (scusa Ale per averti fatto aspettare xD) ho deciso di buttarmi e provare a stupire me stessa, prima che gli altri. Ho deciso di superare le mie paure e di provare questa nuova esperienza.


Ho letto il libro in pochissimi giorni, a causa delle lezioni universitarie che mi lasciavano pochissimo tempo, ma forse questo mi ha permesso di apprezzarlo maggiormente e di sapere bene di cosa parlare alla presentazione.
Infatti ho deciso di non scrivermi nulla, dopo aver provate decine di volte a buttare giù qualcosa, e di improvvisare sul momento. Ok, forse non è professionale, ma per fortuna mi è andata bene!

Arriviamo al giorno dell'evento... 12 Marzo 2017 

Ore 17:00
Vado in anticipo in libreria per aiutare Ale con i preparativi, anche se in realtà aveva già preparato tutto (Alessandra super efficiente). Intanto inizia ad arrivare gente e io inizio a diventare sempre più silenziosa e imbarazzata 😥
Del tipo, chi me l'ha fatto fare?

Per fortuna sono arrivate le mie due amiche (le uniche che avevo espressamente invitato ahahaha) Chiara e Fede (le cito perché le devo ringraziare pure per il servizio fotografico <3), che sono riuscite a farmi rilassare un po', i love you!

Ore 17:30

Arriva l'ora dell'evento e Alessandra mi porge un microfono... cosa? Un microfono? No, io non voglio parlare più!! Ma tutti mi guardano e insomma, sono costretta a far finta di nulla (Cristina sii professionale, un po' di contegno u.u). E così inizio io la presentazione, parlando del libro e citando anche i precedenti. Ho parlato di ciò che Alessandra è in grado di suscitare nei cuori dei lettori e di quanto siano stati importanti per me i suoi libri.
Le emozioni in quel momento sono indescrivibili e non ricordo quasi nulla di quello che ho detto. So solo che è andata bene, perché me l'hanno detto un po' tutti, PER FORTUNA!!
Poi è il turno di Alessandra, per raccontare la trama del libro e introdurre i lettori nella sua nuova storia. In questo modo fa anche un accenno ad un futuro libro della serie o.o cosa??? Un seguito?? Brava Alessandra sei riuscita a lasciare a bocca aperta tutti!


Infine si passa alle domande, visto che in molti, forse per timidezza (vi capisco tranquilli), stavano in silenzio ho aperto io le danze. Scoprendo anche delle piccole curiosità sulla serie e su Alessandra. Continuano poi anche i lettori con qualche domanda.
Alla fine, prima di andare Alessandra ha deciso di intrattenere i suoi lettori con un piccolo rinfresco! ALE SEI MITICA!!




-------------------------------------------------------------------------

Approfitto di questo post per ringraziare ancora una volta Alessandra, per avermi voluta al suo fianco e per la grande fiducia che mi ha dato. Per me è stato importante essere lì, soprattutto per me stessa e per aver vinto parte della mia timidezza. Mi sono messa in gioco e sono felice di averlo fatto. Avrò sempre un bellissimo ricordo di questo evento. 


ALTRE FOTO DELL'EVENTO
(Notare il mio abbigliamento a tema con la cover xD)








venerdì 24 marzo 2017

Segnaliamo... #24

Cari lettori buon week end ^^ oggi ne approfitto per recuperare alcune segnalazioni in arretrato. Mi scuso con gli autori per il tremendo ritardo, ma tra esami e lezioni universitarie stare dietro al blog è dura >_<
 

Questa rubrica l'abbiamo voluta intitolare "Segnaliamo" per lo scopo per la quale è nata. Sarà pubblicata ogni volta che qualche autore/autrice richiede una segnalazione della propria opera. Nasce, soprattutto, per aiutare i lettori a trovare sempre nuovi libri nostrani, i quali spesso vengono sottovalutati e allo stesso tempo per aiutare gli autori ad emergere e farsi conoscere. Spero vi possa essere di aiuto. 

 IL RUBINO INTENSO DEI SEGRETI
di Viviana Picchiarelli
Bertone Editore | 437 pp. | €16,00 (cartaceo) | €4,99 (eBook)

Rubino intenso è il colore di uno dei vini più prestigiosi prodotti ne “La Tenuta del Grappolo” dalla famiglia Capotosti. Gestita dai fratelli Gianfranco ed Enrico, dalle personalità diametralmente opposte, la tenuta è cresciuta e si è affermata nel corso dei decenni grazie alla guida ferma e decisa della madre Olivia, donna dal temperamento di ghiaccio sulla quale, però, si è abbattuta la scure dell’Alzheimer. Pur nella dimensione ovattata in cui la malattia l’ha relegata, Olivia continua indirettamente a influenzare le esistenze di tutti coloro che gravitano – e che hanno gravitato – tra le mura della tenuta. Tra questi, il nipote Michele, erede designato dell’azienda di famiglia per volere del padre Gianfranco, al quale è legato da un rapporto profondamente conflittuale. Obbligato a mettere da parte il sogno di diventare pianista, Michele diventa suo malgrado un imprenditore avido e spregiudicato, anche per cercare di buttarsi alle spalle la rabbia per la fuga improvvisa – avvenuta anni addietro – della cugina Greta, con cui aveva vissuto una storia d’amore intensa e passionale. Il ritorno inaspettato di Greta, ex ballerina di danza classica costretta a rinunciare alla carriera a causa di un brutto incidente, sarà solo il primo degli eventi che sconvolgeranno per sempre gli equilibri apparenti su cui la storia imprenditoriale e umana dei Capotosti si era andata definendo nel tempo.
“Il rubino intenso dei segreti” è un ritratto spietato e senza filtri su dinamiche familiari viziate da menzogne e silenzi colpevoli in cui le figure femminili giocano il ruolo di carnefici più o meno coscienti.

Link per l'acquisto:

-----------------------------------------

SENZA NOME E SENZA GLORIA
di Luca Cozzi
Edizioni della Goccia | 254 pp. | €12,00

Incaricato dall'FBI di recuperare un importante congegno militare trafugato da un centro ricerche della NASA, Luke McDowell sa che non può fidarsi di nessuno, a eccezione degli amici più stretti. La missione senza copertura lo porta in Sudamerica, sulle tracce di una pericolosa organizzazione criminale. Tra intrighi, misteri e tradimenti, la missione arriva a toccare risvolti molto personali. Il nemico vuole colpire al cuore e Luke capisce che è giunto il momento di infrangere le regole.




Link per l'acquisto:

-----------------------------------------

IL MARCHIO PERDUTO DEL TEMPLARE
di Giuliano Scavuzzo
Newton Compton | 281 pp. | €9,90 (cartaceo) | €3,99 (eBook)
Nella Roma di Innocenzo III, una città in piena decadenza vessata dal malaffare e dal crimine, sei cavalieri templari, che durante la prigionia in Terra Santa hanno votato l'anima al diavolo, sono pronti a sacrificare due piccoli gemelli e a scatenare l'Apocalisse. Un'orda di demoni vendicatori incombe su Roma. Il loro capo, Lucifuge, ha bisogno di un antico libro, "La chiave di Re Salomone", per compiere la cerimonia. Uno dei templari, Shane de Rue, ruba però il libro e lo nasconde, poi si priva dei propri ricordi per impedire a chiunque di ritrovarlo. Ma le immagini di una battaglia cruenta in Terra Santa continuano a tormentarlo, come una maledizione. Solo Lilith, la strega, potrebbe liberarlo dall'anatema che lo ha colpito: glielo garantisce don Graziano, un prete che ha chiesto l'aiuto di Shane per fermare l'uccisione dei gemelli. Ma quando i due si recano al Colosseo per incontrare la donna, ecco che Lucifuge li sorprende...
Link per l'acquisto:

-----------------------------------------

LE FIAMME DELLA FENICE
di Francesco Giordano
191 pp. | €9,90

Le Fiamme della Fenice è un romanzo diviso in due parti. Nella prima i riflettori saranno puntati su Isaac, il protagonista che, per vendicarsi di ciò che gli è capitato anni fa, cerca di trovare un modo per ottenere facili guadagni sulle spalle di persone ingenue. La sua ricerca lo porta a sfruttare l'amore verso gli animali, notando come, molto spesso, una gran parte di individui li preferisca alla compagnia degli umani. Oliver, il suo amico di infanzia, cerca però di attenuare questa sua indole, a causa del suo carattere mite non riesce nel suo scopo. In poco tempo Isaac riesce nel suo obiettivo, dando vita ad un'associazione animalista i cui proventi non utilizza però per gli animali, ma per le sue tasche. Ed è in questo periodo che appare un nuovo personaggio, Leonard, un animalista convinto che ammira molto Isaac per il lavoro che ha fatto. L'arrivo di questo giovane cambia non poco le cose, arrivando alla creazione di un partito politico che creerà, poco a poco, una vera distopia animalista. La seconda parte vede invece come protagonista Adam, un ragazzo che vive in un mondo post-apocalittico nato da un misterioso progetto conosciuto con il nome di "Epurazione". Sono molti i cambiamenti della nuova società, dove non esistono più città ma dei villaggi e dove gli umani sono costretti a difendersi da una nuova minaccia, i "Bianchi". Riuscirà la razza umana a sopravvivere?

Link per l'acquisto:

-----------------------------------------


LO STIVALE D'ORO DI ISTANBUL
di Elsa Zambonini Durul
189 pp. | €2,99 (eBook)

Sullo sfondo di una città esotica e accattivante, Lo stivale d’oro di Istanbul mette in scena un intreccio di colpi di scena, amore e avventura, ma soprattutto il percorso di crescita di una donna che deve imparare a fare i conti con il passato, tragico, della sua famiglia. Il genere tende al giallo, anche se non risponde tanto alla domanda:”Chi è il colpevole?”, quanto piuttosto: ”Qual è veramente l’entità della sua colpa ?”.
È il retaggio familiare a spingere Lisa ad accettare un posto come insegnante di lettere nel prestigioso liceo italiano di Istanbul, sfidando l’opposizione del padre che ha sempre cercato di tenerla lontana da quella città. Il suo scopo è raccogliere informazioni sulla madre che lì è vissuta e morta, ma di cui lei non sa nulla.
Da quanto riesce a sapere, Lisa scopre una donna molto più fragile di quella che ha immaginato per tanti anni, così fragile da aver bisogno di un supporto psicologico. Su questa pista Lisa si avvia per approfondire le indagini su di lei, con l’aiuto di qualcuno e la fredda ostilità di altri. Alla storia della ragazza si intreccia quella dei suoi genitori con una quotidianità di violenza psicologica.
Nella nuova città dove lavora, e di cui presto si innamorerà, la protagonista frequenterà italiani, turchi e levantini, a cominciare dai suoi alunni, con cui intreccerà rapporti che finiranno per cambiare le sue prospettive e il suo destino. Nello stesso tempo sarà costantemente occupata a risolvere i misteri che incombono sulla sua famiglia, che non presentano certo facili soluzioni.
Il bandolo della matassa sembra essere un prezioso manufatto chiamato Lo stivale del sultano, nel cui nome sono riassunti simboli italiani (stivale) e turchi di potere maschile (sultano). Istanbul è coprotagonista.

Link per l'acquisto:



Che ne pensate di questi libri? Ne avete letto qualcuno?

giovedì 23 marzo 2017

Recensione: Con te al di là del mare

Cari lettori buon pomeriggio e ben ritrovati 😄 oggi vi lascio una nuova recensione. Questa volta vi parlo di uno young adult edito dalla Giunti.
Con te al di là del mare è il secondo libro di Giulia Besa, giovane autrice già con una certa fama tra i lettori italiani. Io è la prima volta che leggo un suo libro e ho trovato il libro adatto ad un pubblico giovane, forse un po' troppo. Sarà per questo che non sono pienamente riuscita ad apprezzarlo.

CON TE AL DI LÀ DEL MARE
Giunti | 288 pp. | €12,00
Ci sono giorni che ti cambiano la vita. Sembrava una cena come tante, e invece il padre di Aurora svela di essere coinvolto in uno scandalo sessuale con minorenni. Lei e la madre si trasferiscono precipitosamente da Roma ad Aulla, ma la distanza non basta a superare lo shock.
In uno dei tanti giorni difficili, Aurora ritrova un vecchio modellino di galeone che avrebbe voluto montare insieme al nonno prima che lui morisse. Decide di provarci da sola e attraverso un blog di modellismo conosce Alessandro, uno studente di Ingegneria nautica. Presto tra i due nasce un rapporto forte, fatto di parole, racconti, condivisione; ma quando Aurora gli propone un appuntamento lui si irrigidisce inspiegabilmente.
Intanto Aurora comincia a frequentare Riccardo, impetuoso e spericolato, che la invita alle sue scorribande in moto tra i boschi e le fa provare l'emozione di un bagno autunnale nelle cascate. Le cose non sono mai semplici e un giorno, a sorpresa, Alessandro le propone un incontro...

Con te al di là del mare è uno young adult dallo stile semplice, che si presenta subito come un romanzo adolescenziale, ma che comunque riesce ad intrattenere anche lettori più adulti.
Aurora è la protagonista di questa storia, che in prima persona ci racconta la sua nuova vita in campagna, lontana dalla città di Roma, in cui fino ad allora è crescita e dove ha lasciato tutto. Infatti Aurora e la madre sono scappate nella casa del nonno dopo che il padre ha confessato di aver tradito la moglie con delle adolescenti. Questo farà precipitare, come una doccia fredda, un grande scandalo sulla famiglia della protagonista, una famiglia ben vista e famosa nell’ambiente agiato.
Nel nuovo paesino Aurora non conosce nessuno e la madre sembra stia prendendo una brutta via dopo la grande delusione amorosa.
La giovane protagonista però curiosando tra i cassetti della sua stanza trova un modellino di un veliero mai costruito del nonno, morto l’anno precedente. È così che si iscrive su un forum per appassionati, nella speranza di trovare delle istruzioni per la creazione. Quello che di certo non si aspetta è di incontrare Alessandro, un ragazzo che può aiutarla e che pian piano diventa il suo confidente, perché sembra capirla e conoscerla, nonostante non si siano mai visti. Ma Alessandro non ha una vita facile e poter incontrare Aurora per lui è difficile...

Dall'altra parte però c’è la vita reale, fatta di giornate scolastiche e nuovi compagni di scuola. Tra cui c’è Ricky, il bello e dannato della scuola, che sembra andarle dietro fin dal primo giorno.
Aurora si ritrova quindi tra due ragazzi, uno tangibile e reale, l’altro il tanto sognato principe che però non ha mai visto.
Tutta la storia di questo libro ruota intorno alle emozioni di Aurora e il suo fidanzamento con Ricky, nonostante il suo desiderio sia quello di poter conoscere e vivere con Alessandro. La protagonista attraverso la narrazione in prima persona, ci invita a conoscere i suoi sentimenti e le sue paure. Aurora è una ragazza forte, ma pur sempre adolescente che come tale fa degli errori, accorgendosene sempre troppo tardi.
Con te al di là del mare tocca tanti temi importanti come l’alcolismo, il bullismo, l’amicizia, e tanto altro. Ma ognuno di essi è appena tangibile, non abbastanza approfondito per poter davvero lasciare un insegnamento.
Ho apprezzato questo libro per la lettura scorrevole e la storia interessante, ma penso non mi abbia lasciato molto. Quella di Aurora è la tipica vita di un’adolescente alle prese con le prime cotte e delusioni d’amore - oltre che all’inserimento di una situazione familiare non proprio ottima - che magari potrà piacere ai più giovani, i quali potranno sognare il vero amore insieme ad Aurora.
Ma se siete più adulti e volete comunque leggerlo, credo che non vi dispiacerà, però non abbiate troppe aspettative. 


VOTO:

mercoledì 22 marzo 2017

Recensione: Infinity - Soul in a mistery

Buongiorno carissimi lettori, oggi ho tante recensioni da scrivere, quindi parto subito lasciandovene una nuova 😃
Chi mi segue anche su Facebook saprà che due settimane fa ho partecipato attivamente alla presentazione di questo libro qui a Pavia, visto che Alessandra mi ha voluta al suo fianco per poter parlare insieme del capitolo conclusivo della serie di Infinity. Ma di questo ve ne parlerò nel week end, intanto vi lasco il mio pensiero!

INFINITY
Soul in a mistery
350 pp. | €0,99 (eBook) | €18,90 (cartaceo)
Il tempo per ricordare tutto ciò che è stato sembra troppo lontano per Elizabeth. Quel tempo in cui la gioia primeggiava nel suo cuore pare non voglia più tornare. Si trova in balia di eventi che la costringono a cercare ogni modo possibile per poter ricordare il passato.
Ma per quale motivo non ha più memoria di fatti accaduti nell’ultimo anno trascorso?
Per quale motivo sente in Fabrizio una vibrazione tale da alimentare in lei dubbi sempre nuovi?
E per quale motivo avverte dentro di lei qualcosa di “strano”?
Solo il cuore potrà realmente abbattere il muro che impedisce ai suoi ricordi di tornare.
Solo il cuore la condurrà in un luogo particolare.
Solo il cuore le darà le risposte a tutte le domande e, a quel punto, l’amore la porterà ancora da William.
Ma, da quel momento, tutto cambierà oppure tutto tornerà come prima.
La battaglia che Beth deve affrontare non riguarda ora soltanto Demoni e non riguarda nemmeno gli antagonisti per eccellenza: gli Angeli, che chiedono attenzione più che mai. Ma la vera lotta si svolge nel cuore di Elizabeth: per lei è giunto il momento di prendere decisioni definitive. La resa dei conti per la sua Anima è arrivata.
Riuscirà l’amore a vincere uno scontro in cui in gioco vi sarà non solo l’Anima di Beth, ma anche il futuro dell’intera umanità?
Riusciranno Will e Beth a vivere il loro amore all’Infinito?
In questo terzo volume della Saga di “Infinity”, dimenticate tutto ciò che è stato e affrontate con coraggio ciò che sarà. 


*Attenzione potrebbero esserci spoiler per chi non avesse ancora letto i libri precedenti*
Con Infinity – Soul in a mistery si conclude la trilogia paranormal romance che ci ha tenuto compagnia in questi anni. Una serie romantica, emozionante e che mi ha lasciato tanti ricordi. Per me è difficile lasciare Beth e Will al loro futuro, e così sarà per ognuno dei lettori affezionati ai due protagonisti e che insieme a loro hanno sognato il vero amore. 
Il secondo volume ci aveva riservato un finale spiacevole e con un grande colpo al cuore, più che “di scena”. Finalmente quindi leggendo il terzo libro potremo sapere cosa è successo alla protagonista Beth. 
Per non fare spoiler non potrò parlare molto dalla trama, ma quello che posso dirvi (mi dispiace per chi ancora non ha letto i libri precedenti) è che Beth risvegliata dal coma si ritrova con un buco temporale di circa un anno. Ovvero non ricorda nulla del suo periodo a Londra, ciò vuol dire che non ricorda nulla di Will e del loro straordinario amore. 
Accanto a lei ci saranno personaggi già conosciuti come sua madre e la sorella, ma anche personaggi che avevamo abbandonato senza sapere dove fossero, come Fabrizio, il suo migliore amico, che in questo terzo volume ha un ruolo chiave per comprendere meglio la vita di Beth e della sua famiglia.
Anche il padre, morto l’anno prima, ricompare nella storia, seppur non presente fisicamente sulla terra, e avrà un ruolo decisivo per le scelte intraprese dalla protagonista. 
Quella raccontata nel secondo libro è la vera storia di Beth, di cosa lei sia e di qual è il suo destino, spetterà a lei portarlo a compimento. Per fare ciò però dovrà prendere delle decisioni difficili ma che possano farla stare vicino alla persona che ama: Will. Che avevamo lasciato tra le fiamme nel secondo volume (sempre quel maledetto secondo volume).
Oltre i demoni che già avevamo conosciuto nei primi volumi, questa volta conosceremo anche nuove figure paranormali, come angeli e cherubini. Dovrà essere Beth a decidere da quale parte stare. 

In Soul in a mistery torna una forte componente romance, che caratterizzava il primo volume e che invece avevamo un po’ perso nel secondo. Tante infatti sono le emozioni che proveranno i protagonisti, e con loro anche noi lettori. Perché come sempre Alessandra Cigalino anche questa volta è stata in grado di trasmettere ogni singola emozione a chi legge, facendo arrivare ogni parola dritta al cuore. Parole di un certo peso e che ci fanno sognare, sperare, ma anche piangere. 
Ho notato ancora una volta una grande crescita stilistica dell’autrice, che libro dopo libro diventa sempre più abile con le parole e le emozioni da trasmettere ai suoi lettori. 
Mi è dispiaciuto solo che le parti più adrenaliniche siano state raccontate troppo velocemente, avrei preferito più azione e suspense, per esempio durante i duelli o alla fine, nel momento più importante di tutta la storia. 
Il libro è super consigliato a chi ha già letto i libri precedenti, perché penso che Alessandra sia una grande autrice, con una grande umiltà e autocritica, che la porta a migliorarsi sempre più e a scrivere delle grandi storie. 
Insomma Ale ha fatto di nuovo centro!


VOTO:


martedì 21 marzo 2017

Recensione: L'uroboro di corallo

Cari lettori sono tornata!! Quest'anno gli esami mi stanno portando via davvero tanto, troppo, tempo. Ma in questi giorni dovrei essere un po' più libera e quindi spero di poter recuperare il tempo perso.
Inizio subito quindi lasciandovi una recensione che aspetta un po' di essere letta!

Ringrazio la Salani per avermi dato la possibilità di leggere questo libro.

L'UROBORO DI CORALLO
Salani | 324 pp. | €15,90

Può un’eredità imprevista cambiarti la vita, anche se non sei più giovanissima e non ti aspetti più nulla dal mondo? Sì, se l’eredità è una spilla di corallo a forma di uroboro. Di un suo supposto potere magico è convinta Anastasia, una donna ‘all’antica’, insicura e piena di remore, che vive l’abbandono del marito come una colpa e ha congelato la propria esistenza nell’attesa di un suo improbabile ritorno. L’eredità dell’amante del nonno, un palazzetto in una zona malfamata di Catania e una scatola piena di cianfrusaglie tra cui l’uroboro, è l’occasione per cambiare tutto.Intorno ad Anastasia un mondo di personaggi vivi e reali: le tre cugine ‘continentali’, la figlia Nuvola con i capelli viola e il suo bizzarro mestiere, l’altra figlia Doriana, che scopre le gioie e i dolori dell’adulterio, e poi ancora il notaio-cuoco Matteo e l’inquietante cavalier Santospirito con le sue rocambolesche manovre per impossessarsi del magico uroboro. Ma specialmente Igor, il primo amore di Anastasia, che potrebbe tornare dalla Guadalupa e rimettere tutto in discussione…Un romanzo immerso nei caldi colori mediterranei, in cui ironia e fiducia nel cambiamento aprono nuove, meravigliose strade.

L’Uroboro di corallo è un romanzo dallo stile frizzante, che vede protagoniste tante donne, diverse ma legate dalla parentela. La figura maschile appare offuscata, come una presenza in secondo piano. 
Protagonista principale del libro è Anastasia, una donna che seppur non più tanto giovane, dopo essere stata lasciata dal marito, intraprende una vita nuova che sembra non appartenerle, ma che le consente di conoscere realmente il mondo e di divertirsi, andando contro i canoni che la madre le ha sempre imposto, della donna servizievole e solo casa e chiesa. 
Anastasia si rende conto di essere libera e di poter fare quello che vuole, grazie all’uroboro di corallo ereditato da una zia. Una spilla in cui è raffigurato un serpente che si morde la coda, simbolo di rinascita, che sembra averla cambiata e averle portato fortuna fin dal primo giorno. Si ritrova infatti ad affrontare viaggi, a ricercare un uomo conosciuto durante l’infanzia e che l’aveva chiesta in sposa da bambina, oppure ad essere corteggiata da un colonello. Cose che per Anastasia fino ad allora erano impensabili, per una donna rispettabile come lei. 
Insieme a lei, conosceremo anche le vite delle figlie e delle cugine. Donne dalle personalità diverse, così come diverse sono le loro vite, ma che insieme riescono a riconoscere la loro forza e la loro indipendenza. Così come Nuvola, una delle due figlie, che seppur alla ricerca disperata di un uomo con cui mettere su famiglia, visto l’avanzare dell’età, si rende conto di quanto sia importante iniziare dal capire sé stessi. Oppure Doriana, la sorella di Nuvola, che per evadere dai problemi coniugali
decide di andare con un altro uomo, rendendosi conto solo a quel punto di quanto sia stata felice con il marito.
Ognuna insomma con i suoi problemi ci regala piccole emozioni e piccoli insegnamenti di vita.
Insieme a queste storie ce ne sono altre, che fanno da cornice, ma che arricchiscono il libro. Forse però sono troppe. Infatti nonostante la lettura sia stata piacevole, credo che l’autrice abbia voluto mettere fin troppe cose dentro, rendendo il tutto impersonale e poco lineare. Le storie sono legate solo da un sottile filo, per il resto sembra un’accozzaglia di idee. Anche l’uroboro così centrale nella storia, in realtà non ha a che fare con le storie per esempio di Nuvola e Doriana.
Belle sono però le descrizioni della Sicilia, regione descritta in questo caso nel periodo invernale, cosa abbastanza originale, perché ci permette di osservare, attraverso gli occhi delle protagoniste, una Sicilia che solitamente siamo abituati a vedere solo con le tinte gialle del sole. 
Insomma la storia parte bene e le idee di base sono buone, ma poi penso che l’autrice si sia persa strada facendo, volendo strafare e concentrandosi troppo poco sulla vera protagonista della storia. 
Un libro leggero e divertente da leggere in pochi giorni, da cui però non bisogna aspettarsi molto altro. 


VOTO:

martedì 7 marzo 2017

Recensione: Il segreto di Black Rabbit Hall

Buongiorno carissimi lettori ^^ Come procedono le vostre letture? Qui fa freddo e la routine universitaria è ricominciata a pieno ritmo >.< Oggi vi proponiamo la recensione della nostra ultima lettura :3


IL SEGRETO DI BLACK RABBIT HALL
Risultati immagini per black rabbit hole
Rizzoli | 384 pp. | €19,00 (cartaceo)| €9,99 (ebook)


Amber Alton sa che il tempo scorre in modo diverso a Black Rabbit Hall, la grande casa di famiglia dove lei, il suo gemello Toby, i piccoli Kitty e Barnes trascorrono le estati e le vacanze. Vacanze all’insegna della libertà, delle corse scalzi sulla spiaggia o tra i boschi. Il tempo a Black Rabbit Hall è immobile, eterno, nessuno fa caso agli orologi e sembra non accada mai nulla. Eppure una notte tempestosa qualcosa succede, qualcosa di terribile, e niente più è come prima. Sono passati trent’anni quando Lorna arriva a Black Rabbit Hall, decisa a sposarsi in Cornovaglia, in una di quelle maestose e austere residenze che hanno il sapore di un’altra epoca. È un incontro col passato degli Alton, un’immersione totale, sconvolgente, nella stagione felice di una famiglia che sembra essersi dissolta tra le sale ormai fredde e umide, i soffitti crepati, le stanze polverose di quella grande casa. È tra quelle camere che Lorna scopre l’urgenza di capire cosa è accaduto a quei bambini e al tempo stesso di trovare risposte al proprio passato, disseppellendo ricordi e immagini della sua infanzia e della madre adottiva, scavando nei segreti che ancora segnano la sua famiglia. Con un romanzo intriso di atmosfere gotiche, Eve Chase ci conduce in un viaggio affascinante nel cuore di due donne, separate dai decenni eppure irrimediabilmente legate in un nodo di misteri e non detti che avvolge ogni pietra, ogni soglia, ogni gradino di Black Rabbit Hall.



Risultati immagini per black rabbit hallBenvenuti a Black Rabbit Hall, la tenuta sfarzosa della famiglia Alton. Benvenuti in Cornovaglia, una landa che sa di mare e di sentieri incontaminati. Potrete respirare un’aria umida che sa di pace e serenità, lontano dal chiasso e dalle incombenze di Londra, ascoltare le risate di bambini che conoscono soltanto l’unione della famiglia, potrete ricercare con nostalgia una felicità che vi manca. Black Rabbit Hall non è soltanto una casa. Nonostante le recenti ristrettezze economiche che costringono Hugo (il padre famiglia) a evitare spese “ingiustificate” impedendogli quindi di riparare il tetto o di adoperarsi con piccoli ritocchi (ma necessari) nelle varie stanze, nulla sembra essere cambiato. Black Rabbit Hall appare sempre come un porto sicuro, un rifugio dalle intemperie della vita, un luogo adatto a ritrovarsi e dove trascorrere le vacanze a pieno contatto con la natura, con se stessi, con il legame di sangue. È forse una fortezza contro il dolore del mondo circostante, uno scudo contro tutto il male che imperversa lì fuori. Ma anche qui l’assoluta ingiustificata tristezza può permettersi il lusso di passare attraverso una piccola fenditura. Ed è allora che tutto cambia.

Lo dico sempre a papà che Black Rabbit Hall è il solo punto fermo di questo mondo folle che cambia in continuazione. E' il nostro porto sicuro, il posto della felicità, vero, Amber?

Sono passati alcuni decenni da quell'ultimo giorno d’estate del 1969. L’inizio della fine. O la fine stessa. Lorna, una giovane futura sposa, sta cercando col fidanzato un luogo adatto alle sue nozze, il giorno in cui verrà sancito un nuovo capitolo della sua vita. E lei ama la Cornovaglia. Sua madre la portava sempre in vacanza in queste lande tranquille e solitarie. Percorrono strade dissestate, sembra che non ci sia nessuna indicazione, è impossibile non perdere l’orientamento. Ma ecco che dietro l’angolo sbuca Black Rabbit Hall. Cosa è la sensazione che sta provando? Quale forza magnetica la sta attraendo? Non veniva forse sempre qui con sua madre? C’è qualcosa che la richiama. Ci sono radici che stanno per emergere.

Risultati immagini per black rabbit hall
Due donne, due storie intrecciate tra di loro a distanza di alcuni decenni. Da una parte Lorna, alla ricerca del suo passato che ha sempre voluto negare o, meglio, non interrogare per paura di scoprire verità celate che potrebbero far male. Dall’altra parte, la famiglia Alton distrutta dal dolore d’improvviso, come un fulmine a ciel sereno. Conosciamo così Amber e il gemello Toby, Kitty e Barney, il padre Hugo e la madre Nancy. Conosciamo la loro spensierata gioventù, la felicità ritrovata dentro il focolaio famigliare, finchè il buio non decide di calare su di loro. La madre muore in un incidente a cavallo. Eppure, quasi come un rito da portare avanti in onore della madre che tanto amava quel posto, continuano i giorni a Black Rabbit Hall. Ma qualcosa è destinato a cambiare. Qualcuno sta cercando di occupare il posto che desidera da anni, sta cercando di riprendersi disperatamente (e con sotterfugi che prendono il nome di denaro) una famiglia che sarebbe dovuta appartenere a lei. Caroline, è questo il nome della nuova moglie del padre, si trasferisce presto con il figlio Lucian nella casa degli Alton. Proprio a questo punto si rompono tutti gli equilibri della famiglia: i ragazzi iniziano a comportarsi da selvaggi non rispettando pulizia ed orari, il legame tra i due gemelli, Amber e Toby, inizia a lacerarsi in nome di un sentimento più grande, l’incertezza prende il sopravvento, il passato sembra ormai troppo lontano
Si tratta quindi di due storie in parallelo raccontate con eleganza e un pizzico di mistero dal volto di una nuova autrice. Tuttavia soltanto un filo narrativo è riuscito a prendermi e assorbirmi. La storia di Lorna è quasi un pretesto per raccontare la storia della famiglia Alton, riportando alla luce misteri, fotografie, segreti inconfessabili, percorrendo i corridoi della tenuta e osservando lo sguardo di Mrs Alton, l'unica rimasta in Cornovaglia. A tratti non ho apprezzato molto neanche il personaggio stesso di Lorna, troppo istintiva, a volte confusa. Quello che ho amato è stato assolutamente il filone narrativo che ripercorre le vicissitudini di Amber e dei suoi fratelli, il loro dolore, il percorso di crescita e di cambiamento, sino allo scioglimento dei legami, alla reclusione, alla catastrofe annunciata, con fare profetico, da Toby sin dall'inizio di quell'estate. Avrei voluto saperne di più della loro vita, di quello che successe negli anni a venire, qualche approfondimento di quell'estate audace ma maledetta, magari ponendo un po' più di attenzione sulla figura di Toby piuttosto che soltanto su Amber (che in fondo è la vera protagonista del romanzo). Black Rabbit Hall ha le porte spalancate per voi, non indugiate, varcate la soglia! Ma non aspettatevi un vero e proprio romanzo gotico né una storia ricchissima di misteri e oscuri presagi come si potrebbe pensare (c'è qualcuno che non l'ha forse pensato leggendo la trama?), bensì iniziate la lettura senza pretese e inoltratevi con calma assaporando una storia densa di sentimento. 

 VOTO:


Voi avete letto questo libro?
Che ne pensate?

mercoledì 1 marzo 2017

Recensione: Vietato leggere all'inferno

Buon pomeriggio lettori ^^ e bentornati sul blog!
Oggi vi lascio una recensione super positiva, riguardo il libro Vietato leggere all'inferno di Roberto Gerilli. Un libro pubblicato da Speechless, una rivista online, che ogni tanto porta ai lettori queste perle di letteratura.
Vietato leggere all'inferno mi è piaciuto tantissimo *-* e sono felice che mi abbiano dato la possibilità di leggerlo, perché davvero ne vale la pena!

VIETATO LEGGERE ALL'INFERNO
Speechless books | 338 pp. | €12,90 (cartaceo)
Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso. Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse. Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.

Leggendo la trama possiamo renderci subito conto che Vietato leggere all’inferno sarà un libro nuovo, qualcosa di mai letto. E così è stato per me. Subito si intuisce l’originalità di questa storia e anche per questo è stata una lettura assolutamente entusiasmante. 
Amleto, questo è il nome del protagonista, è un semplice ragazzo di Ancona, emarginato dalla società per la sua “dipendenza”. In un’era in cui la lettura è vietata (tranne per i testi sacri) e ogni forma di infrazione alla legge è punita, la gente come Amleto, libromane convinto, viene vista come “sbagliata” e “diversa”, questo sempre se non si viene scoperti pubblicamente. In quel caso esistono pure dei centri di disintossicazione per guarire da questo tremendo male. 
Insomma Amleto cerca in ogni modo di stare lontano da guai, pur di poter continuare clandestinamente a leggere e a farsi. Ma questo finché non incontra Eleonora, altra libromane come lui, ma convinta di poter cambiare la visione dei lettori nel mondo e poter tornare alle origini, quando chiunque poteva leggere liberamente. 
«Abbiamo pensato di dividerci il lavoro, in modo da procedere senza soste, notte e giorno. Ma eravamo troppo lenti. Quindi abbiamo iniziato a farci, farci di brutto. Romanzi horror per tenerci svegli, action/thriller per darci la carica, grandi classici per trovare l'ispirazione, perché più eravamo fatti e più scrivevamo bene. Assurdo? Forse no.»
Così insieme ai nostri protagonisti e personaggi secondari, guidati in questa storia dalla voce di Amleto, ci addentriamo in un mondo diverso da quello conosciuto. Dove di nascosto dalle istituzioni esiste una grande lotta tra editori, che cercano comunque di pubblicare, nonostante la società rifiuti la lettura. Ma in realtà, secondo i protagonisti, quelli che circolano adesso non hanno nulla a che vedere con i grandi romanzi del passato. 
L’obiettivo di Amleto ed Eleonora quindi è quello di poter scrivere il romanzo dei romanzi, quello che potrà cambiare il mondo. Ma questo significa andare contro tutto e tutti, insomma andare incontro ai guai. 
Inizia in questo modo l’avventura, una storia adrenalinica che, tra sparatorie improvvise e inseguimenti mozzafiato, riesce a trascinare e ad affascinare i lettori. Con continui colpi di scena e momenti ricchi di suspense Roberto Gerilli è stato in grado di tessere una trama innovativa ed originale, in grado di mostrare la pochezza della società priva di letteratura, cosa che sembra essere sempre più verosimile nel nostro Paese, dove la percentuale di lettori diminuisce con gli anni. 
Ho apprezzato molto la scelta di ambientare buona parte della storia in Italia. Per una volta possiamo leggere una storia fantastica e distopica direttamente nel nostro Paese e, soprattutto per chi conosce i luoghi, poter immaginare bene dove si svolgono le scene. Rendendo il tutto ancora più realistico. 
Leggere Vietato leggere all’inferno è stato come una boccata d’aria fresca, mi sono sentita pienamente appagata da questa storia, che è riuscita ad emozionarmi e a rapirmi, portandomi alla ricerca di una soluzione per poter cambiare quella società. Viaggiare insieme ai protagonisti, provare rabbia e paura insieme a loro è stato fantastico. 
Non mancano neanche i momenti ironici, che riescono ad allentare la tensione e a rendere la lettura più piacevole. 
Insomma un libro assolutamente consigliato a tutti. Un libro da gustare pian piano e in cui addentrarsi per scoprire una realtà diversa dalla nostra, per fortuna!

VOTO:


Voi avete letto questo libro?






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...