giovedì 29 dicembre 2011

Aspettando Natale... Giveaway "Nell'invisibile"

Cari followers eccoci con un nuovo appuntamento con la rubrica Aspettando Natale...
Vi annuncio il 4° giveaway del blog, in palio c'è una copia del libro Nell'invisibile di Siliana Cheryl e Marianne Vergy.




NELL' INVISIBILE

Autrici: Siliana Cheryl e Marianne Vergy
Editore: Albatros


Descrizione: 
 Ci sono incontri che cambiano per sempre le nostre vite: voluti dal destino, sconvolgono le nostre esistenze e danno un senso nuovo a tutto ciò che ci circonda... È proprio quello che succede a Gioele. Affascinante e ribelle, ha sempre vissuto la sua vita al limite; quando incontrerà Miley e Debra in circostanze straordinarie, scoprirà che la sua vita può cambiare da un momento all'altro e che su di lui si gioca la sopravvivenza di un'intera dimensione celeste. Tre esistenze sospese tra realtà e sogno, tra reale e possibile, destinate a intrecciarsi in modi profondi e inattesi. L'eterna lotta tra il bene e il male riletta in chiave moderna e romantica: questo il segreto del romanzo di Siliana Cheryl e Marianne Vergy, il racconto di un amore straordinario, che va oltre i confini del sogno.
 POTETE TROVARE LA RECENSIONE: QUI
E L'INTERVISTA ALLE AUTRICI: QUI


E adesso il giveaway:


<a href="http://unbuonlibrononfinisce-mai.blogspot.com/2011/12/aspettando-natale-giveaway.html"><img src="http://img859.imageshack.us/img859/8111/ganih.jpg" border=0></a>



REGOLE:
1- Essere follower dell blog (in modo pubblico), se ancora non lo siete basta cliccare su "Unisciti a questo sito" a destra.
2- Lasciare un commento di senso compiuto sotto al post, spiegandoci cosa vi attira di questo romanzo e scrivendo il vostro indirizzo e-mail al quale contattarvi in caso di vittoria.
3- Se condividete su facebook, twitter, blog o altro lasciate il link nel commento in modo che possa verificare! Avrete 1 punto in più per ogni condivisione, ciò vi permetterà di avere più probabilità di vincere!

4- Infine, chi avrà messo "mi piace" alla pagina facebook, avrà un ulteriore punto in più, ovviamente lasciate il nick, con il quale avete messo mi piace, nel commento!!

Per qualsiasi ulteriore informazione, non esitate a chiedere!

IL GIVEAWAY SCADE IL 6 GENNAIO!


Buon capodanno!



Novità Gargoyle Gennaio - Febbraio - Marzo 2012

La Gargoyle Books presenta le novità dei mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo 2012 e vi augurano buone feste.



Morire per vivere

di John Scalzi
(Gargoyle Extra, EAN 978-88-89541-90-6, 18 €, traduzione di Concetta D’Addetta - in libreria da gennaio 2012)

La trama. A 75 anni John Perry, vedovo da alcuni mesi, si arruola nelle Forze di Difesa Coloniale (fdc), imbarcandosi, assieme ad altri volontari, sull’astronave “Henry Hudson”. All’interno del veicolo spaziale, la coscienza dei commilitoni viene trasferita in nuovi corpi che, per mezzo di una tecnologia avanzata, vengono potenziati in modo da disporre di una forza prodigiosa e sensi molto sviluppati. Dopo un periodo di addestramento sul pianeta Beta Pyxis III, Perry viene mandato a combattere i Consu, una razza aliena fiera e intelligente; grazie a una sua intuizione le fdc vincono la battaglia e il suo gruppo di appartenenza è riassegnato, ma l’astronave viene intercettata, attaccata e Perry dato per morto. A salvarlo, però, arrivano le misteriose Brigate Fantasma, forze speciali delle fdc, guidate da Jane Sagan, che somiglia in modo impressionante a Kathy, la defunta moglie di John…

L’autore. Dopo un esordio da giornalista, il californiano John Scalzi (1969) si dedica alla scrittura. Morire per vivere (Old Man’s War) è il suo primo romanzo per il quale è stato candidato al prestigioso premio Hugo Award e i cui diritti sono stati venduti in più di quindici Paesi tra cui Cina, Giappone, Francia, Germania, Spagna, Russia, Israele e Inghilterra. La Paramount ha acquistato i diritti per un film annunciato per il 2012 con la regia di Wolfgang Petersen (La storia infinita, Virus letale, Air Force, Troy). Tra gli altri romanzi di Scalzi ricordiamo The Ghost Brigades, The Sagan Diary, The Last Colony e Zoe’s Tale. È stato consulente creativo per la popolare serie televisiva di fantascienza Stargate Universe. Dal 2010 è presidente della Science Fiction and Fantasy Writers of America.
Per maggiori informazioni: http://scalzi.com

Hanno detto:
Straordinariamente riuscito, una forza innovativa che genera continue sorprese e grande soddisfazione nella lettura.
Publishers Weekly


Concepito in maniera brillante e assolutamente divertente.
The Cleveland Plain Dealer


La vita eterna

di Marie Corelli
(Gargoyle Extra, EAN 978-88-89541-88-3, 18 €, traduzione di Monica Meloni - in libreria da febbraio 2012).

La trama. Una donna stanca e irritabile – voce narrante della storia – bisognosa di una vacanza, accetta di fare una crociera nelle Ebridi sullo yacht di Morton Harland, un milionario americano con velleità letterarie. Al seguito di Harland, vi sono la sua giovane figlia Catherine, il segretario, Mr Swinton, e un medico, il dottor Brayle. Durante la navigazione, la compagnia s’imbatte nello yacht del ricco Rafael Santoris, vecchio compagno di scuola di Harland. Tra Santoris e la narratrice scoppia subito un particolare idillio, che svela un lunghissimo rapporto misteriosamente sopravvissuto ai secoli attraverso continue reincarnazioni, ma senza che i due riuscissero mai davvero a incontrarsi. Per evitare il rischio di un’altra separazione, Santoris chiede alla donna di seguirlo ma lei, intuendo che il loro cammino spirituale è ancora lontano dal concludersi, decide di raggiungere un monastero sino ad allora interdetto alle donne, dove intraprendere un cammino spirituale. Rafael Sartoris, però, non si arrende, adesso che lo ha trovato, non vuole rinunciare all’amore eterno…

L’autore. Figlia illegittima di Charles Mackay, poeta e autore di canzoni scozzese, poco più che trentenne Mary Mackay (Londra 1855 - Stratford-on-Avon 1924) si creò una nuova identità trasformandosi in “Marie Corelli” e iniziando una strepitosa avventura letteraria ed editoriale. Tra i suoi romanzi di maggior successo troviamo Vendetta - The Story of One Forgotten (Vendetta!, Gargoyle 2011) e il popolarissimo The Sorrows of Satana, che ha ispirato l’omonimo film di David W. Griffith. La Corelli arrivò a vendere anche 100.000 copie l’anno, diventando la regina dei bestseller d’epoca tardo-vittoriana ed edoardiana, nonché l’autrice prediletta di personaggi illustri tra cui la Regina Vittoria, Margherita di Savoia, l’Imperatrice Elisabetta d’Austria, il poeta Alfred Tennyson e il Primo Ministro britannico Gladstone.

 Da La vita eterna:
«La scienza, come ogni altra cosa, presenta dei limiti», dissi, «a causa dei quali la mente può facilmente scivolare nel caos. Gli studiosi più autorevoli sono destinati al fallimento eclatante delle proprie speculazioni. Dimenticano che per capire l’Infinito, devono essere certi dell’Infinito in se stessi».


«Parlate come un oracolo, bella signora!», disse Mr Harland. «Ma nonostante i vostri acuti argomenti, l’Uomo rimane limitato come sempre».


«Se sceglie di esserlo, lo è certamente», risposi. «L’uomo è sempre ciò che sceglie di essere».



Sherlock Holmes e i misteri di Londra

di Tracy Revels
(Gargoyle Books, EAN 978-88-89541-64-7, 14 €, traduzione di Elena Cecchini - in libreria da marzo 2012)

La trama. Tutto comincia una mattina d’aprile, nella Londra vittoriana, quando al 221B di Baker Street fa la sua comparsa Titania, la Regina delle Fate di Sogno di una notte di mezza estate. Titania è venuta per chiedere a Sherlock Holmes, che sembra conoscere da molto tempo, di ritrovare il suo diadema, ma quando nomina il Regno delle Ombre e fa appello ad antichi legami tra Holmes e le creature che abitano questo regno, si avverte qualcosa di misterioso: non solo il Grande Detective si rifiuta di aiutare la Regina delle Fate, ma tra i due sembra esserci uno strano legame.
La discussione turba profondamente Watson che rimane esterrefatto quando l’amico e compagno gli rivela che il Regno delle Ombre esiste veramente. Una serie di sparizioni di oggetti simbolici, un’indagine condotta dall’abile Sherlock Holmes, e un pizzico di magia rendono l’avventura avvincente.

 L’autore. Nata e cresciuta a Madison, Tracy Ravels è professore di Storia e cultura della Florida, tra le sue pubblicazioni scientifiche di maggior rilievo Watery Eden: A History of Wakulla Springs, Grander in Her Daughters: Florida's Women During the Civil War, and Sunshine Paradise: A History of Florida Tourism (Rembert Patrick Prize - 2005 come migliore opera accademica sulla storia locale).
Accanto alla docenza, Revels sfoggia una formidabile conoscenza del Canone Doyliano che l’ha spinta a misurasi con la scrittura di pastiche con protagonista il celebre investigatore di Baker Street quali Sherlock Holmes e i segreti di Londra (Shadowfall - A novel of Sherlock Holmes) dove il Grande Detective è impegnato in un viaggio soprannaturale che lo porta a misurarsi con alcune figure leggendarie di villain come “Jack dai tacchi a molla” e Marie Leveau, la celebre maga esperta in riti voodoo e il suo seguito Shadowblood - A Novel of Sherlock Holmes.


In my mailbox!

Eccoci di nuovo con la rubrica In my mailbox, ideata da Kristi del blog The Story Siren...Questa volta vi posto dei libri che abbiamo comprato o ricevuto anche nel mese scorso, poichè non avendo avuto il tempo non ve li ho potuti presentare prima.



In questa sezione scriveremo tutti i libri che abbiamo ricevuto in regalo, che ci hanno mandato editori e autori o che abbiamo comprato.
Questa sezione però non verrà aggiornata periodicamente
ma solo quando avremo libri nuovi da mostrarvi!



Questa volta abbiamo deciso di postare le foto con i libri, poichè essendo troppi impiegheremmo troppo tempo a scriverlo.


Christy

QUESTI SONO I LIBRI RICEVUTI DA AUTORI ED EDITORI:

1- Avelion (la trilogia completa) - Alessia Mainardi
2- La mamma dei carabinieri - Alessio Puleo
3- Luce e Tenebra - Ombretta Clapiz
4- 436 - Anna Giraldo
5- Amailija - Romina Casagrande
6- Morga 'La maga del vento' - Moony Witcher
7- Evelyn Starr - Luca Azzolini e Francesco Falconi
8- Iris 'Fiori di cenere' - Maurizio Temporin
9- Iris 'I sogni dei morti' - Maurizio Temporin
10- Alchemia - Chiara Guidarini
11- Paranormal Kiss - Valeria Bellenda
12- Il tuo posto nel mondo - Erika Favaro
13- Commento D'autore - Fabrizio Valenza
14- Cuore nero - Amabile Giusti
15- Reflections - Francesca Gonzato Quirolpe


Inoltre oggi mi sono arrivati due libri che non ho potuto fotografare:

Loèdill I 
'Guardiani tra i mondi'
di Francesca Poggioli


Le Pietre della Vita
di Enrico Matteazzi


Minon
di Alexia Bianchini e Fiorella Rigoni



Ezio


I LIBRI RICEVUTI DA AUTORI ED EDITORI:

1- Orichalcum - Cinzia Baldini
2- Atlantis 'la maledizione del centauro' - Roberta Usai
3- La terra dei draghi 'L'antica stirpe' - Nicola Cantalupi
4- Rock 'I delitti dell'uomo nero' - Danilo Arona
5- Il secondo guardiano - Sonia Barelli
6- Il corvo di cristallo - Chiara Panzuti


Inoltre mi hanno mandato:

Solo quattro mura
di Gianluca Purgatorio



 
Invece per Natale ho ricevuto:

Favole degli dei
di Paolo Barbieri


Hàrynos
di Demetrio Priolo


Racconti Oscuri
di Aaron Scott


 


Ringraziamo tutti gli autori o editori che ci danno fiducia inviandoci una copia dei libri.



 



mercoledì 28 dicembre 2011

Recensione: Amailija + Intervista all'autrice

Questa volta vi posto la recensione del libro Amailija di Romina Casagrande e l'intervista all'autrice.



AMAILIJA

AUTORE: Romina Casagrande
EDITORE: Anguana Edizioni
PREZZO: 18,00
ISBN: 978-88-97621010




Amailija è un romanzo fantasy pieno di sentimenti e magia. La storia è ambientata in due ere diverse: la prima risale all'anno 1342 e vede come protagonista Margareth, ultima Signora del Tirolo; la seconda, invece, è ambientata nel 2010 e la protagonista è Alice, una ragazza come tante, in cerca di lavoro che per una pura casualità trova lavoro come guida estiva al Castel Grafenstein.
Da quando inizia a lavorare nella fortezza Alice sente una presenza accanto a sé, sprigionata dalla collanina che porta al collo, regalatale dai nonni Daniel e Rose. La ragazza inizia anche ad avere degli incubi, il ragazzo che lei sente vicino e le appare nei sogni è l’amante della principessa Margareth, Christoph. Quest’ultimo si prende cura della protagonista, finché Alice non incontra il proprietario del castello, Patrick un uomo affascinante, occhi azzurri come il mare e un corpo muscoloso da invidiare. Inizialmente Christoph cercherà di non far incontrare Alice e Patrick, ma arrendendosi al destino si allontana da Alice, la quale rimarrà senza protezione. Ma tutto ciò è inspiegabile, cosa vuole Christoph dalla sua vita? Perché la tormenta?
Pian piano la vita di Alice sarà sconvolta da una maledizione che ricorda molto quella inflitta a Margareth molti secoli prima: una ferita sul braccio, un terremoto e un’invasione di cavallette precedono la sua morte dovuta alla collana che porta al collo che si va stringendo sempre più, come un cappio. Solo con la forza dell’amore per sua sorella Vera, per il suo amico Matt e soprattutto per Patrick, Alice riuscirà a rompere la maledizione e a vivere. 
Due donne, due ere, due amori. Cosa lega tutto ciò? Basterà leggere il libro per scoprirlo.
Consiglio questo libro ad un vasto pubblico, è ben scritto ed è una lettura abbastanza scorrevole. Ed essendo raccontato in prima persona ti coinvolge sempre di più, facendoti entrare nel libro. Inoltre ti lascia un senso di suspance fino alle ultime pagine.


VOTO:




Romina Casagrande è nata a Merano nel 1977. Laureata in lettere con indirizzo classico, insegna presso la scuola media Giovanni Segantini di Merano. Ha collaborato con il Museo del Turismo-Touriseum di Merano e con il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Bolzano-Museion, sotto la direzione dell’artista Heinz Mader. Appassionata di storia, tradizioni e folklore, divide il suo tempo tra scrittura e pittura in una casa piena di animali. Amailija è il suo primo romanzo.




Ciao Romina, grazie per aver accettato di parlare a noi e ai nostri lettori. Ti va di parlarci un po’ di te?
Grazie a voi per esservi interessati ad Amailija! È davvero un piacere essere ospitati nel vostro blog.
Sono una persona abbastanza timida. Parlare di me mi mette sempre in un certo imbarazzo. Insegno Lettere in una scuola media, amo l’arte, soprattutto quella contemporanea, e ho una passione smodata per inventare e scrivere storie. Oltre, naturalmente, a quella per i miei cani, due cocker indiavolati.

Come mai hai scritto Amailija?A cosa ti sei ispirata?
Ho scritto Amailija in un momento di pausa dai miei studi in Beni Culturali, a cui mi ero iscritta dopo la laurea in Lettere. Per motivi familiari piuttosto gravi ho dovuto sospenderli però avevo bisogno di qualcosa in cui occupare la mente, di una storia che riassumesse ciò che stavo vivendo. La stesura di Amailija mi ha dato lo slancio per affrontare tutto. È stato un progetto in cui mi sono immersa anima e corpo perché ci ho creduto molto. Fin da quando ho scoperto la storia della contessa cui si ispira il personaggio fondamentale del romanzo: Margareth. Una storia vera, quella di una sposa bambina che troverà il coraggio e la forza di lottare contro tutte le gabbie della propria epoca, il Medioevo, per difendere se stessa, la sua eredità che in quegli anni, il XIV secolo, faceva gola a parecchi, trattandosi di una zona strategica quale il Tirolo. L’ho trovata una figura molto moderna e anche molto “internazionale” nonostante il carattere locale della vicenda. Ma in fondo, quando parliamo di sentimenti, non esistono più confini né barriere.  Il fatto poi che non esista nessun ritratto che ci sveli il suo volto e tutte le leggende nate nei secoli intorno a lei la rendono un personaggio enigmatico e affascinante in cui i confini tra realtà storica e mito si intrecciano fino a confondersi a vicenda.


Ti faccio una domanda che penso interessi molto ai lettori. Perché dovremmo acquistarlo e leggerlo? Parlaci del tuo libro.
È una storia che già nella struttura offre qualcosa di nuovo. Ogni capitolo prende il nome da un gioco dei tarocchi e ogni sezione narrativa è dedicata a una Lama. Le introduzioni storiche per ciascuna Lama riportano indietro nel passato, al Medioevo di Margareth, mentre il resto della narrazione segue il filo della contemporaneità.
La parte storica si attiene il più possibile alla realtà, ricostruendo con la fantasia le zone buie, tralasciate dalle fonti. A questo aspetto del romanzo ho tenuto molto perché ritengo che il passato, la nostra memoria vadano trattati con cura e avvicinati con rispetto.


Prima di Amailija hai scritto altri romanzi o racconti?
Amailija è il mio primo romanzo. Credo di aver conosciuto scrivendolo il piacere di raccontare storie. Le ho sempre inventate, create nella mia mente. Scriverle è un modo per renderle più ricche. Per dargli vita. Amailija mi ha portato però molta fortuna. Quasi contemporaneamente è stato pubblicato nella raccolta Urban Gods il mio racconto, Appuntamento con demone, tra i vincitori dell’omonimo concorso indetto da Writer’s Dream. E ho trovato finalmente il coraggio di mettere su carta vari progetti che avevo in testa e a cui sto lavorando a piene mani.

Ti sei ispirata a qualche autore per scrivere il libro? Se sì, a chi?
Ci sono molti autori che mi piacciono tantissimo e di cui sono letteralmente innamorata. Philippa Gregory per la grande sensibilità nel restituire le emozioni e il vissuto di personaggi che la Storia lascia il più delle volte freddi e inaccessibili, con il grande merito di avvicinarli al pubblico. Adoro J.R.Lansdale per il suo stile assolutamente unico e selvaggio. Chelsea Quinn Yarbro per la grande capacità di fondere fantasy e storia. Ma credo che Amailija abbia in sé qualcosa di nuovo e di suo soltanto. Altrimenti non avrei sentito l’esigenza di scrivere una storia. Piuttosto di una brutta copia, preferisco leggermi un buon libro e far riposare la penna.

Che progetti hai per il futuro?
È prevista per gennaio la pubblicazione del mio secondo libro, Dreamland Forest, edito da Nulla Die. Sono molto emozionata per questa uscita. Tengo davvero tantissimo alla storia di Dreamland e ai suoi personaggi. Ancora una volta un fantasy, ancora una volta il Medioevo, anche se torniamo indietro nel tempo rispetto ad Amailija, al x secolo. Il protagonista è una creatura antica, costretta a vagabondare sulla Terra nelle feline spoglie di Simaril, un gatto brontolone e pestifero. Troverà l’ultimo della sua specie, un mezzosangue molto particolare che dovrà difendere da mille insidie. Demoni, druidi e, soprattutto, un amore impossibile ma che lascerà una traccia nelle loro vite...

Che genere letterario preferisci?

Trovo che il fantasy offra tantissime opportunità. Amo i generi ibridi che si offrono a molteplici contaminazioni e credo che il fantasy si presti molto bene. Basti pensare alle ultime declinazioni, non solo l’urban fantasy, che ormai sembra andare per la maggiore, ma anche lo steampunk. Non so resistere però alle biografie storiche…

Abbiamo finito con le domande. Vuoi aggiungere qualcosa?
Amailija è uscito da poco, ma ha ottenuto dei riscontri per ora molto positivi e che mi lasciano ogni volta una sensazione di meraviglia e una grande emozione. Si dice che l’Italia sia una nazione dove si legge sempre meno. Ma io vedo dai blog, da internet, da moltissime splendide iniziative di cui si parla purtroppo poco, che la realtà è diversa. Leggere è un’esperienza fantastica e l’amore per la lettura un dono insostituibile. Scrivo le storie che vorrei leggere. E se anche un solo lettore trova interessante quello che scrivo o si affeziona ai miei personaggi, per me è un onore unico e prezioso.

In bocca al lupo da tutti i lettori.
Ringrazio di cuore voi. E…crepi il lupo!





Ringraziamo veramente Romina, per la sua gentilezza e la sua disponibilità. Ancora una volta vi invito a  leggere il suo libro!



Aspettando Natale...Estrazione giveaway "Folle Estate"

Ieri è scaduto il giveaway del libro Folle Estate di Giulio Pinto, quindi abbiamo effettuato l'estrazione del vincitore attraverso il sito RANDOM.ORG.




Vi ricordo che c'è un altro giveaway in corso:



 


Rullo di tamburi...



Il vincitore è:

Giav93

Ti abbiamo mandato un e-mail al tuo indirizzo di posta elettronica, ti preghiamo di rispondere entro una settimana. Se no si rifarà l'estrazione.


Complimenti a Giav93!

Autore della settimana: George R. R. Martin

Cari Lettori, come ogni Martedì vi posto la rubrica settimanale Autore della settimana.
Questa settimana è stato eletto vincitore l'autore George R. R. Martin!!



GEORGE R. R. MARTIN




George Raymond Richard Martin (Bayonne, 20 settembre 1948) è un autore di fantascienza e di fantasy statunitense. È famoso soprattutto per il ciclo Cronache del ghiaccio e del fuoco; ha lavorato inoltre come sceneggiatore e produttore. Le sue opere sono solitamente firmate con il nome George R. R. Martin.

George R.R. Martin è nato il 20 settembre 1948 a Bayonne, New Jersey, da Raymond Collins Martin, uno scaricatore di porto, e da Margaret Brandy Martin. Ha due sorelle Darleen Martin Lapinski e Janet Martin Patten.
George frequentò due scuole, la Mary Jane Donohoe School e la Marist High School. Iniziò a scrivere molto giovane vendendo storie di mostri agli altri ragazzi del vicinato per pochi penny, includendo nel prezzo anche la lettura drammatica. Più tardi, quando era alla High School, si appassionò di fumetti divenendone collezionista e iniziando a scrivere delle storie per alcune fanzine di fumetti. Il primo lavoro professionale di Martin fu scritto nel 1970 , venduto alla rivista Galaxy che lo pubblicò nel 1971. Seguirono poi altri lavori venduti ad altre riviste.
Nel '70 George conseguì il B.S.(Bachelor of Science) in giornalismo presso la Northwestern University (situata a Evanston, Illinois), con tanto di lode. Sempre alla Northwestern l'anno seguente completò gli studi in giornalismo conseguendo il M.S. (Master of Science).
Poichè obbiettore di coscienza, Martin fece dal '72 al '74 il servizio alternativo con la VISTA, unendosi alla Cook Country Legal Assistance Foundation. Tra il 1973 e il 1976 diresse dei tornei di scacchi per la Chess Association e fu professore di giornalismo presso il Clarke Colege (Dubuque, Iowa) dal '76 al '78.

Nel 1975 si sposò con Gale Burnick. Divorziarono nel 1979 senza figli. George Martin divenne scrittore a tempo pieno nel 1979.
Spostandosi a Hollywood poi Martin firmò un contratto di lavoro come story editor per Twilight Zone alla CNS Television nel 1986.
Nel 1987 George divenne Executive Story Consultant alla CBS per Beauty and Beast . Nell '88 divenne produttore per Beauty and Beast spostandosi poi al ruolo di co-produttore nel '89. Fu anche produttore esecutivo di Doorways , un pilota che scrisse per la Columbia Pictures Television e che fu filmato tra il 1992 e il 1993.
Tuttora Martin vive a Santa Fe, New Mexico. E' membro della "Science Fiction & Fantasy Writers of America" ( di cui è stato il Direttore per zona centromeridionale dal 1977 al 1979 , e vice presidente dal 1996 al 1998) e della "Writers' Guild of America, West".


 

BIBLIOGRAFIA:

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Il Trono di Spade
Il Grande Inverno
Il Regno dei Lupi
La Regina dei Draghi
Tempesta di Spade
I Fiumi della Guerra
Il Portale delle Tenebre
Altri Romanzi

La Luce Morente
Il Pianeta dei Venti
Il Battello del Delirio

Racconti

Un Canto per Lya
Al Mattino Calano le Nebbie
Canzoni d'Ombra e di Stelle
FTL
Nel Nome del Drago e della Croce
Re Della Sabbia
Dieci Piccoli umani
Il Drago di Ghiaccio
Manna dal CieloNella Terre Perdute
Stella
Il Collezionista
Commercio di Pelle
Ritratti di Famiglia
l'Uomo della Casa della Carne
Un'Altra Solitudine
Sangue di Drago
Il Cavaliere Errante



lunedì 26 dicembre 2011

Aspettando Natale...Intervista a Yami Yume!!

Cari Lettori, buon Santo Stefano!
Finalmente finite queste feste ritorno a postare anteprime, interviste, recensioni,...per il blog.

Ancora una volta posto un'intervista per la rubrica Aspettando Natale... ,che nonostante sia passato il 25
Dicembre continuo ad aggiornare fino al 7 Gennaio.


Questa volta vi presento un'autrice esordiente, scrittrice del libro Immagina.


INTERVISTA A YAMI YUME

Ciao Yami, grazie per aver accettato di parlare a noi e ai nostri lettori. Ti va di parlarci un po’ di te?
Ciao e grazie a te per lo spazio.
Sono una scrittrice esordiente appassionata del Giappone.
Scrivo principalmente storie fantasy e horror, ma mi è capitato anche di sperimentare altri generi, come la fantascienza e la fiaba.
Ho pubblicato il mio primo romanzo fantasy con influenze dark e tematiche psicologiche nel Marzo 2011 con Sangel Edizioni. Inoltre ho partecipato ad alcuni concorsi letterari con dei racconti che hanno vinto e sono stati pubblicati nelle rispettive raccolte.
Come mai hai scritto Imagina? A cosa ti sei ispirata?
Ho scritto "Immagina" per un bisogno personale.
L'ispirazione mi è arrivata durante la notte, in un momento di depressione in cui fantasticavo sulla possibilità di "evadere", di "liberarmi" dai problemi e dagli impedimenti che nella vita reale molto spesso mi hanno costretta a rinunciare a parecchi sogni o progetti che avrei voluto realizzare. Lasciandomi trasportare dall'immaginazione ho immaginato, per l'appunto, che fuori dalla porta della mia camera da letto si aprisse un varco per un'altra dimensione che, malgrado i suoi pericoli, mi avrebbe permesso comunque di tentare altre vie per trovare ciò che io chiamo "il mio posto nel mondo".
Subito dopo aver formulato questa fantasia, mi sono venuti in mente una serie di sogni che avevo fatto negli anni, molti dei quali vedevano come protagonista lo stesso ragazzo, quasi sempre coinvolto in situazioni particolari, misteriose, tormentato e inseguito da entità soprannaturali, in viaggio o in fuga.
Le due cose si sono fuse insieme e così mi è venuto in mente che il desiderio di "fuga" che aveva dato il via a quella catena di pensieri poteva essere incarnato da questo ragazzo: avrei potuto creare una storia su di lui, cercare di mettere insieme quei frammenti di sogni in modo da dar loro un senso e al tempo stesso dare voce a questo ragazzo misterioso e così è stato.
 
Ti faccio una domanda che penso interessi molto ai lettori. Perché dovremmo acquistarlo e leggerlo? Parlaci del tuo libro.La storia di Feo, il protagonista del mio libro, nella sua apparente semplicità è portatrice di molti messaggi e simbologie.
Feo incarna tutti i problemi dei ragazzi di oggi: difficoltà ad adattarsi ad una società sempre più violenta, competitiva ma al tempo stesso indifferente e distaccata nei confronti di certi temi sociali che invece dovrebbero interessare tutti; ha ideali profondi e tanti interessi che non riesce a condividere con i suoi coetanei; fatica a trovare il suo "ruolo" nel mondo nonchè un lavoro stabile e gratificante.
Inoltre è ben lontano dal classico stereotipo del belloccio che ha la vita facile e tutte le ragazze ai suoi piedi: non è un prescelto nè un guerriero, ma anzi è lui il "principe" che ha bisogno della bella guerriera che lo protegga e lo tiri fuori dai guai.
C'è un sovvertimento dei ruoli.
E poi è un fantasy molto lontano dai canoni tradizionali del genere: non ci sono maghi, nè vampiri nè elfi o guerre tra popoli e orchi.
Ho cercato di creare qualcosa di nuovo, partendo da un'eredità che mi è stata lasciata attraverso sogni e incubi.
 
Prima di Immagina hai scritto altri romanzi o racconti?
Prima di Immagina non avevo mai coltivato la passione per la scrittura. Da ragazzina mi era venuta l'idea di trasformare un racconto di E.A.Poe in romanzo, senza stravolgere o rovinare la storia originale, solo per ampliarla e approfondirla. Tuttavia, a causa della scarsa fiducia, ho abbandonato il progetto. Qualche anno dopo mi sono cimentata in qualche Fan Fiction comica o horror, ma nulla di serio.
Ti sei ispirata a qualche autore per scrivere il libro? Se sì, a chi?
No, nessun autore: come ho detto sono stati i sogni e gli incubi a ispirarmi. Di sicuro, però, sono stata influenzata dalla cultura giapponese: sono cresciuta con gli anime, per cui quando mi perdevo nelle mie fantasie, sin da bambina, immaginavo personaggi in grado di manipolare gli elementi, evocare creature e ingaggiare battaglie epiche. Quando poi ho scoperto il mondo di Final Fantasy e ho ritrovato molti punti in comune con le mie fantasie, mi sono lasciata prendere totalmente dalla passione per il mondo fantastico, soprattutto rappresentato dal punto di vista Giapponese, assorbendo quindi altri elementi e simbologie.

Che progetti hai per il futuro?
Sto scrivendo altri racconti sempre sugli stessi generi e sto anche lavorando a un secondo romanzo che avrà nuovi protagonisti e un'atmosfera più cupa.
Che genere letterario preferisci?
Fantasy e Horror sono i miei generi preferiti, sia per la scrittura che per la lettura. Però in genere leggo anche gialli, libri d'avventura o altro.

Abbiamo finito con le domande. Vuoi aggiungere qualcosa?
Vorrei ingraziarvi ancora per lo spazio che mi avete concesso e ringraziare i lettori per aver seguito l'intervista fino a qui.
Per noi esordienti che spesso non possiamo contare su una buona distribuzione o un buon editing, ogni iniziativa come questa è un'ottima occasione per far conoscere le storie che narriamo.
"Immagina" è un invito rivolto ai futuri lettori affinchè aprano la loro mente e si lascino trasportare dalla fantasia, quindi spero che accoglierete il mio invito.


In bocca al lupo da tutti i lettori!!
Grazie ^^

Noi amministratori del blog ringraziamo vivamente Yami per la disponibilità e per la gentilezza!




 





 

 



 

domenica 25 dicembre 2011

Aspettando Natale...Estrazione giveaway "Il libro segreto di Shakespeare"


INTANTO AUGURI A TUTTI I FOLLOWERS DA PARTE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG!!





 
Adesso torniamo al giveaway, finalmente abbiamo effettuato l'estrazione attraverso il sito RANDOM.ORG.

 




Vi ricordo che ci sono altri due giveaway in corso:






Rullo di tamburi...



Il vincitore é:

Nell'invisibile

Ti abbiamo mandato un e-mail al tuo indirizzo di posta elettronica, ti preghiamo di rispondere entro una settimana. Se no si rifarà l'estrazione.


Mi sembra un bel regalo di Natale ;-) complimenti Nell'invisibile!!




sabato 24 dicembre 2011

Anteprima: Ricomincio da te dal 26 Gennaio in libreria!

Iniziamo a presentarvi le anteprime del prossimo anno, augurandovi un buon natale e un felice anno nuovo!!!

Il 26 Gennaio 2012 uscirà per casa editrice Corbaccio, il nuovo romanzo di Moreno Eloy.


RICOMINCIO DA TE


Quando la vita va stretta
Quando è a rischio anche l’amore
L’unica soluzione è ricominciare
Dov'è il limite tra la tranquillità e la noia?



Autore: Eloy Moreno
Editore: Corbaccio
Collana: Narratori Corbaccio
Pagine: 320


TRAMA:
Da quanti anni non viaggio più in treno? Da quanti anni non faccio più niente? A che età i baci del mio bambino cesseranno di essere d’amore per trasformarsi anch'essi in baci di compromesso, baci d'abitudine, come quelli di lei? In che momento si romperà il delicato filo che unisce due generazioni?
Superfici di vita:
Casa: 89 m²
Ascensore: 3 m²
Garage: 8 m²
Open space: 80 m²
Ristorante 50 m²
Bar: 30 m²
Casa dei miei suoceri: 90 m²
Casa dei miei genitori: 95 m²
Totale: 445 m²

Si può vivere tutta la vita in 445 metri quadri? Sicuramente. Il mondo è pieno di persone così: persone che vivono in una cella senza essere incarcerate, che si alzano ogni mattina sapendo che tutto sarà uguale al giorno prima e che il giorno dopo sarà la stessa cosa…
Lui è un uomo come tanti. Quarant’anni, una moglie, un figlio piccolo, un impiego in una società di software, colleghi, genitori, suoceri, giornate scandite dalla routine del lavoro, una vita familiare ridotta a monosillabi di saluto la sera e la mattina, sempre più arida, sempre più marginale. Eppure da bambino non era così. Aveva dei sogni: per esempio costruire un capanno per starci con il migliore amico. E quello è stato il suo primo e più grande fallimento: qualcosa è andato storto, quell’estate la sua infanzia è finita. Ma adesso sente che è arrivato il momento di riprendersi il tempo che ha perduto, di riconquistare l’amore di sua moglie, la stima di se stesso. Ha un piano per ricominciare, ma non osa nemmeno confessarlo a Rebe, sua moglie: ormai è così distante, indifferente, forse ha un altro. Lui sospetta di tutto e di tutti, si sente braccato a casa e in ufficio, organizza piani per vendicarsi di chi considera ormai i suoi ex: la sua ex moglie, i suoi ex amici, i suoi ex colleghi… Ma il sogno rimane, e non è detto che nel modo più impensabile e assurdo non riesca a realizzarsi.
«Ricomincio da te conferma che i miracoli editoriali esistono.»
Qué Leer
IL CASO EDITORIALE:
Dall’autopubblicazione alle 10 edizioni in pochi mesi grazie solo a lettori e librai. Quando Eloy Moreno ha messo la parola fine al suo romanzo, ha capito di aver scritto un libro importante. Quando non ha trovato un editore, ha deciso di pubblicarlo a sue spese. Quando non ha trovato un distributore, ha deciso di distribuirlo lui.Di libreria in libreria, ha entusiasmato i lettori e convinto i librai: dai recessi più scuri degli scaffali più irraggiungibili, ha visto avanzare il suo libro fino ad arrivare fianco a fianco con quelli di Saramago…Solo grazie all'aiuto dei librai di Barcellona e poche altre città ha venduto 3.000 copie. Le case editrici incominciano a interessarsi al nuovo fenomeno.
Ricomincio da te viene acquistato dalla prestigiosa Espasa. Con i suoi 150 anni di storia alle spalle e la suavocazione all’alta letteratura così come ai bestseller di oggi, pubblica autori come Luís Sépulveda e Mario Vargas Llosa, premio nobel per la letteratura nel 2010.
Il 13 gennaio 2011 il libro esce per Espansa con una tiratura di 60.000 copie.
"Ricomincio da te" scala le classifiche della Casa del libro, una delle librerie più importanti di Spagna,dove rimane per mesi e intanto colleziona più di 2.500 giudizi positivi sul sito www.elboligrafodegelverde.comIl romanzo viene venduto a Taiwan, in Catalogna e in Italia e sono aperte trattative per USA Francia,Germania, Portogallo, Olanda.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...