martedì 13 dicembre 2011

ILLUSTRATORE: Piercarlo Rizza + Intervista

Questa volta siamo riusciti ad intervistare un Illustratore...Piercarlo Rizza, che gentilmente ha risposto alle nostre domande.




PIERCARLO RIZZA



Ciao Piercarlo, grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande. Parlaci un pò di te.
Mi chiamo Piercarlo Rizza sono del 83’ e realizzo illustrazioni,book trailer, Graphic Novel,effetti speciali digitali e cortometraggi di animazione indipendenti. Spesso collaboro con Valentina Maschio soprattutto per i Book Trailer e per i cortometraggi. Ho realizzato alcune illustrazioni che sono state pubblicate in un libro fantasy. Anche se in un campo artistico diverso, ho vinto due volte un concorso letterario e pubblicato un racconto con la Giovane Holden Edizioni.


Quando e come è iniziata la tua passione per l'illustrazione?
La passione per l’illustrazione è nata quando ho visto un film di Tim Burton e ho capito che l’arte permette di rendere concreti mondi e paesaggi che altrimenti rimarrebbero imprigionati nella fantasia. Così ho affinato la tecnica del disegno a mano libera, ma ancora sentivo che mancava quella magia che permette di fare da ponte tra la realtà e l’anima. In aiuto a questo mio personale bisogno è arrivata la tecnologia che rende possibile quello che ogni artista sogna da secoli ,ovvero, permette di dare la “vita” alle proprie opere. L’uso del computer rende possibile muoversi al interno del disegno e di curare tutto nei minimi dettagli, anche la parte nascosta di un illustrazione che magari nessun altro oltre l’autore vedrà. 


Ti rifai a qualche modello nei tuoi disegni?
Ho molti modelli ai quali rifarmi da Tim Burton a Frank Frazetta, dai libri ai videogiochi fantasy e steampunk. Amo le ambientazioni un po’ gotiche e malinconiche medievali quindi spesso mi rivolgo a quei tipi di modelli per le mie creazioni, ma ciò non vuol dire che per forza mi devo rifare a dei modelli standard anzi spesso faccio solo quello che mi urla la mia fantasia.


Che tecniche preferisci usare per realizzare le tue illustrazioni?
La mia tecnica è mista perché passo dal disegno a mano libera al disegno di tipo digitale e alle volte utilizzo entrambi. Il fare un illustrazione con il computer è molto spiazzante, perché non hai in mano una matita o un pennello, ma il Touchpad o un mouse. Non ti trovi davanti una tela bianca, ma un sistema di riferimento cartesiano tridimensionale e rappresentazioni matematiche di oggetti geometrici primitivi da plasmare con equazioni che non vengono insegnate normalmente a scuola. Uso software per autocad e di altro genere, spesso più di uno. Poi ci sono le tecniche di ombreggiatura e illuminazione fatta con un sistema di luci che simulano le proprietà della luce “fisica” e spesso si deve agire come in un set cinematografico vero e proprio e “piazzare” le luci nella posizione migliore e altro. Insomma non lo consiglio come metodo anti-stress, infatti spesso si hanno scatti di ira degni dell’esorcista specie quando alla fine commetti un errore e perdi tutto. 


Da dove trai ispirazione per le tue opere?
Traggo ispirazione dalla mia fantasia che alle volte è più caotica di quella di un pazzo. Altre volte mi limito a seguire quello che mi viene chiesto dall’ autore di un libro per il quale sto realizzando un illustrazione o un book trailer e devo ammettere che alle volte gli scrittori hanno una bella fantasia. Spesso invece l’idea nasce all'improvviso dal confronto con Valentina Maschio con la quale come ho già detto spesso collaboro e che spesso mi aiuta a superare alcuni limiti.


Che soggetti preferisci realizzare?Preferisco realizzare personaggi e paesaggi fantasy o steampunk ,perché la realtà non mi ispira molto. Invece il fantasy e lo steampunk permettono una maggiore libertà creativa .Poi alle volte trovo i “mostri” come spesso vengono chiamati i personaggi da chi non ama e non capisce il genere, molto più interessanti rispetto a soggetti umani. Un po’ come in Frankenstein di Mary Shelley, dove il mostro che alla fine si dà fuoco da solo sul corpo del padre ha valori molto più alti della folla di umani che lo inseguivano per ucciderlo.


Hai fatto illustrazioni per qualche copertina di libri? Se sì, per quali?
Ho realizzato alcune illustrazioni che sono presenti all’interno del libro “I Demoni di Eukora” di G. McAnton, che sarà presentato l’undici dicembre alla “Fiera del libro” a Roma. Poi ho realizzato diverse illustrazioni e animazioni per i book trailer di diversi libri. Ancora non ho realizzato copertine, ma ci sto lavorando sopra.


Anche se non c'entra con il tuo lavoro: Che genere di libri preferisci?
Amo i romanzi gotici come “il Monaco” di Lewis e altri autori del passato come Dumas,Wilde e Byron, ma leggo anche autori moderni come Baricco ed Eco. 


Hai progetti per il futuro?
Sto realizzando una serie di Graphic Novel Fantasy da presentare in un cofanetto e sono in contatto con diversi autori emergenti per illustrazioni e book trailer.


Questa era l'ultima domanda, grazie di tutto. Ti auguriamo un in bocca al lupo per il tuo futuro.
Vuoi aggiungere qualcos'altro?

Grazie ed in bocca al lupo a te.


In bocca al lupo!!


Ringraziamo Piercarlo per averci dedicato del tempo.

ECCO ALCUNE DELLE SUE ILLUSTRAZIONI:
















2 commenti:

  1. le immagini che vedete sopra sono solo una minima parte della enorme bravura di Piercarlo, parole del Demone di Eukora, G.McAnton...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...