giovedì 18 maggio 2017

Recensione: Insegnami a vedere l'alba

Buongiorno cari lettori ^^ oggi vi lascio la mia recensione di questo emozionante libro 😍 che rientra già a pieno diritto tra le letture migliori dell'anno!
Ringrazio come sempre la Giunti per avermi mandato una copia del libro.

INSEGNAMI A VEDERE L'ALBA
Giunti | 264 pp. | €13,00
L'amore è più di quel che vedono gli occhi.
Will, pur essendo cieco dalla nascita, decide di frequentare un liceo pubblico, vincendo i timori della madre iperprotettiva. Inizia così un'esilarante tragicommedia: in mensa si siede sulle gambe di un compagno, una ragazza ha una crisi di nervi convinta che lui la stia fissando... Per riparare, Will si offrirà di aiutarla a scrivere un articolo su una mostra di Van Gogh: impresa difficilissima, perché a Will mancano totalmente il concetto di prospettiva, di colore, e Cecil deve spiegargli ciò che vede evitando qualsiasi metafora visiva.
Quando a Will viene offerta la possibilità di affrontare un'operazione sperimentale che potrebbe ridargli la vista, il padre, medico, cerca di dissuaderlo perché i casi di successo sono rarissimi e le ricadute psicologiche spesso pesantissime. Ma Will decide di rischiare e le conseguenze, seppur inaspettate e difficili da superare, gli rivoluzioneranno meravigliosamente la vita.


Will è un adolescente, cieco dalla nascita e alle prese, per la prima volta nella vita, con una scuola pubblica. Questo significa mettere in pratica tutto ciò che ha sempre imparato per orientarsi e, soprattutto, integrarsi tra coetanei che non hanno mai avuto a che fare con gente come lui. Lui che non può immaginare un volto, un colore, una forma, … ma può solo sentire e da ciò imparare a riconoscere chi gli sta intorno. 
Il nuovo mondo in cui entra a far parte Will è un mondo pieno di ostacoli e di gente che non sa cosa dire per non sembrare scortese. In fondo chi di noi non si sentirebbe impreparato a rapportarsi correttamente con una persona che non ha la vista. È proprio questo il punto centrale di Insegnami a vedere l’alba, una storia straordinaria in cui l’autore mette nero su bianco la realtà, così come avverrebbe nel mondo reale, nel libro in molti sono impreparati e devono essere istruiti dallo stesso protagonista per capire come comportarsi. Così Will inizia anche a farsi degli amici, tra cui una ragazza Cecily, con cui condivide il corso di giornalismo e con cui inizia anche a conoscere il mondo al di fuori dalla scuola. Quella che vive Will è a tutti gli effetti un’avventura alla scoperta della natura e lontano dai genitori. 
Ma se c’è anche una piccola possibilità di poter essere come gli altri e poter vedere realmente con i propri occhi il mondo, Will non vuole rinunciarvi, così il protagonista dovrà decidere se portare a termine un’operazione rischiosa e sperare nella sua riuscita. 
Accompagnato da Cecily e gli amici, Will vivrà nuove emozioni, farà nuove esperienze che lo renderanno consapevole di cosa sia il mondo, che fino ad allora gli era, in parte, sconosciuto.
Quella raccontata da Josh Sundquist è una storia magica, emozionante che ci regala piccoli insegnamenti sulla cecità, argomento poco trattato nei libri e che con questo libro ci viene presentato in maniera magistrale. Will è un personaggio forte, ma che deve affrontare tante difficoltà continuamente, risulta perfetto nel suo ruolo, così come tutti gli altri. Ho amato particolarmente Cecily, una ragazza forte, che deve far fronte giorno dopo giorno alle occhiate che le rivolgono gli altri. È un personaggio che risulta molto credibile e riesce a conquistare noi lettori con la sua genuinità. 
Con la sua abilità narrativa l’autore rende l’intera storia ironica e leggera, toccando un tema tanto delicato come la diversità, con una maestria unica. Il risultato è un libro raro, una lettura delicata e disarmante. Insegnami a vedere l’alba è uno young adult che ha molto da imparare e che sa farsi apprezzare per le sue emozioni. 


VOTO:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...