lunedì 13 novembre 2017

Ultime uscite Bompiani

Oggi doppio post, come ormai di consueto 😊 oggi voglio mostrarvi due uscite di Novembre per Bompiani. Si tratta di due libri molto interessanti che volevo farvi scoprire qualora non li aveste ancora visti!

Girl in Snow di Danya Kukafka Ã¨ uscito il 1° Novembre e si tratta di un thriller dal passo classico, serrato e sconvolgente, che esplora i segreti di una piccola città.

GIRL IN SNOW
Bompiani | 400 pp. | €18,00
Un parco giochi qualsiasi in una cittadina qualsiasi. La neve è caduta avvolgendo tutto in un silenzio ovattato: le case, le strade, i giochi, il corpo senza vita di Lucinda Hayes. Le indagini a Broomsville rivoltano pietre: sotto la superficie immacolata di una piccola comunità si nasconde un brulicare di segreti e bugie destinati a venire alla luce. Per Cameron, sensibile e bizzarro, Lucinda era la luce del sole. Per Jade era la ragazza perfetta che, forse suo malgrado, le aveva portato via tutto. Per Russ è un penoso caso da risolvere al più presto. Ma Russ è legato a Cameron, e questo non fa che offuscare il suo giudizio. Ciascuno ha le sue ragioni per voler scoprire la verità. Che non può essere una sola. Un thriller dal passo classico, serrato e sconvolgente, che esplora le vite della porta accanto.

“Un esordio sensazionale: personaggi eccezionali, un mistero dietro l’altro, un passo da voltapagina. Consigliatissimo.”
Lee Child

“Kukafka rivela con pazienza gli strati delle vite interiori dei suoi personaggi, i loro orrori e le loro fragilità, con una prosa che scintilla e ferisce.”
Brit Bennett

“Un romanzo inquietante e lirico che parla di amore, perdita e orrore. Leggerlo è stato come entrare in un mondo in cui niente è come sembra.”
Anthony DiSclafani



Al largo di Wyl Menmuir Ã¨ uscito invece l'8 Novembre, un libro scritto dall’autore finalista al Man Booker Prise 2016.

AL LARGO
Bompiani | 224 pp. | €16,00
Timothy arriva da forestiero in un villaggio della costa per recuperare una casa abbandonata in attesa che la moglie Lauren lo raggiunga. La casa è appartenuta a Perran, un pescatore di cui nessuno vuole parlare. Farla tornare abitabile sembra un’impresa impossibile, eppure Timothy la affronta con energia, interrompendosi solo per correre e nuotare, come se la fatica in tutte le sue forme fosse la sua medicina per una malattia non detta, un modo per non pensare al passato prossimo. Anche intorno a lui aleggia un malessere indefinito: una serie di grandi navi abbandonate riga la linea dell’orizzonte. Varcarla è vietato. Al di qua, pochi pescatori celebrano ancora i loro stanchi riti tornando a terra con casse di pesci malati che un’autorità misteriosa compra in blocco e fa sparire. Solo Ethan acconsente a portare Timothy al largo, a spostare il confine, a sfidare la memoria e il presente in un luogo dove sembra che non possa esserci futuro per nessuno. Un romanzo scuro, inquietante, che parla di grandi temi incarnati nelle piccole cose, di un microcosmo abbandonato a se stesso. 

“L’orrore domestico di Menmuir ha lampi gotici alla Daphne du Maurier… Profondo e sconcertante, merita più di una lettura.”
The Guardian

“Per la creazione dell’atmosfera si merita un dieci pieno. Un autore da tenere d’occhio.”
The Independent

“Affascinante, evocativo e ambizioso nella forma.”
Financial Times


Che ne pensate di queste due uscite?



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...