domenica 14 dicembre 2014

Natale 2014 - Le figure retoriche


Rieccoci qui, per la seconda estrazione della giornata! Ma prima potrete leggere un interessantissimo articolo di Ezio sulle figure retoriche. Spesso a scuola non gli viene data tanta importanza, purtroppo. Quindi ecco qui una serie di figure retoriche, per chi avesse ancora problemi a distinguerle ^^



Le figure retoriche sono particolari forme espressive, artifici del discorso volti a dare maggiore incisività e un particolare effetto sonoro o di significato ad una descrizione, un’immagine, una sensazione, una emozione, ecc.
Si distinguono tradizionalmente le seguenti categorie di figure:



  • figure di contenuto: L’idea viene espressa in maniera più calzante ed evocativa, usando un’immagine che ha con essa una relazione di somiglianza.  
  • figure di parola e di pensiero: Le parole vengono disposte nel verso con una tecnica particolare (figure di parole) riproducendo speciali effetti. Quando invece le proprie idee vengono arricchite di sfumature personali si hanno le figure di pensiero.
  • figure di sentimento: L’intensità dello stato d’animo poetico viene posto in rilievo modificando un suono o trasformando la struttura del verso. 

Metonimia: consiste nella sostituzione di un termine con un altro, con cui  è in rapporto: la causa per l'effetto, l'effetto per la causa, la materia per l'oggetto, il contenente per il contenuto, lo strumento al posto della persona, l'astratto per il concreto, il concreto per l'astratto, il simbolo per la cosa simbolizzata. 
Sinèddoche: Sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo un rapporto di quantità (la parte per il tutto,tutto per la parte, il genere per la specie,la specie per il genere,il singolare per il plurale 
Sinestesìa; Tipo di metafora che consiste nel trasferimento di significato dall’uno all’altro campo sensoriale. 
Perìfrasi (circonlocuzione):Sostituzione di un solo termine con un “giro di parole”, o una definizione, o una parafrasi. 
Metafora: Sostituzione di una parola con un'altra il cui senso letterale ha qualche somiglianza col senso letterale della parola sostituita. 
Antonomasia: Uso di un nome comune, un epiteto o una perifrasi al posto di un nome proprio, per esprimere una qualità caratterizzante.  
Litote: Negazione del contrario per esprimere un esprimere un concetto in forma attenuata. 
Asindeto: assenza di congiunzioni coordinanti 
Polisindeto: ripetizione insistita di una congiunzione 
Epanalessi: raddoppiamento di un' espressione ripetuta all'inizio, o al centro o alla fine di un segmento testuale. 
Anafora: ripetizione di una o più parole all'inizio di enunciati, o loro segmenti, successivi. 
Figura etimologica: accostamento di parole aventi la stessa radice. 
Endiadi: espressione di un solo concetto mediante due termini coordinanti. 
Anastrofe: inversione del normale ordine sintattico degli elementi di una frase.  
Iperbato: interposizione di un segmento di enunciato tra i due costituenti di un sintagma. 
Climax: Espressione di un'idea con più parole aventi un valore gradualmente più intensivo o viceversa. 
Paronomasia; accostamento di parole di suono affine ma dal significato diverso.  
Antitesi: accostamento di due parole o concetti contrastanti tra loro. 
Ossimoro: unione paradossale di due termini antitetici 
Chiasmo: incrocio di membri corrispondenti, dove due o più termini collocati in successione seguono in uno dei membri l'ordine inverso a quello dell'altro 
Similitudine: confronto tra due elementi in base a caratteristiche comuni; è resa esplicita da un termine di paragone (come, tanto, tale, simile) 
Allegoria: attribuzione di un significato simbolico, diverso da quello letterale. 
Preterizione: Dichiarazione che si tralascerà di parlare di un certo argomento che intanto viene nominato, si finge di voler omettere ciò che in realtà si dice.

Voi conoscete bene le figure retoriche?


E adesso i numeri estratti...

Natale
25

Il padrone di casa
31



Oggi abbiamo pure una vincitrice!!! Ecco la sua cartella:

Noemi O. vince con i numeri 31 - 45 - 84

Prego Noemi di mandare un'email a cry.calva@hotmail.it, così che possa spiegarti tutto ^^
Ti ricordo, inoltre che non potrai vincere nessuna altra tappa.

Se qualcuno si dovesse accorgere di aver vinto (può essere che mi sia sfuggito come la volta scorsa xD) ovviamente mi mandi un'email!


Da domani quindi alla ricerca della quaterna, forza!





20 commenti:

  1. Interessante articolo!!!!!! :-)
    Un ripasso davvero utilissimo!

    io sono ancora ferma a 2 numeri!
    hahahahaha

    RispondiElimina
  2. Oh mamma, le figure retoriche.. Ce ne erano alcune che non riuscivo mai a distinguere quando facevo le analisi di testi e poesie! Che nervi ahhaah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha Ti capisco! Io frequentando lo scientifico, non le ho mai imparate bene :\

      Elimina
  3. Le figure retoriche! Le adoravo, ma da un lato mi facevano impazzire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ti capisco o.o io ogni volta per alcune soprattutto stavo tre ore per capire di quale si trattava!

      Elimina
    2. Ieri, dopo questo articolo, mi sono messa alla ricerca del foglio che feci per elencarle tutte, e spiegarle con tanto di esempi, in prima superiore e l'ho trovato :D nonostante tutto, tanti ricordi ^_^

      Elimina
  4. Molto utile questo elenco delle figure retoriche... serve sempre un ripasso approfondito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si assolutamente :D ogni tanto ci vuole!

      Elimina
  5. Le figure retoriche si conoscono, ma un ripasso non fa mai male! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sinceramente non le conoscevo bene fino a qualche anno fa, purtroppo a scuola non le abbiamo fatte proprio benissimo :\

      Elimina
  6. articolo interessantissimo, ora controllo i numeri

    RispondiElimina
  7. Argh io sono negata a ricordare con le figure retoriche xD,tuttavia mi è piaciuto il post,anzi ne ho conosciute alcune che nemmeno avevo mai sentito xD
    Complimenti alla vincitrice ^_^. Ho solo il 25 ma vabbe,mi sto divertendo lo stesso e l'importante è proprio questo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono negata, tranquilla non sei la sola!

      Elimina
  8. Oh mamma questo post mi ha riportato dritta dritta sui banchi del liceo! Il mio professore era fissatissimo con le figure retoriche, infatti in classe eravamo tutti parecchio bravi a riconoscerle! Le mie preferite erano gli ossimori, i climax (e anticlimax) e i chiasmi: non me ne sfuggiva uno!! Ora invece penso di aver dimenticato quasi tutto, sigh!

    Per la tombola rimango sempre con un unico numero, ma non importa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mio professore era fissato, ma non è riuscito a farcele memorizzare ^^"

      Elimina
  9. Io non credo di averle fatte tutte, nè al liceo, nè nelle altre scuole. Molte le conoscevo (anche se qualche esempio non avrebbe guastato) ma alcune mi sono suonate proprio nuove.
    Post utile e interessantissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Anche per me molte sono nuove o.o meno male che l'ha fatto Ezio il post, altrimenti io non avrei scritto nulla!

      Elimina
  10. Interessantissimo articolo! Purtroppo non ne so riconoscere più tutte =( quando andavo a scuola avevo fatto una fatica per impararle!

    RispondiElimina
  11. Grazie mille per la rinfrescatina, a scuola non sempre le riconoscevo!! E ora come ora qualcosa avevo anche dimenticato ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...